CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/01/2017 Sentenza n.651

DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Istituto della sospensione del procedimento con messa alla prova - Calcolo pena edittale detentiva - Fattispecie-base - Ininfluenza eventuali circostanze aggravanti - Art. 168-bis cod. pen. - Richiesta di sospensione del processo con messa alla prova - Ricorso per cassazione - Immediata ricorribilità dell'ordinanza di rigetto - Esclusione - Appellabilità unitamente alla sentenza di primo grado - Artt. 586 e 464-quater, comma settimo, cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 7^ 04/01/2017 Ordinanza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Difformità tra la normativa urbanistica ed edilizia e l'intervento realizzato - Ordine di demolizione delle opere abusive - Verifiche obbligatorie del giudice penale - Eventuale "disapplicazione" - Artt. 44, 93, 95 DPR n. 380/2001 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Rivalutazione del compendio probatorio e perimetro della giurisdizione di legittimità - Preciso difetto del percorso logico argomentativo - Necessità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 7^ 04/01/2017 Ordinanza n.

* CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Reati per la gestione dei rifiuti - Subordinazione del beneficio della sospensione condizionale della pena alla bonifica del sito - Eliminazione delle conseguenze dannose o pericolose del reato - Reati di cui agli artt. 256 e 257 d.lgs n. 152/2006 - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Artt. 181 d.lgs 42/04 e 734 cp. - Fattispecie: alterazione morfologica dello stato dei luoghi - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Rivalutazione del compendio probatorio e perimetro della giurisdizione di legittimità - Preciso difetto del percorso logico argomentativo - Necessità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 7^ 04/01/2017 Ordinanza n.

* CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Gestione di rifiuti - Fanghi derivanti dall'attività di autolavaggio - Nozione di rifiuto speciale - Accertamento della pericolosità di un rifiuto - INQUINAMENTO IDRICO - ACQUA - Prelevamento di campioni e l'analisi - Reati di cui agli artt. 137 e 256 d.lgs n. 152/2006 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Applicazione e limiti - Considerazione del "fatto" nella sua dimensione "plurima" - Assenza di specifica istanza - Il giudice di merito non è tenuto a riconoscere le circostanze attenuanti generiche, né è obbligato a motivarne il diniego - Art. 131 bis cod. pen. - Sospensione condizionale della pena - Concedibilità del beneficio - Valutazioni del giudice di merito.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 7^ 04/01/2017 Ordinanza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Violazioni edilizie - Intervento abusivo - Identificazione del committente - Materiale disponibilità del bene oggetto - Artt. 44 c.1 lett.b), e 95 del d.P.R.n. 380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Forma dell'impugnazione - Ricorso per cassazione - Critica specifica al provvedimento impugnato - Necessità - Possibilità di rilevare e dichiarare le cause di non punibilità - Limiti - Inammissibilità dell'impugnazione - Art. 129, 581, 591 c.p.p. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 03/01/2017 Sentenza n.76

DIRITTO DEGLI ALIMENTI - TUTELA DEI CONSUMATORI - FAUNA E FLORA - Acque marine - Tutelare le risorse biologiche - Vendita di mitili della specie Venus Gallinae di dimensione inferiore a 2,5 cm. - Art. 7, lett. b) (oggi lettera a), d. lgs. 12 gennaio 2012, n. 4 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Vizi della motivazione e controllo del Giudice di legittimità - Presupposti e limiti - Profilo logico-argomentativo - Rilettura degli elementi di fatto - Esclusione - Diniego della concessione delle attenuanti generiche - Art. 131-bis cod. pen. - Criteri di valutazione e motivazioni - D. lgs. 16 marzo 2015, n. 28.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/12/2016 Sentenza n.53102

INQUINAMENTO ACUSTICO - RUMORE musica ad alto volume in appartamento - Disturbo al riposo e alle occupazioni dei vicini - Emissioni rumorose e violazione dell'art. 659 cod. pen. - Criteri per la configurabilità reato - Emissioni sonore prodotte dall'impianto stereo - Omissione di adottare le dovute cautele - Anche se solo due persone denunciano il fatto non può incidere sulla sussistenza del reato - Fattispecie - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Responsabilità genitoriale nei confronti dei figli minori - Obbligo di sorveglianza - Non impedire un evento che si ha l'obbligo giuridico di impedire equivale a cagionarlo - Art. 40, c.2, cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Responsabilità civile per fatti illeciti commessi dal minore convivente - Onere della prova di non avere potuto impedire il fatto - Artt. 147 e 2048 cod. civ..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/12/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Dichiarazione di notevole interesse pubblico - Effetti della sentenza n. 56/2016 Corte costituzionale - Riqualificazione del reato - Annullamento per prescrizione - Revoca dell'ordine di riduzione in pristino impartito con la sentenza di primo grado - Fattispecie - Artt. 44, c.1, lett. e), e 95 d.P.R. n. 380/2001 - Art. 181, c.1-bis d.lgs. n. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Obbligo della immediata declaratoria di determinate cause di non punibilità in sede di merito e di legittimità - Art. 129, comma 2, cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/12/2016 Sentenza n.53126

DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Attività processuale - Provvedimento di rinvio del processo per esigenze proprie della parte - Ruolo delle parti nel processo penale - Sospensione della prescrizione - DIRITTO VENATORIO - CACCIA - Reato di cui all'art.30, L. n.157/1992 - Fattispecie: Caccia di esemplari di specie protetta (pettirossi) con mezzi non consentiti (trappole) e non ammessi (pasturazione).

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/12/2016 Sentenza n.

* PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Falsa attestazione di un funzionario comunale indotto da una falsa rappresentazione della realtà fornita dagli indagati - Dissequestro - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Rigetto sequestro - Impugnazione del decreto - Poteri del PM. - Ricorso per cassazione - Limiti - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Impianto di autolavaggio e reati ambientali e urbanistici - Sequestro preventivo - Artt. 321 e 322 bis cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/12/2016 Sentenza n.52838

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Formulario di identificazione dei rifiuti (f.i.r.) - Redazione e utilizzazione di f.i.r. falsi - Rilevanza ai fini dell’accertamento dei reati di abusiva gestione di rifiuti o traffico illecito - Natura di documento recante una mera attestazione del privato - Valore certificativo della natura e composizione del rifiuto trasportato - Esclusione - Artt. 183, 189, 190, 193, 208, 258, c.4, 260 e 311 d.lgs. n. 152/2006 - Gestione dei rifiuti - Attività organizzata di traffico di rifiuti - Pluralità di operazioni con allestimento di mezzi ed attività continuative organizzate, ovvero attività di intermediazione e commercio -  Sussistenza del dolo specifico per l'integrazione del reato - Ingiusto profitto - Abusività della gestione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudice di legittimità e controllo sulla motivazione - Limiti - Accertamento sulla congruità e coerenza dell'apparato argomentativo - Art. 606, comma 1, lettera e), cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/12/2016 Sentenza n.

* DIRITTO VENATORIO - FAUNA E FLORA - Detenzione di parti di animali morti di fauna selvatica - CACCIA - Esercizio con con mezzi vietati - Sequestro probatorio (avente ad oggetto una pelle di tasso, una testa di cinghiale, due pelli di scoiattolo) - Reati di cui agli artt. 18, 21 e 30 Legge n.157/1992.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/12/2016 Sentenza n.52861

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Lottizzazione abusiva - Zone di nuova espansione o scarsamente urbanizzate - Assenza di un piano attuativo dello strumento urbanistico generale - Condizione di legittimità per il rilascio dei singoli permessi di costruire - Fattispecie: lottizzazione abusiva in zona sottoposta a vincoli sismico, paesaggistico, idraulico, idrogeologico e ferroviario, nonché di edificazione abusiva - Artt. 30, 44 d.P.R. n. 380/2011 - Art.181, c.1-bis, d.lgs. n. 42/2004 - Natura della contravvenzione di reato a consumazione alternativa - Piano di lottizzazione - Titolari di concessione, committenti e costruttori - Responsabilità - Obbligo di controllare la conformità dell'intera lottizzazione e delle singole opere alla normativa urbanistica e alle previsioni di pianificazione - Titolo abilitativo illegittimo, provvedimento abilitativo meramente illegittimo e titolo mancante dei requisiti di forma e di sostanza o inesistente - Differenza ed effetti - Poteri del giudice - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Reato urbanistico di di lottizzazione abusiva - Sequestro finalizzato alla confisca - Motivazione non necessaria circa il periculum in mora - Art. 321, c.2, cod. proc. pen.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/12/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Lottizzazione abusiva - Natura di reato a consumazione alternativa - Presenza di titolo abilitativo illegittimo - Configurabilità del reato urbanistico - Fattispecie: lottizzazione e progetto d'insieme - Artt. 30, 44, comma 1, e, del d.P.R. n. 380/2011 - Art. 181, comma 1-bis, del d.lgs. n. 42 del 2004 - Edificazione di un'area non urbanizzata - Necessità di un piano attuativo - Reato di lottizzazione abusiva configurabilità - Zone di nuova espansione o scarsamente urbanizzate - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Periculum in mora - Sequestro finalizzato alla confisca - Art. 321, c.2, cod. proc. pen. - Giurisprudenza - Fattispecie: reati di lottizzazione abusiva in zona sottoposta a vincoli sismico, paesaggistico, idraulico, idrogeologico e ferroviario.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 12/12/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reati urbanistici ed edilizi - Riesame delle misure cautelari reali - Nozione di "violazione di legge" - Fattispecie: Trasferimento fittizio di beni immobili e mobili - Sequestro preventivo finalizzato alla confisca - Reati di cui agli artt. 44, lett. e), 93, 94, 95, d.P.R.  n. 380/2001 e 181, d.lgs. n. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Motivazione assente (o materiale) - Motivazione apparente.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 12/12/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Valutazione della consistenza dell'intervento abusivo - violazioni urbanistiche e paesaggistiche - Speciale causa di non punibilità - Limiti di applicabilità - Poteri del giudice di merito - Reati di cui agli artt. 36, 44, 45, 64, 65, 71 e 72, 93 e 95 d.p.r. n.380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Accertamento in sanatoria - Richiesta di sospendere il procedimento penale in attesa della definizione del procedimento amministrativo - Poteri e obblighi del giudice - Art. 45 d.p.r. n.380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/12/2016 Sentenza n.

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reato di impossessamento illecito di beni culturali - Ritrovamento di beni archeologici - Configurazione dell'elemento soggettivo del reato - Condotta tenuta - Dolo generico - Inversione dell'onere della prova - Articolo 176 del decreto legislativo n. 42/2004 - Giurisprudenza - Nozione di bene culturale - Interesse culturale oggettivo - Caratteristiche della res - Requisiti peculiari attinenti alla tipologia, alla localizzazione, alla rarità e ad altri analoghi criteri - Formale provvedimento dell'autorità amministrativa - Ininfluente - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Correlazione tra imputazione contestata e sentenza - Violazione del principio - Rapporto di diversità o di inconciliabilità sostanziale - Pregiudizio - Fattispecie: ricerche archeologiche non autorizzate - Art. 521 codice di procedura penale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/12/2016 Sentenza n.

* ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Impianti di autolavaggio - Natura di insediamenti produttivi - Qualità inquinante delle acque - Sversamento sul suolo - Acque reflue industriali - Configurabilità del reato - Artt. 74, 133, 137, 256, c.1, d.lgs. n. 152/2006 - GIURISPRUDENZA - Acque reflue provenienti dallo svolgimento dell'attività produttiva dell'autolavaggio - Nozione di acque reflue industriali - Attività artigianali e prestazioni di servizi - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Prova "decisiva" e inammissibilità dei motivo di ricorso - Art. 606 lett. d) cod. proc. pen. - Mancata concessione della sospensione condizionale della pena - Poteri del giudice.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 05/12/2016 Sentenza n.51683

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Esecuzione di opere in conglomerato cementizio armato in zona sismica - Procedure e preventivi controlli - Inefficacia deroghe adottate dalle Regioni - Pericolo per la pubblica incolumità - Disciplina antisismica - Artt. 44, 83, 93 94 e 95 d.P.R. 380/2001 - Realizzazione di opere abusive - Rilascio della autorizzazione in sanatoria - Violazioni urbanistico-edilizie - Diritto al risarcimento dei danni - Sopravvivenza all'estinzione del reato per intervenuta sanatoria - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Natura e applicabilità - Esiguità del danno o del pericolo - Valutazione e accertamento del giudice di merito - Giudizio di legittimità - Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 05/12/2016 Sentenza n.51681

