TAR SICILIA, Palermo -15 gennaio 2016

* APPALTI – Verifica dei requisiti di partecipazione alle gare pubbliche – AVCpass – Art. 6 bis, c. 1 d.lgs. n. 163/2006 – Registrazione ai servizi informatici dell’ANAC – Generazione del PassOE – Legittima ammissione alla gara – Registrazione effettuata in data anteriore al termine di presentazione dell’offerta – Produzione del PassOE in esito a soccorso istruttorio – Legittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Milano - 15 gennaio 2016

* RIFIUTI – Regione Lombardia – Discariche - Deliberazione della Giunta Regionale della Lombardia n. X/1990 del 20 giugno 2014 – Istituzione e regolamentazione del “fattore di pressione delle discariche” – Nozione – Illegittimità – Invasione delle competenza esclusiva statale in materia di tutela dell’ambiente – Artt. 195, c. 1, lett. p) e 196, c. 1, lett. n) e o).

Categoria: 

Autorità: 

TAR MOLISE - 15 gennaio 2016

* APPALTI - Richiesta di subentro proposta nel corso dell’esecuzione del rapporto - Art. 116 d.lgs. n. 163/2006 - Controversie - Giurisdizione - Giudice amministrativo -  Requisiti di qualificazione - Principio di immodificabilità soggettiva dei partecipanti alle gare pubbliche - Superamento nelle ipotesi di successione nell’azienda nelle fasi di esecuzione del contratto -  Raggruppamenti temporanei  - Divieto di modifica soggettiva - Art. 37, c. 9 d.lgs. n. 163/2006 - Temperamento per effetto della previsione di cui all’art. 116.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Napoli - 14 gennaio 2016

* PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Accesso civico e accesso “classico” ex L. n. 241/1990 – Cumulatività – Limiti – INFORMAZIONE AMBIENTALE – Oggetto – Artt. 2 e 3 d.lgs. n. 195/2005 – Istanza – Dimostrazione dell’interesse ambientale – Diritto di accesso – Enti esponenziali di interessi diffusi – Presupposti – Effettiva rappresentatività, pertinenza dei fini statutari, effettivo, attuale e concreto interesse alla conoscenza degli atti.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 12 gennaio 2016

INQUINAMENTO DEL SUOLO – Procedimento di bonifica – Garanzie finanziarie – Artt. 242 e 248 d.lgs. n. 152/2006 – Entità delle garanzie – Determinazione – Percentuale del 50% del costo stimato per l’intervento – Percentuale ordinaria – Svincolo della garanzia anteriormente alla certificazione di conformità dei lavori al progetto approvato – Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR MOLISE, 18 dicembre 2015

VIA, VAS E AIA – Progetti sottoposti a VIA – Pubblicazione – Art. 24 d.lgs. n. 152/206 – L. r. Molise n. 20/2000 – Pubblicazione informatica – Limiti – Modifiche incidenti su profili di dettaglio – Onere di rinnovare la pubblicazione – Esclusione – Art. 23, c. 1 d.lgs. n. 152/2006 – Pubblicazione sul sito internet della Regione – Link al sito dell’ARPA – Sufficienza – L.r. Molise n. 21/2000 – Istruttoria per la VIA – Regione - Avvalimento dell’Organismo tecnico – Facoltà – Verifica antisismica  - Fase procedimentale distinta e successiva rispetto alla VIA – Principio di precauzione – Nozione – Progetti relativi alla realizzazione o l’ampliamento di stabilimenti chimici – Registro dei tumori – Condizione per l’assentibilità del progetto – Inconfigurabilità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Milano, 14 dicembre 2015

* INQUINAMENTO DEL SUOLO - ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO - Materiale di riporto - Definizione - Assimilazione al suolo - Inclusione tra le matrici ambientali - Art. 3 D.L. n. 2/2012 e ss.mm. - Test di cessione - Esclusione dei rischi di contaminazione delle acque sotterranee - Tabella 2 Allegato 5, titolo V della parte quarta del d.lgs. n. 152/2006 - Sottrazione alla disciplina della parte quarta del d.lgs. n. 152/2006 - Caratteristiche non conformi ai limiti dei test di cessione - Fonti di contaminazione - Regime applicabile - Caratteristiche qualitative - Destinazione urbanistica dell’area.

