CORTE COSTITUZIONALE – 10 maggio 2012, n. 114

DIRITTO DEMANIALE – Rinnovo delle concessioni – Principi di temporaneità e di apertura alla concorrenza – VIA – Art. 2, c. 10 l.p. Bolzano n. 4/2011 – Rinnovo automatico trentennale di tutte le concessioni – Espletamento delle procedure di VIA – Impedimento – Illegittimità costituzionale – DIRITTO DELL’ENERGIA – Concessioni di derivazione a scopo idroelettrico – Art. 3, cc. 1 e 3 l.p. Bolzano n. 4/2011 – Contrasto con l’art. 12, c. 1 d.lgs. n. 79/99 – Necessità della gara ad evidenza pubblica - ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Infrastrutture idriche – Proprietà – Regime – Art. 143 d.lgs. n. 152/2006 – Materia ascrivibile all’ordinamento civile – Art. 5, c. 1 l.p. Bolzano n. 4/2011 – Illegittimità costituzionale - DIRITTO URBANISTICO – Norme in materia di distanze tra edifici – Principi inderogabili – Art. 9, c. 4, alinea  6 e 7 l.p. Bolzano n. 4/2011 – Possibilità di derogare alle distanze ai fini dell’isolamento termico degli edifici o dell’utilizzo dell’energia solare – Illegittimità costituzionale.

Categoria: 

Autorità: 

TAR UMBRIA – 22 marzo 2012

* RIFIUTI – ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Effluenti di allevamento – Utilizzazione agronomica – Violazione delle disposizioni inerenti il sistema di controllo – Intrinseco pericolo per la salute e l’ambiente – Poteri di ordinanza ex d.lgs. n. 267/2000 – Potere inibitorio ex art. 41, lett. b) d.G.R. Umbria n. 1492/2006 - Omessa comunicazione ai Comuni e all’ARPA (artt. 12 e 14 d.G.R. Umbria n. 1492/2006) – Requisiti di tracciabilità dei liquami - VIA, VAS E AIA – Allevamenti – Presenza di capi suini in numero superiore a 2.000 – D.lgs. n. 59/2005 – Necessità dell’AIA.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO – 8 marzo 2012

* RIFIUTI – Autorizzazione di attività potenzialmente inquinante – Impugnativa -  Ricorrente – Prospettazione di temute ripercussioni sul territorio – Sufficienza - VIA – Finalità – Identificazione e valutazione delle possibili alternative al progetto – Mancata considerazione dell’opzione zero – Illegittimità – Art. 21, c. 2, lett. b) d.lgs. n. 152/2006 - DIRITTO URBANISTICO – Tracciati delle linee ferroviarie – Fascia di rispetto – Modifiche di manufatti preesistenti – Applicabilità - ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Innalzamento dell’altezza di una discarica – Fascia di rispetto di dieci metri dal piede degli argini – Iscrizione del corso d’acqua nell’elenco delle acque pubbliche – Necessità – Esclusione – Discariche - Distanze dalle abitazioni – Art. 32 l.r. Veneto n. 3/2000 – Discariche di inerti – Applicabilità – Fondamento.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA CE Sez. Grande 28/02/2012 Sentenza C-41/11

INQUINAMENTO IDRICO - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Nitrati provenienti da fonti agricole - Protezione delle acque dall’inquinamento - Piani e programmi sull’ambiente - Valutazione degli effetti - Omessa valutazione ambientale preventiva - Annullamento di un piano o programma - Mantenimento effetti del piano o programma - Presupposti - Art. 2 e 3 Dir. 2001/42/CE.  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA CE Sezione Grande 28/02/2012 Sentenza C-41/11

INQUINAMENTO IDRICO - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Nitrati provenienti da fonti agricole - Protezione delle acque dall’inquinamento - Piano o programma - Valutazione ambientale preventiva - Necessità - Omissione - Effetti - Annullamento di un piano o programma -  Valutazione degli effetti del piano o programma - Eccezionale mantenimento - Presupposti - Art. 2 e 3 Dir. 2001/42/CE.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO – 16 febbraio 2012

* ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – DIRITTO URBANISTICO – Corsi d’acqua – Fabbricati – Distanza dagli argini – Art. 96, lett. f) r.d. N. 523/1904 – Art. 133, lett. a) r.d. n. 368/1904 – Differenza – Fabbricati realizzati a distanza inferiore a quella minima - Interesse del proprietario al mantenimento dell’edificio – “Surrogazione” – Demolizione e ricostruzione – Identità di sagoma, volume e superficie – Applicazione del limite di distanza.