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Effettuazione di ricerche archeologiche senza autorizzazione - Rilevanza penale della condotta indipendentemente dal rinvenimento di oggetti - Reato di impossessamento di materiale archeologico ritrovato nel sottosuolo e appartenente allo Stato - Necessità della preventiva autorizzazione - Sanzioni penali e diversità delle due fattispecie - Artt. 175 e 176 D. Lgs. n.42/04 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Processo in appello - Inammissibilità del ricorso per cassazione - Maturazione del termine prescrizionale e cause di non punibilità a norma dell'art. 129 c.p.p. - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/11/2016 Sentenza n.50767

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Manufatti su ruote Nozione di precarietà - Struttura prefabbricata realizzati in zona sismica e sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale - Opera considerata unitariamente e non nelle sue singole componenti - Costruzione di un massetto - Artt. 44, lett. e), 64, 65, 71, 72, 93, 94 e 95, T.U. Edilizia - Condanna per reati edilizi - Manufatti abusivi - Subordine al beneficio della sospensione condizionale della pena alla demolizione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Obbligo di motivazione - Artt. 164 c.1, 165c.1 e 165 c.2 c.p. - Reati edilizi - Particolare tenuità del fatto e reato permanente o plurime violazioni - Effetti giuridici - Art. 131-bis cod. pen. - Giudizio di legittimità - Rilettura degli elementi di fatto o valutazione delle prove - Esclusione - Apparato logico argomentativo sui vari punti della decisione - Verifiche - Art. 606, lett. e), cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/11/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Interventi edilizi su strutture ricettive all'aperto (villaggi turistici, campeggi, attività agrituristiche, parchi vacanza...) - Permanenza temporanea - Nuova formulazione dell'art. 3 comma1, lett. e5) del d.P.R.380\01 - Codice del turismo - Sosta e soggiorno di turisti - Art. 13 d.lgs. 23/05/2011 n.79 - Intervento edilizio abusivo - Rilevanza, elementi, consistenza e parametri di valutazione - Giurisprudenza - Artt. 3, 10, 44 lett. b) dpr 380/2001 - Le definizioni contenute nell'art. 3, d.P.R. n. 80/2001 prevalgono su quelle contenute negli strumenti urbanistici generali e dei regolamenti edilizi - Natura precaria di un manufatto - Connotato della precarietà - Verifiche - Uso realmente precario e temporaneo per fini specifici, contingenti e limitati nel tempo, con conseguente possibilità di successiva e sollecita eliminazione - Disciplina urbanistica e interesse protetto - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Controllo della P.A. sugli interventi di modifica del territorio - Reato di costruzione abusiva - Natura di reato formale e di pericolo presunto - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Abusi edilizi e reato permanente - Particolare tenuità dell'offesa - Beneficio ex art. 131-bis cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/11/2016 Sentenza n.49838

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reati edilizi e ambientali - Casetta prefabbricata in legno - Estinzione per prescrizione del reato di costruzione abusiva - Zona sottoposta a vincolo paesaggistico - Assenza del permesso di costruire e del prescritto nulla osta - Reato di costruzione abusiva - Natura permanente - Condotta, cessazione e prescrizione - Artt. 44 lett. c) DPR n. 380/2001 e 181 d.Lvo n. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Nuovo vizio definibile come "travisamento della prova" - Differenza del cd. travisamento del fatto - Sindacato della Corte di cassazione - Artt. 129 e 606 cod. proc. pen. -Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/11/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Sottotetto trasformazione a locali ad uso residenziale - Mutamento di destinazione d'uso rilevante - Nuovo art. 23 ter D.P.R. n. 380/2001 - Esecuzione di lavori - Opere in totale difformità dal permesso di costruire - Realizzazione di sole opere interne - Artt. 3, 23 ter, 31, 44, 45  dpr n. 380/2001 - Reati edilizi - Difformità tra titolo abilitativo, normativa urbanistica ed edilizia e intervento realizzato - Verifiche e poteri del giudice penale - Giurisprudenza - Costruzione in totale difformità del permesso di costruire - Criteri per la valutazione del reato di esecuzione dei lavori in totale difformità - Verifiche in corso d'opera - Accertamento di fatto -  Intervento abusivo edilizio - Parametri e criteri per la rilevabilità - Consistenza, destinazione dell'immobile, incidenza sul carico urbanistico, impossibilità di sanatoria, contrasto con gli strumenti urbanistici, costruzioni in zone sismiche, ecc. - Giurisprudenza urbanistica -  Abusi edilizi e particolare tenuità dell'offesa - Reato permanente e contravvenzioni relative agli abusi edilizi - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Regola dell'oltre ogni ragionevole dubbio e ricorso in cassazione - Art. 533 c.p.p. - Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Criteri e presupposti per la configurabilità - Motivazione da parte del Giudice di merito - Necessità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/11/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Manufatto abusivo in materiale coibentato, con copertura di pannelli coibentati - Incidenza di un intervento edilizio - Aggravio del carico urbanistico - Misura cautelare reale - Sequestro - Pericolo degli effetti pregiudizievoli del reato - Requisito della concretezza - Adeguata motivazione - Necessità - Reato di cui all'art. 44 d. P.R. n. 380/2001 - GIURISPRUDENZA - Fattispecie - Sequestro opere abusive - Valutazione del pericolo derivante dalla libera disponibilità del bene - Nozione di "carico urbanistico"  -  Valutazione degli elementi primari e secondari o di servizio - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro preventivo - Presupposti - Giudice del riesame - Valutazione del fumus commissi delicti - Ordinanze emesse in materia di sequestro preventivo - Ricorso per cassazione per violazione di legge - Nozione di violazione di legge - Artt. 321 e 325 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 23/11/2016 Sentenza n.49632

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Raccolta, trasporto e rivendita a terzi rifiuti metallici - Conferimento del materiale - Errore scusabile - Art. 256, c.1, lett.a) e 266, dlgs n. 152/2006 - Emissione di decreto penale - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Artt. 129 e 459 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 21/11/2016 Sentenza n.49266