Categoria: 

Autorità: 

TAR FRIULI VENEZIA GIULIA – 12 ottobre 2015

* AMIANTO – RIFIUTI - Principi applicabili alla materia “amianto” – Parziale diversità rispetto alla disciplina in materia di rifiuti e inquinamento – Responsabilità del detentore attuale del manufatto in amianto o contenente amianto – Curatela fallimentare – Applicabilità del principio “chi inquina paga” – Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

TAR BASILICATA - 7 ottobre 2015

* VIA, VAS E AIA -   AIA – Prescrizioni – Inosservanza – Art. 29 decies, n. 9, lett. b) d.lgs. n. 152/2006 – Diffida e sospensione dell’attività – Presupposti -  Gradualità delle sanzioni -  Principio di precauzione – Portata  e limiti – Art. 301 d.lgs. n. 152/2006 -  Sospensione dell’attività – Mancata previsione di un termine finale – Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR EMILIA ROMAGNA, Bologna 23 settembre 2015

* PROCESSO AMMINISTRATIVO – Soppressione ex lege di un ente pubblico e costituzione di un nuovo ente – Effetto interruttivo sul processo – Esclusione - DIRITTO DELL’ENERGIA – Impianti energetici da fonti rinnovabili – Destinazione agricola – Compatibilità – Individuazione di siti non idonei – Province e Comuni -  Incompetenza.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma, 22 settembre 2015

* ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Scarico delle acque reflue – Ente competente al rilascio delle autorizzazioni – Verifica della portata e della destinazione d’uso della risorsa idrica  - Artt. 101 e 124 d.lgs. n. 152/2006 – Corso d’acqua non significativo con portata inferiore a 120 gg/anno – Prescrizioni – Scarichi urbani che possono peggiorare lo stato di qualità delle acque destinate al consumo umano – Trattamento di disinfezione tramite raggi UV - Principio di precauzione.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Napoli 15 settembre 2015

INQUINAMENTO ACUSTICO – Elevato livello di rumorosità ambientale – Pregiudizio per la salute pubblica – Esercizio del potere di ordinanza sindacale – Rilevazione delle emissioni sonore prodotte da un’attività imprenditoriale – Potenziale rumorosità delle macchine utilizzate – Circostanza del mancato utilizzo di alcuni macchinari in determinate fasi del ciclo produttivo – Irrilevanza – Superamento del limite differenziale – Istruttoria dell’ARPA – Mancata allegazione di diagrammi e tracciati temporali del rumore – Irrilevanza.

Categoria: 

Autorità: 

TAR EMILIA ROMAGNA, Bologna, 11 settembre 2015

* APPALTI – Codice identificativo gara – Omessa richiesta – Nullità della procedura concorsuale – Inconfigurabilità – Mancata indicazione del CIG – Obbligo dei partecipanti di provvedere al versamento del contributo – Inosservanza – Invalidità della partecipazione alla procedura – Inconfigurabilità – Concessione di servizi – Affidamento delle gestioni aeroportuali – Applicabilità della disciplina dei contratti ad evidenza pubblica – Requisiti di capacità tecnica – Previsione – Potere discrezionale – Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 31 agosto 2015

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Permesso di costruire – Contributo di costruzione - Inadempimento del titolare del permesso di costruire - Escussione del fideiussore – Giurisdizione – TAR – Autorimesse – Art. 96, c. 1 L.r. Lombardia n. 12/2005 – Massima estensione del principio di gratuità – Rateizzazione – Adeguamento agli aumenti intervenuti – Compatibilità con l'art. 16, c. 3 d.P.R. n. 380/2001 – Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 29 luglio 2015