Categoria: 

Autorità: 

TAR EMILIA ROMAGNA, Parma - 25 gennaio 2012

* ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Scarico – Situazioni di pericolo per la salute pubblica – Art. 130 d.lgs. n. 152/2006 – Graduazione degli interventi – Ordinanza contingibile e urgente – Necessità – Esclusione – Art. 124 d.lgs. n. 152/2006 – Scarichi di acque reflue domestiche – Prescrizioni del gestore del servizio idrico integrato – Obbligo del privato di attenersi alle regole locali – Controlli delle autorità preposte – Influenza – Esclusione – Inconsapevolezza della situazione di irregolarità – Carenza di responsabilità – Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma - 20 gennaio 2012

* LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Associazione di protezione ambientale – Riconoscimento ex art. 13 L. n. 349/1986 – Legittimazione ad agire in giudizio – Interessi recepiti nelle finalità statutarie - DIRITTO PROCESSUALE AMMINISTRATIVO – Pubblici servizi – Art. 133, lett. c) C.P.A. – Individuazione autoritativa dell’idoneità del servizio idrico integrato sotto il profilo della pubblica salute – Giurisdizione esclusiva del TAR - ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Servizio idrico integrato – Tariffa prefissata per l’utenza – Valutazione dell’effettiva adeguatezza e qualità del servizio prestato – Principio di precauzione – Nozione – Azione dei pubblici poteri – Prevenzione anticipata – Coordinamento con i principi di libera concorrenza, libertà di stabilimento e libera prestazione dei servizi – Presenza di disciplina armonizzata a livello comunitario – Assorbimento – Qualità delle acque destinate al consumo umano – Deroga ai limiti di concentrazione – Amministrazione competenti – Attuazione della deroga – Antigiuridicità – Esclusione – Presenza di arsenico nell’acqua – Decisione comunitaria del 28/10/2010 – Amministrazioni centrali dello Stato – Adempimento tardivo – Violazione dei principi di buon andamento, imparzialità, economicità, efficacia, pubblicità e trasparenza – Condotta illegittima – Colpa - Danno non patrimoniale derivante dalla lesione del siritto alla salute – Art. 32 Cost. – Risarcibilità – Art. 2059 c.c. – Danno non patrimoniale – Nozione – Danno biologico – Accertamento medico-legale – Prova concreta e puntuale delle lesioni subite – Liquidazione del danno alla salute – Totalità del pregiudizio – Sofferenze future – Esposizione degli utenti all’arsenico in concentrazione maggiore al consentito – Riconducibilità alla violazione delle regole di buona amministrazione – Risarcibilità del danno non patrimoniale.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PIEMONTE - 28 dicembre 2011

* ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Acque pubbliche – Giurisdizione del TSAP – Incidenza diretta del provvedimento amministrativo sul regime delle acque pubbliche – Significato - Art. 143 T.U. n. 1775/33 – Presenza di tecnici esperti nella materia nella composizione di ogni collegio giudicante – Soluzione di questioni tecniche di carattere idraulico e acquedottistico - Controversie che involgono censure di carattere prettamente giuridico – Estraneità – Fattispecie – Servizio idrico integrato – Individuazione della figura gestoria – Competenza dell'autorità d'Ambito – Singoli Comuni – Potere di recesso – Insussistenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE COSTITUZIONALE – 25 novembre 2011, n. 320

ACQUA – Servizio idrico integrato – Conferimento in proprietà delle infrastrutture idriche –Abrogazione tacita dell’art. 113, c. 13 del T.U.E.L. - Beni del demanio accidentale –Materia ascrivibile all’ordinamento civile, di competenza esclusiva statale – Art. 49, c. 2, l.r. Lombardia n. 26/2003, introdotto dall’art. 1, c. 1, lett. t) della l.r. 21/2010 – Illegittimità costituzionale.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Milano, Sez. 2^ – 6 ottobre 2011

* ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Fascia di rispetto dell’argine fluviale – Vincolo di inedificabilità – Provvedimenti adottati dal Comune o dalla Provincia a tutela del vincolo – Domanda di annullamento – Giurisdizione – TSAP - Tutela delle acque pubbliche – Art. 96, c. f) R.D. n. 523/1904.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE 26/09/2011

* INQUINAMENTO IDRICO – INQUINAMENTO ATMOSFERICO - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Attività di scarico non autorizzata - Effluvi molesti e maleodoranti - Perturbamento psicologico della vita quotidiana - Risarcimento danni - Diritti costituzionalmente garantiti – Fattispecie - Art. 2043 cod. civ.  - Art. 137 co. 1 D. L.vo n.152/06 - Artt. 74 e 80 cpp..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. III 26/09/2011 Sentenza n.34758

INQUINAMENTO IDRICO - Scarichi di frantoi oleari - Acque di vegetazione - Utilizzazione agronomica - Presupposti - Connessione con l'azienda agricola - Limiti di tollerabilità dei terreni - Difetto di autorizzazione - Reato di scarico di acque reflue industriali – Configurabilità - Fattispecie - Artt. 192, 256, c.2 D.Igs n. 152/2006 - L.  n. 574/1996.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE Sezioni Unite 13/09/2011

 * ACQUA - DIRITTO DELL'ENERGIA - Concessione di derivazione - Prelievo di acqua da pozzi e fiume - Raffreddamento di una centrale termoelettrica - Possibilità di riduzione del 50% del canone di concessione - Presupposti - Restituzione delle acque con le stesse caratteristiche qualitative e quantitative - Riuso dell'acqua all'interno del ciclo produttivo - Fattispecie - Art.18, c. 1, lett. d) L. n.36/1994 - Art. 2697 cod. civ.. 