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Opera edilizia in zona sismica - Preventiva autorizzazione da parte del Genio civile - Necessità - Nozione di "costruzione" - Controlli sul rispetto della normativa in materia di costruzione in zone sismiche - Individuazione dei comuni e delle zone sottoposti alla legislazione antisismica - Presunzione di conoscenza della legislazione antisismica - Ignoranza della legge - Casi di oggettiva impossibilità di conoscenza del precetto - Criteri cd. soggettivi e oggettivi - Artt. 93, 94 e 95 D.P.R. n. 380/2001 - Fattispecie: muro di contenimento in cemento armato - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Revoca dell'ordinanza ammissiva di testi della difesa - Difetto di adeguata motivazione sulla superfluità della prova - Dichiarazione ed effetti - Nullità e sanatoria - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/11/2016 Sentenza n.48577

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Immobile abusivamente realizzato - Ultimazione dei lavori - Individuazione giuridica - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Attività edilizia illecita - Consumazione del reato urbanistico edilizio o ambientali - Natura permanente - Momento di cessazione della condotta antigiuridica - Artt. 44, comma 1, lett. c), d.p.r. n. 380/2001 - Art. 181, comma 1 d.lgs. n. 42/2004 - Subordine della sospensione condizionale della pena alla demolizione del manufatto - Acquisizione dell'immobile al patrimonio del Comune - Eliminazione delle conseguenze dannose del reato - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Attenuanti generiche - Poteri discrezionali del giudice di merito - Irrogazione della pena in una misura prossima al massimo edittale - Specifica e dettagliata motivazione - Necessità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/11/2016 Sentenza n.48584

DIRITTO PROCESSUALE PENALE - AVVOCATI - Giudizio penale di cassazione - Modalità di presentazione dell'impugnazione in sede di legittimità - P.E.C. presentazione non ancora consentita nel giudizio penale di cassazione - Procedimento in camera di consiglio - Deposito delle memorie difensive - Irricevibilità per tardività della memoria anche se pervenuta a mezzo posta elettronica certificata - Art. 611, cod. proc. pen. - Erronea attribuzione del "nomen juris" - Effetti - Art. 568, c.5, cod. proc. pen. - Ricorso per cassazione fondato su motivi non specifici o generici ed indeterminati - Inammissibile.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/11/2016 Sentenza n.48596

RIFIUTI - Abbandono incontrollato di liquami - Reato di inquinamento ambientale - Smaltimento dei rifiuti della lavorazione della molitura delle olive - Art. 256, co. 1, lett. a), d lgs. n. 152/2006 -  Fattispecie: autorizzazioni richieste dalla legge per lo smaltimento delle acque di lavorazione del frantoio tramite spandimento sul terreno circostante - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Decreto di sequestro preventivo di un terreno - Elementi di pericolo con probabilità di danno futuro - Potenziali danni all'ambiente - Valutazione del giudice di merito  - Requisiti richiesti dalla norma processuale di cui all'art. 321 c.p.p. - Giurisprudenza - Fattispecie: Ruscellamento delle acque di vegetazione - Modifica della qualificazione giuridica data dal pubblico ministero - Principio di legalità e corretta qualificazione giuridica - Effetti della correzione del "nomen juris" - Artt. 292 309 e 310 cod. proc. pen. - Sequestro preventivo o probatorio - Riesame delle misure cautelari reali - Ricorso per cassazione - Nozione di "violazione di legge" - Artt. 325 e 606 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/10/2016 Sentenza n.

INQUINAMENTO ACUSTICO - RUMORE - Emissioni sonore moleste - Reato di disturbo al riposo e alla quiete delle persone - Configurabilità dell'articolo 659 cod. pen.- Fattispecie: disturbo ai vicini con urla  e radio ad alto volume - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Speciale causa di non punibilità ex art. 131 bis cod.pen. - Presupposti e limiti per l'applicazione - Particolare tenuità dell'offesa - Non abitualità del comportamento.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/11/2016 Sentenza n.48317

RIFIUTI - Trasporto di rifiuti - Giudizio sulla tenuità del fatto - Art. 256, comma 1 d.lgs. n.152/06 - Presupposti per l’applicabilità della causa di non punibilità - Valutazione della modalità della condotta e l'esiguità del danno o del pericolo - Art. 133, c.1°, cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Requisiti della motivazione in genere - Controllo critico sulla sussistenza di un valido percorso giustificativo - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/11/2016 Sentenza n.48318

RIFIUTI - Gestione di rottami ferrosi - Abitualità del reato e giudizio sulla tenuità del fatto - Valutazione condotta esiguità del danno o del pericolo - Indici requisiti e criteri - Art. 256, c.1 d.lgs. n.152/06 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Particolare tenuità del fatto - Soggetto dichiarato delinquente abituale professionale o per tendenza - Fattispecie.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/11/2016 Sentenza n.47959

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti - Rifiuti identificati da un falso CER - Momento consumativo del delitto - Pluralità di condotte - Fattispecie - Artt. 258, 260 d.lgs. 3 aprile 2006 n. 152 - Attività organizzata di gestione dei rifiuti - Presupposti identificativi - C.d. attività clandestina - Inosservanza delle prescrizioni delle autorizzazioni - Effetti - Requisito dell'abusività della gestione - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Riconoscimento delle attenuanti generiche - Presupposti e aspetti della valutazione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 10/11/2016 Sentenza n.47298