* VIA, VAS E AIA – Procedimento di VIA – Integrazioni al SIA – Affidamento agli uffici che supportano l’autorità competente alla decisione finale, piuttosto che alla conferenza di servizi – Legittimità – Art. 26, c. 1 d.lgs. n. 152/2006 – Procedimento di VIA e di AIA – Distinzione – Riflessi di ciascun procedimento sull’altro – Compatibilità ambientale – Nozione- Verifiche successive alla messa in esercizio dell’impianto – Valutazioni svolte in sede di VIA – Integrazione, a posteriori, attraverso l’AIA – Compatibilità con la normativa comunitaria - RIFIUTI – Localizzazione di una discarica – Classificazione urbanistica come zona agricola di salvaguardia ambientale – Rilascio dell’AIA – Effetto di variante urbanistica – INQUINAMENTO DEL SUOLO – Progetto di discarica – Presenza di inquinanti nel suolo – Formulazione di un giudizio di VIA favorevole – Possibilità – Condizioni – AIA e bonifica – Procedure e competenze distinte – Proprietario incolpevole – Bonifica su base volontaria – Forma di partenariato pubblico-privato – Richiesta di modifiche e/o ampliamenti – Equilibrio economico – Interesse pubblico ambientale e interesse economico privato.

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA - 27 luglio 2015

* SICUREZZA – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA - Rischio di incidenti rilevanti – Individuazione e disciplina delle aree interessate dalla presenza di stabilimenti a rischio – Strumenti urbanistici – Accorgimenti ambientali o edilizi – Riduzione della vulnerabilità delle costruzioni – Fattispecie: impiego di infissi a tenuta stagna – Distanze tra gli stabilimenti e le zone residenziali – Rapporto di sicurezza.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma 23 luglio 2015

* RIFIUTI – Rifiuti di imballaggio – Consorzio nazionale imballaggi – Art. 221, c. 5 d.lgs. n. 152/2006 – Produttori che non intendono aderire al Consorzio nazionale – Sistema autonomo di restituzione – Istanza – Rigetto fondato sull’impossibilità di qualificare l’istante come “produttore di imballaggi” – Omessa istruttoria – Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia 14 luglio 2015

* DIRITTO DELL’ENERGIA -  Impianti alimentati da fonti rinnovabili – Procedimento di autorizzazione – Istituto della convalida – Applicabilità– Zona agricola – Compatibilità – Art. 12 d.lgs. n. 387/2003 - Dismissione dell’impianto – Imposizione di un obbligo solo parziale di rimessione in pristino dello stato dei luoghi – Violazione dell’art. 12 comma 4 del Dlgs. 387/2003 – Esclusione - INQUINAMENTO ATMOSFERICO -  Limite del carbonio organico totale (COT) -  Frazione non metanica – Valutazione separata -  VIA VAS E AIA - Impianti alimentati da fonti rinnovabili –  Giudizio di esclusione dell’assoggettabilità a VIA reso a posteriori -  Compatibilità con le indicazioni provenienti dalla giurisprudenza comunitaria.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PIEMONTE - 10 luglio 2015

* INQUINAMENTO ACUSTICO – Valore limite differenziale – Nozione – Allegato A, punto 12 D.M. 16 marzo 998 – Definizione di rumore residuo – Esclusione della specifica sorgente disturbante – Accertamento  in presenza della fonte disturbante – Attività continuative o sorgenti disturbanti non sopprimibili – Emissioni/immissioni acustiche provenienti da un’attività produttiva – Attività di controllo – Diritto alla sorpresa – Deroga ai principi in tema di partecipazione ex artt. 7 e ss. L. n. 241/1990 – Ordinanze contingibili e urgenti per il contenimento delle emissioni sonore – Art. 9 L. n. 447/1995 – Potere “normalmente consentito” – Minaccia per la salute– Valori di qualità di cui all’art. 2 comma 3 lettera h L. 447/95 e art. 7 D.P.C.M. 14/11/97 – Valori limite differenziali di cui all’art. 2, comma 3, lettera b L. 447/95 e art.4 D.P.C.M. 14/11/97 – Differenza – Rapporto con la pianificazione acustica – Applicazione del criterio differenziale per gli impianti a ciclo produttivo continuo – Esenzione dall’osservanza agli impianti a ciclo continuo esistenti alla data di entrata in vigore del D.M. 11/112/1996 – Impianti oggetto di modifica – Interpretazione dell’art. 3, c. 1.