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia, Sez. 2^ – 3 settembre 2011

* ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Acque pubbliche – Giurisdizione del T.S.A.P. – Estensione – Art. 143, c. 1, lett. a) R.D.  n. 1775/33 - Fattispecie – Servizio idrico integrato – Soppressione delle Autorità d’Ambito – Art. 2, c. 186 bis L. n. 191/2009 – Regione Lombardia – Esercizio della potestà legislativa regionale – L.r. n. 21/2010 – Successivo rinvio del termine per la definitiva soppressione al 31/12/2011 – D.L.  n. 255/2010 – D.P.C.M. 25/3/2011 – Conseguenze -  L.R. Lombardia n. 21/2010, art. 2 – Province – Possibilità di avvalersi delle Autorità d’Ambito sino al 1° luglio 2011 – Regolamentazione dei rapporti in termini di delega – Delega e avvalimento – Diversità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR SICILIA, Palermo, Sez. III – 31 agosto 2011

 * ACQUA – INQUINAMENTO IDRICO – Piano di bacino distrettuale – Art. 65 d.lgs. n. 152/2006 – Vincolo idrogeologico – Disposizioni di piano - Carattere immediatamente vincolante – Area classificata R4 -  Istanza di concessione edilizia per la realizzazione di nuove unità abitative – Diniego – Legittimità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, 1 agosto 2011

* INQUINAMENTO IDRICO - DIRITTO SANITARIO - Scarico abusivo delle acque reflue industriali - Direttore Generale Azienda Ospedaliera - Condotta negligente - Colpa penalmente rilevante - Configurabilità del reato - Elemento soggettivo - Scriminante - Situazione di emergenza, necessità di garantire la continuità dell'attività della struttura sanitaria - Non sussiste - Art. 137, D. L.vo n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

T.A.R. LOMBARDIA, Brescia, Sez. II - 1 agosto 2011, n. 1228

ACQUA E CORSI D’ACQUA - Fascia di rispetto dagli argini - Art. 96, lett. f) R.D. n. 523/1904 - Regolamenti comunali - Tolleranza verso abusi edilizi - Conferimento di diritti edificatori - Esclusione  - DIRITTO URBANISTICO - Edifici in rovina - Ricostruzione - Superficie, volumetria e distanze - Mantenimento del patrimonio giuridico incorporato nell’edificio - Strumenti di pianificazione sopravvenuti - Effetti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE 22/07/2011

* INQUINAMENTO IDRICO - RIFIUTI - Impianto di frantumazione e lavaggio inerti ubicato nell'alveo del torrente - Scarico di acque reflue - Danneggiamento di acque pubbliche, deterioramento di bellezze naturali e paesaggistiche - Art. 635 c.p. reato di danneggiamento – Verifica dei limiti di accettabilità e della natura delle sostanze – Necessità – Esclusione - Processo deciso allo stato degli atti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Violazione di sigilli - Configurabilità del reato – Tutela penale del sequestro - Responsabilità  del custode – Onere della prova - Caso fortuito o forza maggiore - Obbligo di impedire la violazione dei sigilli – Art. 349 c.p. - Appello - Richiesta di rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale – Integrazione istruttoria - Funzione e limiti – Ipotesi di rigetto  e motivazione - Art. 603 c.p.p. - Presenza di una causa di estinzione dei reato – Poteri e doveri del giudice - Sentenza di assoluzione - Art. 129 c.p.p., c. 2. – Sentenze di primo e secondo grado - Struttura motivazionale unica – Presupposti. 

Categoria: 

Autorità: 

TRIBUNALE FOGGIA CIVILE 27/06/2011 Sentenza n.1047

* PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - ACQUA - RISARCIMENTO DEL DANNO - Enti proprietari delle strade - Invasione del fondo rustico dalle acque piovane - Risarcimento del danno prodotto - Responsabilità solidale tra coobbligati - Obblighi - Fattispecie -  Acque meteoriche allagamenti, smottamenti, cedimenti - Danni patrimoniali - Artt. 2055 e 2043 c.c. - Art. 14 D. Lgs. n. 285/1992.

Categoria: 

Autorità: 

Pagine