DIRITTO PROCESSUALE PENALE - AVVOCATI - Sopravvenuta carenza di interesse - Ricorso inammissibile - Rinuncia totale o parziale all'impugnazione - Istanza firmata dai soli difensori - Invalida per mancanza di procura speciale - DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - DIRITTO DEMANIALE - Domanda di sanatoria - Ricorso accolto dal T.A.R. - Fattispecie: opere insistenti sia su area demaniale in concessione e sia su area privata di superfici - Reati di cui agli artt.3, 6, 10 e 44, lettera e) del d. P. R. 380 del 2001, 181 d. lgs. 42 del 2004 e 734 cod. pen. - Art. 55 e 1161 cod. nav. e 321 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 10/11/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Violazioni edilizie - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa di carattere ripristinatorio - Prescrizione ex art. 173 cod. pen. - Esclusione - Demolizione e confisca - Natura sanzionatoria (confisca) e ripristinatoria (ordine di demolizione) - Acquisizione gratuita dell'opera abusiva al patrimonio disponibile del Comune - Sentenze Cedu sulla confisca - Art. 31 del d.P.R. n. 380/2001 - Demolizione dell'immobile abusivamente edificato e alienato a terzi - RISARCIMENTO DEL DANNO - Acquirente (reale o simulato) - Rivalsa confronti del venditore - Ordine di demolizione delle opere abusive emesso con la sentenza passata in giudicato - Presupposti per la sospesione - Fattispecie - PROCEDURA PENALE - Ordine di demolizione - Proposizione ricorso al T.A.R. - Effetti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 10/11/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Reato di sopraelevazione - Pericolo di crollo dell'immobile - Zona ad alto rischio sismico - Rigetto di sequestro preventivo dell'immobile - Verifiche del giudice - Artt. 44 lett.B, 65-72, 93-95 d. P.R. n.380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Riesame delle misure cautelari reali - Nozione di "violazione di legge" - Artt. 325, 606, cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/11/2016 Sentenza n.46897

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Codici a specchio - Classificazione dei rifiuti - Compete al detentore del rifiuto - Rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo - DIRITTO SANITARIO - Gestione dei rifiuti sanitari provenienti da vari ospedali - Legislazione comunitaria - Art. 260 d.lgs. n.152/2006 - Classificazione corretta dei rifiuti - Codici "a specchio" - Criteri di individuazione - Catalogo Europeo dei Rifiuti - Rifiuti pericolosi o non pericolosi - Assegnazione di un CER corretto ad un rifiuto - In assenza va classificato come pericoloso - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Riesame delle misure cautelari reali - Ricorso per cassazione in materia di sequestro preventivo o probatorio - Limiti - Nozione di "violazione di legge"  - Artt. 325 e 606 cod. proc. pen. - GIURISPRUDENZA.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 03/11/2016 Sentenza n.46170

INQUINAMENTO - ACQUE - SUOLO - ARIA - DANNO AMBIENTALE - Reato di INQUINAMENTO AMBIENTALE di cui all'art. 452-bis cod. pen. - Criteri per la configurabilità del delitto di “inquinamento ambientale” - Deterioramento significativo e misurabile - Fattispecie: valutazione della responsabilità del progettista e direttore dei lavori di dragaggio di un molo - Artt. 5, 260, 300 d.lgs. n.152/06 - Ambito di operatività dell'art. 452-bis cod. pen. - Definizione e significato dei termini «compromissione» e «deterioramento» "squilibrio strutturale" e "squilibrio funzionale" "significativo" e "misurabile" - RIFIUTI - Traffico illecito di rifiuti - Requisito dell'abusività della condotta - Concetto ampio di condotta «abusiva» - Violazione di leggi statali o regionali, ancorché non strettamente pertinenti al settore ambientale, ma anche di prescrizioni amministrative - Art. 260 del d.lgs. n.152/06 - Direttiva 2008/99/CE - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro preventivo - Valutazione della sussistenza fumus e dell'elemento soggettivo del reato - Giudice del riesame.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 03/11/2016 Sentenza n.46156

DIRITTO VENATORIO E DELLA PESCA - CACCIA - MALTRATTAMENTO ANIMALI - Crudeltà in danno di animali - Videoregistrazioni effettuate dai privati - Utilizzazione probatoria e processuale dei filmati - Processo per bracconaggio - Art. 234 cod. proc. pen. - Art. 30 c.1 lett. a) e h) L. n.157/92 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sindacato della Corte di Cassazione - Limiti - Art. 606, lett. e), cod. proc. pen. - Giurisprudenza - Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Presupposti - Fattispecie: esclusione della causa di punibilità per particolare tenuità del fatto rilevata in una videoregistrazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 03/11/2016 Sentenza n.

* BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Ricerche archeologiche abusive in zona sottoposta a vincolo - Reperti di interesse storico archeologico - Artt. 10 e 175, co. 1, d. lgs. n. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Inammissibilità del ricorso per cassazione fondato su motivi non specifici - Motivi generici ed indeterminati o che ripropongono le stesse ragioni già esaminate e ritenute infondate dal giudice del gravame.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 31/10/2016 Sentenza n.

PESCA - FAUNA E FLORA - Tutela delle risorse biologiche - DIRITTO DEGLI ALIMENTI - Prodotto commercializzato e conformità alla disciplina del settore - Qualifica professionale - Specifica diligenza - Mancanza della verifica delle esatte dimensioni dei tonni - Taglia inferiore alla taglia minima - Configurabilità del reato di cui all'art.7, d. lgs. n. 4/2012 - Regolamento (UE) 2015/98 - PROCEDURA PENALE - Motivazione e coerenza strutturale della decisione - Limiti del controllo del Giudice di legittimità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 31/10/2016 Sentenza n.

* DIRITTO DEGLI ALIMENTI - Preparazione delle carni con additivi chimici non autorizzati - Disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle bevande - Prodotto commercializzato non conforme alla disciplina sanitaria -  Artt. 5 e 6 Legge n. 283/1962 - PROCEDURA PENALE - Impugnazione proposta come appello e riqualificata come ricorso per cassazione - Principio di conservazione degli atti - Art. 568 c.5, cod.proc.pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 31/10/2016 Sentenza n.