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA 29 giugno 2015

* RIFIUTI – Impianti di smaltimento dei rifiuti urbani e speciali – Autorizzazioni – Art. 35, c. 2 D.L. n. 133/2014 – Operatività dell’impianto a saturazione del carico termico consentito – AIA – Subordinazione al non superamento di un dato limite quantitativo dei rifiuti smaltibili – Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR SICILIA, Catania, 29 giugno 2015

* PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO -  Proroga e rinnovo – Differenze - VIA, VAS E AIA – AIA -  Art. 29 octies d.lgs. n. 152/2006 – Rinnovo dell’AIA -  Art. 29 quater d.lgs. n. 152/2006 – Rilascio dell’AIA -  Meccanismo del cd. dissenso costruttivo  - Rinnovo – Nuova comparazione dell’interesse pubblico con quello privato.

Categoria: 

Autorità: 

TAR FRIULI VENEZIA GIULIA 18 maggio 2015

* INQUINAMENTO DEL SUOLO – Inquinamento diffuso – Art. 240, c. 1, lett. r), d.lgs. n. 152/2006 – Nozione – Responsabilità – Nesso eziologico – Presunzioni – Paradigma del “più probabile che non” – Eventi causativi dell’inquinamento antecedenti all’entrata in vigore del T.U.A. -  Obblighi della vigente disciplina – Autore della condotta per l’inquinamento – Responsabilità oggettiva.

Categoria: 

Autorità: 

TAR MARCHE - 14 maggio 2015

* DIRITTO DELL’ENERGIA – Approvazione di progetti ex art. 12 d.lgs. n. 387/2003 – Approvazione condizionata al rispetto delle prescrizioni impartite dalla conferenza di servizi – Legittimità – Art. 12 d.lgs. n. 387/2003 – Aree agricole – Destinazioni generali di cui al D.M.  1444/1968 – Impianti a biomasse di potenza inferiore a 50 MW – Emissioni scarsamente rilevanti – Art. 272 d.lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO – 8 maggio 2015

* INQUINAMENTO DEL SUOLO – Proprietario dell’area inquinata – Principi ricavabili dal Titolo V, Parte V del d.lgs. n. 152/2006 – Misure di prevenzione – Interventi di messa in sicurezza, bonifica e ripristino – Responsabile della contaminazione – Mancata individuazione – Amministrazione – Rivalsa nei confronti del proprietario – Principi di precauzione e di prevenzione – Tutela anticipata – Differenze – Imposizione al proprietario del sito contaminato di misure ulteriori rispetto a quelle di prevenzione previste dall’art. 240 del d.lgs. n. 152/2006 – Misure di messa in sicurezza di emergenza – Principio della correzione, in via prioritaria alla fonte, dei danni causati – Corte di Giustizia, causa C534/13 – Rinvio pregiudiziale – Impossibilità di individuare il responsabile dell’inquinamento – Normativa nazionale che esclude l’imposizione di misure di prevenzione o di riparazione  al proprietario del suolo - Compatibilità con la direttiva2004/35 – Imposizione di un piano di caratterizzazione - Comune – Incompetenza – Art. 244 d.lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

TAR FRIULI VENEZIA GIULIA, 5 maggio 2015

INQUINAMENTO DEL SUOLO – Fallimento – Soggetto tenuto ad adottare comportamenti attivi idonei ad ovviare a situazioni di inquinamento – Curatore fallimentare – Esclusione – Soggetto responsabile dell’inquinamento – Fallimento – Comune – Somma corrispondente all’onere di bonifica - Ammissione al passivo – Art. 18, c. 5 d.m. n. 471/1999.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO – 28 aprile 2015

* INFORMAZIONE AMBIENTALE – Richiesta dell’elencazione delle ragioni alla base di una diffida (in materia di interventi di bonifica) – Sussumibilità nella nozione di “informazione ambientale” – Esclusione – Ragioni – Oggetto dell’istanza di informazione ambientale – Richiesta generica di informazioni – Possibilità – Specificazione del contesto ambientale.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Milano - 15 aprile 2015

* INQUINAMENTO DEL SUOLO – Diniego di attivazione del procedimento di accertamento dell’autore dell’inquinamento – Società proprietaria dell’area inquinata – Legittimazione ad agire – Artt. 239 e ss. d.lgs. n. 152/2006 – Responsabile del’inquinamento e proprietario del sito – Distinzione – Proprietario del suolo – Spontanea attivazione per la bonifica ex art. 245 d.lgs. n. 152/2006 – Volontarietà – Imposizione di misure correlate all’attuazione di interventi programmati - Illegittimità – Art. 244 d.lgs. n. 152/2006 – Provincia - Procedimento di accertamento dell’autore dell’inquinamento – Natura obbligatoria.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 8 aprile 2015

* RIFIUTI – DIRITTO DELL’ENERGIA  - Nozione di sottoprodotto – Artt. 184-bis, 184-ter e 185 d.lgs. n. 152/2006 – Uso della pollina come combustibile  - Gassificazione della pollina – Standard di sicurezza previsto per la attività comparabili – Disciplina sul trattamento dei rifiuti - Impianto di produzione di energia alimentato da fonti rinnovabili – Impianto di coincenerimento – Diversità – Principio di precauzione – Valori di emissione previsti per il coincenerimento – D.lgs. n. 133/2005 – Applicabilità alle biomasse - INQUINAMENTO ATMOSFERICO – Impatto olfattivo – Fattori inquinanti collegati alle emissioni in atmosfera -  Regole tecniche elaborate a livello internazionale e applicazioni regionali.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia 21 marzo 2015

* ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Servitù di scarico dei reflui – Effetti inquinanti superiori alla soglia di ammissibilità fissata ex lege – Tutela di salute e ambiente – Autorizzazioni ad attività prolungate nel tempo – Limiti di inquinamento – Rinvio dinamico – Pozzi di captazione dell’acqua minerale – Tutela – Acquedotti pubblici – Livello di sicurezza equivalente.

Categoria: 

Autorità: 

TAR FRIULI VENEZIA GIULIA – 20 marzo 2015

* OGM -  Regione Friuli Venezia Giulia – Moratoria di dodici mesi fissata dalla l.r. F.V.G.  n. 5/2014 alla coltivazione di mais OGM -  Natura di  norma tecnica da notificare alla Commissione – Esclusione – Ragioni -  Disciplina europea – Limitazioni o divieti alla coltivazione da parte di stati membri – Misure di coesistenza – Potestà legislativa esclusiva in materia di agricoltura.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PUGLIA, Lecce - 19 marzo 2015

* DIRITTO DELL’ENERGIA -  VIA VAS E AIA  - Impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili – Inizio dei lavori – Individuazione – Art. 2, c. 159 L. n. 244/07 – Dimostrazione della disponibilità delle aree entro il termine triennale di efficacia dello screening – Rinnovo della procedura di VIA -  Non è richiesto – Dimostrazione della disponibilità delle aree interessate dal progetto - Contratto preliminare – Idoneità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR MARCHE - 6 marzo 2015

* INQUINAMENTO DEL SUOLO -  Affitto del bene a terzi – Proprietario – Responsabilità – Presupposti – Imputabilità dell’inquinamento – Condotte attive e omissive – Prova diretta e indiretta – Nesso di causalità tra la condotta del responsabile e la contaminazione riscontrata – Regola probatoria del “più probabile che non”.
 

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA 19 febbraio 2015

* VIA, VAS E AIA – VIA -  Modificazione globale degli equilibri ambientali – Sopravvalutazione degli aspetti relativi alle emissioni in atmosfera – Altri aspetti parimenti suscettibili di considerazione - DIRITTO DELL’ENERGIA – Impianti di energia da fonti rinnovabili – Localizzazione in zona agricola – Valutazione discrezionale dell’amministrazione.

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA 16 febbraio 2015

* RIFIUTI  - Recupero – Aree di conferimento – Pavimentazione - Aree destinare alla movimentazione dei veicoli in entrata e in uscita – Sono comprese - Art. 216, c. 3 d.lgs. n. 152/2006 – Iscrizione delle imprese nel registro provinciale – Pubblicità - Adempimento doveroso per l’amministrazione provinciale.

Categoria: 

Autorità: 

TAR SICILIA, Palermo, Sez. 1^ - 13 febbraio 2015, n. 461

INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO – BENI CULTURALI E AMBIENTALI – MUOS -  Opere destinate alla difesa militare – Autorizzazione paesaggistica – Esonero – Inconfigurabilità -  Autorizzazione paesaggistica – Durata quinquennale – Caducazione ex lege – Fatti impeditivi di carattere assoluto (factum principis o forza maggiore) – Irrilevanza – AREE PROTETTE – Valutazione  di Incidenza Ambientale  -  Carattere preventivo – MUOS – “Revoca delle revoche” – Erroneità ed icompleteza dei presupposti.
 

Categoria: 

Autorità: 

TAR PUGLIA, Lecce - 12 febbraio 2015

* VIA, VAS E AIA - AIA – Conferenza di servizi – Impianto di trattamento delle acque di falda - Prescrizioni – Previsione della possibilità, per l’ARPA, di apporre nuove prescrizioni al di fuori della conferenza – Illegittimità - ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Art. 74, c. 5 d.lgs. n. 152/2006 – Pozzetti di campionamento – Diluizione/miscelazione prima dello scarico finale – Inclusione tra i pozzetti di campionamento di alcuni pozzetti intermedi – Legittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Napoli - 3 febbraio 2105

* RIFIUTI – Registro provinciale di cui agli artt. 214 e 216 d.lgs. n. 152/2006 – Cancellazione in assenza di un comportamento colpevole della ditta – Illegittimità – Fattispecie: inerzia serbata dalla regione – Norme tecniche e condizioni di cui al c. 1 dell’art. 216 del d.lgs. n. 152/2006 – Parere di assoggettabilità a VIA – Non è richiesto.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PUGLIA, Bari, 18 dicembre 2014

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA -  Fondo urbanisticamente unitario – Principio della libera allocazione dell’intervento edilizio  - Asservimento o accorpamento – Applicabilità del principio -  Area da asservire e area destinata all’edificazione – Omogeneità – Requisito necessario -  Area edificatoria già utilizzata a fini edilizi – Ulteriore edificazione – Volumetria consentita.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Milano 9 dicembre 2014

* INQUINAMENTO ACUSTICO – Disciplina acustica dei suoli – Competenza – Aree collocate fuori dal territorio comunale – Zonizzazione acustica – Zone cuscinetto dichiaratamente insufficienti  - Imposizione  di obblighi di risanamento acustico ad attività preesistenti – Illegittimità – Piano di risanamento acustico – Art. 2, c. 1, lett. d) l.r. Lombardia n. 13/2001 – Obblighi di risanamento acustico a favore di aree non ancora urbanizzate – Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PIEMONTE 28 novembre 2014

* INQUINAMENO ACUSTICO – Zonizzazione – Classi di zonizzazione – Tabella A allegata al D.P.C.M. 14 novembre 1997 – Regione Piemonte – Art. 6, c. 1, lett. e) l.r. n. 52/2000 – Principi  – Preesistenza di una determinata destinazione d’uso -  Attività industriale preesistente – Rilevanza – Riferimento a parametri potenziali non esistenti allo stato – Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA , Brescia 26 novembre 2014

* INQUINAMENTO ACUSTICO – Zonizzazione – Preesistenti destinazioni d’uso del territorio – Approssimazione – Parametri contenuti nell’art. 844 c.c. – Limite di tollerabilità – Immissioni che superino di 3 dB(A) la rumorosità di fondo – Differenziale ammissibile sotto il profilo amministrativo – Armonizzazione della disciplina civilistica con la tutela amministrativa – Doppia tutela – Esigenze legate alla produttività.

Categoria: 

Autorità: 

Pagine