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Scarico su terreno demaniale di cumulo di terra contaminato - Reato di cui all'art. 256, cc.1, lett. a) e 2 d.lgs. 152/2006 - Sentenza ai sensi dell'art. 444 cod. proc. pen. (patteggiamento) - Provvedimento del giudice dell'esecuzione - DIRITTO DEMANIALE - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Confisca del mezzo - Ambito di operatività degli artt. 666, c.2 e 667, c.4 cod. proc. pen. - Inammissibilità del ricorso - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 28/10/2016 Sentenza n.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - DIRITTO URBANISTICO - Abuso d'ufficio - Prova del dolo intenzionale desunta da elementi sintomatici - Intenzionalità del vantaggio - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudice dell'udienza preliminare - Compiti e limiti - Disamina del merito del materiale probatorio - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 25/10/2016 Sentenza n.44921

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Intervento edilizio di ristrutturazione - Requisiti per la qualificazione della ristrutturazione - Titoli urbanistici necessari - Individuazione - Fattispecie: demolizione e ricostruzione di due pajare - Artt.3, 20, 44, d.P.R. 380/2001 - Intervento di ripristino o di ricostruzione di un edificio o di parte di esso crollato o demolito - Caratteristiche essenziali dell'edificio - Elementi certi e verificabili - Titoli abilitativi - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sentenza di non luogo a procedere pronunciata dal GUP - Presupposti e limiti - Art. 425, comma 3, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/10/2016 Sentenza n.44590

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Responsabilità del costruttore che esegue i lavori in violazione delle prescrizioni - Responsabilità del committente a titolo di extraneus - Reato di cui agli artt. 64 e 71 del D.P.R. n. 380/2001 - Artt. 31, 44, 53, 64 e 71 del D.P.R. n. 380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Estinzione del reato per prescrizione - Prevalenza sulla causa di non punibilità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 19/10/2016 Sentenza n.44319

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Apertura di pareti finestrate - Permesso di costruire - Necessità - Intervento edilizio comportante una modifica dei prospetti - Ristrutturazione edilizia "minore" - Esclusione - Artt. 3, 10, 34, 44, lett. e), d.P.R. n. 380/2001 - Artt. 167, 181, c.1­bis, D. Lgs. n. 42/2004 - Opere interne e reati edilizi - Realizzazione di un soppalco senza modifiche volumetriche - Incremento della superficie utile calpestabile - Aumento di unità immobiliari o modifiche dei volumi - Necessità di permesso di costruire - Presupposti - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Reato paesaggistico - Natura di reato di pericolo astratto - Effettivo pregiudizio per l'ambiente - Esclusione - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - RISARCIMENTO DEI DANNI - Proprietario confinante - Legittimazione a costituirsi parte civile - Condanna generica al risarcimento dei danni in favore della Parte Civile - Accertamento della potenziale capacità lesiva del fatto dannoso - Nesso di causalità - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Valutazione globale di quelle deduzioni e risultanze - Compiti giudice di merito - Particolare tenuità del fatto - Causa di esclusione della punibilità - Presupposti e limiti per la sua applicazione - Art. 131 bis cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/10/2016 Sentenza n.

* DANNO AMBIENTALE - Procedimenti per reati che offendono il bene ambientale - Risarcimento del danno ambientale - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Associazioni ambientaliste costituite parti civili - Gestione dei rifiuti prodotti dalle industrie estrattive - Artt. 183, 185, 192, 256 d. lgs. n. 152/2006 Testo unico ambientale - RIFIUTI - Esclusione dalla disciplina sui rifiuti dei fanghi derivanti dallo sfruttamento delle cave - Limiti e presupposti - Natura di rifiuto dei materiali abbandonati - Giurisprudenza CODICE DELL'AMBIENTE - Qualificazione come sottoprodotto di sostanze e materiali - Natura di sottoprodotto - Destinazione certa ed effettiva - Onere della prova - Rifiuti come "propri" dell'imprenditore o dal semplice detentore - Differenza - Abbandono alla rinfusa di rifiuti - Deposito temporaneo - Esclusione - Attività di accertamento - Raggruppamento per categorie omogenee - Necessità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/10/2016 Sentenza n.

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Classificazione dei rifiuti in speciali e urbani - Classificazione dei rifiuti non pericolosi e pericolosi - Classificazione dei rifiuti domestici ingombranti - Criteri di identificazione - Artt. 184 e 255 d.lgs. n.152/2006 - PROCEDURA PENALE - Mezzo di trasporto utilizzato per il traffico o per il trasporto illecito di rifiuto - Confisca dell'automezzo utilizzato per commettere il reato - Natura obbligatoria - Deroga al regime generale di tipo facoltativo di cui all'art. 240 cod. pen. - Art. 6, c.1 bis, d.l. n. 172/2008 - Repertorio Giurisprudenza Rifiuti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/10/2016 Sentenza n.

* BENI CULTURALI E AMBIENTALI - DIRITTO URBANISTICO - AREE PROTETTE - Esecuzione dell'attività edilizia abusiva nonostante il sequestro dell'immobile - Termine della prescrizione - Calcola della decorrenza - Opere abusive in zona sismica sottoposta a vincolo paesaggistico e all'interno di un Parco nazionale - Violazione dei sigilli - Art. 349 c.p. - Artt.44, c.1, lett.e), 64, 65, 71, 72, 75, 93, 94, 95 d.P.R. n. 380/2001 - Art. 181, c.1, del d.lgs. n. 42/2004 - Criteri per individuare la natura pertinenziale delle opere - Requisito dell'individualità fisica e strutturale - Assenza - Permesso di costruire - Necessità - Giurisprudenza - PROCEDURA PENALE - Possibilità di rilevare e dichiarare le cause di non punibilità a norma dell'art. 129 cod. proc. pen. - Limiti - Inammissibilità del ricorso per cassazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/10/2016 Sentenza n.43953

INQUINAMENTO ARIA - Emissioni nocive ed inquinamento da sostanze tossiche - Sequestro parziale degli impianti - Proporzionalità ed adeguatezza del vincolo cautelare reale - Monitoraggio sulla qualità dell'aria - Prescrizione attuate parzialmente - Permanenza delle esigenze cautelari - Rigetto l'istanza di restituzione di beni sottoposti a sequestro preventivo ex decreto del 21/07/2014 - Studio di previsione sulla dispersione dei contaminanti - Art. 321 c.p.p. - Art. 674 c.p. - Art. 279, cc.2 e 5 D.lgs n. 152/2006 - Art. 17 CEDU - Art. 25 undecies, c. 2 lett. h) D.LGS n. 231/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro e periculum in mora - Qualificazione della legittimità dell'imposizione del vincolo - Verifica della persistenza delle ragioni giustificanti il mantenimento della misura cautelare reale - Diritto di proprietà e di libera iniziativa economica privata - Rispetto dei principi di adeguatezza, proporzionalità e graduazione - Art. 275 c.p.p. - Giurisprudenza - Fattispecie - Giudizio di legittimità - Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/10/2016 Sentenza n.

* BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Cancellata in ferro con piantoni e binario scorrevole - Opere abusive in area sottoposta a vincolo paesaggistico - Demolizione e rimessione in pristino dello stato dei luoghi - Art. 181 c.1 d.lgs. n.42/2004 - DIRITTO URBANISTICO - Opere abusive e particolare tenuità del fatto - PROCEDURA PENALE - Esclusione della punibilità di cui all'art. 131 bis cod. pen. - Valutazione complessa e congiunta di tutte le peculiarità della fattispecie concreta - Art. 44, c.1 lett.e, del d.P.R. n. 380/2001 - Artt. 133, 609 c.2, cod. proc. pen. - Subordinazione della sospensione condizionale della pena alla demolizione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/10/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Reati urbanistici e paesaggistici - Bene giuridico tutelato e persone offese dall'intervento abusivo - RISARCIMENTO DEL DANNO - Privati titolari di un mero interesse diffuso all'osservanza delle norme urbanistiche e danno patrimoniale - Presupposti e limiti - Opposizione all'archiviazione - Fattispecie - Art. 44 d.P.R. n.380/2001 - PROCEDURA PENALE - Pregiudizio dalla condotta illecita d'edificazione abusiva - Persona danneggiata - Opposizione alla richiesta d'archiviazione - Esclusione - Legittimazione del titolare del bene giuridico immediatamente leso dal reato - Art. 408 cod. proc. pen.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/10/2016 Sentenza n.43547

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Trasporto di rifiuti senza autorizzazione - Sequestro preventivo del mezzo utilizzato per lo smaltimento di rifiuti - Confisca del mezzo con Decreto penale di condanna - Esclusione - confisca obbligatoria - Artt. 256 259, comma 2, del d.lgs. n. 152/2006 - Artt. 321, 460, cod. proc. pen. - Giurisprudenza - PROCEDURA PENALE - Differenza tra confisca obbligatoria ex art. 240, c.2°, cod. pen. e confische obbligatorie previste da leggi speciali - Decreto penale - Esclusione della confisca. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/10/2016 Sentenza n.43548

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Attività di trasporto abusivo di rifiuti - Sequestro del mezzo di trasporto - Esclusione di specifica motivazione sul periculum in mora - Trasporto illecito di rifiuti - Artt. 212, 256 e 259 d.lgs. n. 152/2006DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Provvedimento di rigetto della richiesta di sequestro preventivo - Appello del pubblico ministero - Avviso a tutti i terzi interessati - Esclusione - Ordinanze in materia di sequestro preventivo e decreto di revoca del sequestro emesso dal P.M. - Legittimazione all'appello - Diritto di difesa dei terzi - Misure cautelari reali - Limiti al sindacato di legittimità - Giurisprudenza - Artt. 127, 309, 321, 322 bis, 324. 325 e 606 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/10/2016 Sentenza n.

INQUINAMENTO ACUSTICO - Disturbo della quiete pubblica, del sonno e del riposo delle persone - Illecito amministrativo e reato penale - Art. 659, cc.1 e 2, cod. pen. - D.P.C.M. del 14/11/1997 - Concorso tra disposizioni - Configurabilità, applicazioni e limiti - Fattispecie: emissioni sonore prodotte dalla musica diffusa nelle pertinenze di un locale - RUMORE - Illecito amministrativo di cui all’art. 10, comma 2, della legge 26 ottobre 1995, n. 447 – Tutela - Oggetto - PROCEDURA PENALE - Correlazione tra l'imputazione contestata e la sentenza - Condotta, nesso causale ed all'elemento soggettivo del reato - Verifiche - Trasformazione radicale del fatto - Art. 521 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/10/2016 Sentenza n.42061

DIRITTO URBANISTICO - Denuncia dei lavori e presentazione dei progetti di costruzioni in zone sismiche - Zone a basso indice sismico - Autorizzazione per l'inizio dei lavori da parte del Genio civile - Normativa antisismica - Artt. 36, 44, 83, 93, 94 e 95 D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Circostanze attenuanti generiche - Criteri per la concessione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 04/10/2016 Sentenza n.

 * DIRITTO URBANISTICO - Reati concernenti violazioni edilizie - Ordine di demolizione - Applicabilità della disciplina sulla prescrizione - Esclusione - Artt. 27, 31, 44 d.P.R. n.380/2001 T.U.E. - Ordine 'giudiziale' di demolizione - Natura di sanzione amministrativa a carattere ripristinatorio - Revocabilità - Effetti della sentenza di applicazione della pena su richiesta (patteggiamento) - Irrevocabilità della sentenza - Finalità ripristinatoria dell'assetto del territorio - Diversa natura e finalità delle pene principali - Applicazione analogica della norma sulla prescrizione - Esclusione - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Abuso edilizio - Legittimità 'convenzionale' della demolizione - Convenzione e.d.u. - Diritto alla abitazione e protezione della proprietà - Presupposti e limiti - Giurisprudenza CE - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Natura della sanzione amministrativa 'ripristinatoria' della demolizione - Focus giurisprudenziale - Esclusione dell'estinzione della sanzione per il decorso del tempo - Giurisprudenza di legittimità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 04/10/2016 Sentenza n.41498

DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Reati edilizi e diritto comunitario - Ordine di demolizione e diritto "assoluto" alla inviolabilità del domicilio - Disciplina la c.d. demolizione d'ufficio - Giurisprudenza CEDU - Artt. 27, 29, 31, 36, 44,lett. b) e e), d.P.R. 380/2001 - Art. 181, comma 2, d.lgs. 42/2004 - Ordine di demolizione di un immobile abusivo - Autonoma funzione ripristinatoria del bene giuridico leso - Obbligo di fare - Tutela del territorio - Esclusione della prescrizione stabilita dall'art. 173 cod. pen. - Ordine 'giudiziale' di demolizione - Natura di sanzione amministrativa a carattere ripristinatorio - Revocabilità - Effetti della sentenza di applicazione della pena su richiesta (patteggiamento) - Irrevocabilità della sentenza - Competenza del P.M. ad eseguire l'ordine di demolizione - Finalità ripristinatoria dell'assetto del territorio - Diversa natura e finalità delle pene principali - Applicazione analogica della norma sulla prescrizione - Esclusione - Trasferimenti di proprietà del bene da demolire - Competenza del P.M. - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - C.d. demolizione d'ufficio - A prescindere dall'individuazione di responsabili - Finalità esclusivamente ripristinatoria dell'originario assetto del territorio - Differenza tra art. 27 e 31 d.P.R. 380/2001 - Acquisizione dell'opera abusiva al patrimonio del Comune e demolizione 'in danno', a spese dei responsabili dell'abuso - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Reati edilizi - Opere abusive - Richiesta di revoca o di sospensione dell'ordine di demolizione - Istanza di condono o sanatoria successiva al passaggio in giudicato della sentenza di condanna - Poteri e verifiche del giudice dell'esecuzione - Potere autonomo e non alternativo al quello dell'autorità amministrativa - Esclusione dell'estinzione della sanzione per il decorso del tempo o per la prescrizione quinquennale - Giurisprudenza - Ricorso per cassazione - Casi d'inammissibilità - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Forme di "normazione mascherata" e c.d. "sentenze gemelle" - Questione di legittimità costituzionale e diritto CEDU quale parametro interposto di legittimità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 29/09/2016 Sentenza n.

* CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio ed intermediazione di rifiuti speciali pericolosi - Assenza dei requisiti per l'autorizzazione alla gestione - Ipotesi di presenza di autorizzazione - Disciplina applicabile - Legislazione emergenziale - Emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti - Raccolta e trasporto di rifiuti speciali - Natura di norma eccezionale e temporanea - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Fatti commessi durante il suo periodo di vigenza e giudicati quando è cessata - Applicabilità - Artt. 181 bis, 182, 189, 216 D. L.vo n. 152/2006 (T.U.A.) Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 29/09/2016 Sentenza n.40689

INQUINAMENTO ACUSTICO - RUMORE - Condotta produttiva di rumori - Disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone - Presupposti per la rilevanza penale - Incidenza sulla tranquillità pubblica - Diffusività del disturbo - Numero indeterminato di persone - Pubblica quiete - Lamentele di una o più persone definite - Artt. 610, 629, 659 c.p. Giurisprudenza - Fattispecie: disturbo sia limitato ad appartamento sovrastante in ambito condominiale - PROCEDURA PENALE - Archiviazione disposta de plano - Presupposti - Infondatezza della notizia di reato - Inammissibilità dell'opposizione - Omessa indicazione dell'oggetto delle investigazioni suppletive o dei relativi elementi di prova - Difetto di pertinenza o di rilevanza degli elementi indicati - Artt. 410, 408, c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 29/09/2016 Sentenza n.40677

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Violazioni paesaggistiche - Sequestro preventivo impeditivo - Esame particolarmente approfondito da parte del giudice di merito - Necessità - Art. 321, comma 1, cod. proc. pen. - Artt. 136 149 e 181, c.1-bis D. L.vo n. 42/2004 - Art. 734 c.p. - DIRITTO URBANISTICO - Opere abusive - Criteri per la valutazione del sequestro - Artt. 3, 6, 10, 22, 31, 44, 64-71,65-72,93-95 d.p.r. n. 380/2001 - Struttura abusiva realizzata in zona paesaggisticamente vincolata - Messa in pericolo del bene giuridico protetto - Sistema di controlli - Sequestro preventivo cd. impeditivo - Valutazione del periculum in mora - Necessità - Abusi urbanistici e paesaggistici - Inapplicabiltà de iure condito della confisca del manufatto abusivo di cui all'art. 240 cod. pen. - Rimedi  percorribile per l'eliminazione degli effetti del reato - Demolizione - Rimessione in pristino - Sequestro - PROCEDURA PENALE - Sequestro preventivo - Poteri e verifiche del giudice - Indiscriminata ed esasperata compressione dei diritti individuali di proprietà e di libera iniziativa economica privata - Bilanciamento di interessi - Art. 321, comma 1, cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 26/09/2016 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - Abusivismo edilizio e diritto all'abitazione - Reato di costruzione abusiva e stato di necessità - Controllo rigoroso dei requisiti della scriminante - Differenza tra terreno edificabile e non edificabile - Prevalenza dell'interesse della collettività alla tutela del paesaggio e dell'ambiente - Art. 44, lett. c), d.P.R. 380/2001 - PROCEDURA PENALE - Graduazione della pena - Circostanze aggravanti ed attenuanti - Discrezionalità del giudice di merito - Valutazione della congruità nel giudizio di cassazione - Inammissibilità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 26/09/2016 Sentenza n.

* CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Terra e roccia da scavo - Proprietario di un terreno sul quale terzi abbiano abbandonato o depositato rifiuti in modo incontrollato - Art. 256, c.2°, D.Lgs. n. 152/2006 - Esclusione della configurabilità in forma omissiva - Fattispecie - PROCEDURA PENALE - Circostanze attenuanti generiche - Poteri del Giudice di merito. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 20/09/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Reati edilizi in difetto di permesso di costruire ed in violazione della normativa antisismica - Responsabilità del proprietario o comproprietario non committente - Responsabilità omissiva per difetto di vigilanza - Esclusione - Presupposti e limiti della responsabilità - Elementi oggettivi di natura indiziaria - Valutazione dei comportamenti (positivi o negativi) integrativi della prova della compartecipazione - Artt. 44, c.1 lett. b), 93-95-100, d.P.R.  n. 380/2001 - Giurisprudenza - Nozione di Opere precarie - Carattere della precarietà - Uso realmente precario e temporaneo per fini specifici, contingenti e limitati nel tempo - Facile rimovibilità o mancato ancoraggio al suolo - Insufficiente per il requisito della precarietà - Fattispecie: tettoia e relativa copertura - PROCEDURA PENALE - Controllo del Giudice di legittimità - Coerenza strutturale della decisione - Oggettiva tenuta sotto il profilo logico-argomentativo - Esclusione della rilettura degli elementi di fatto.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/09/2016 Sentenza n.

INQUINAMENTO ACUSTICO - Emissioni sonore (discoteca) - Decreto di sequestro preventivo - Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone - Pericolo "concreto" - Configurabilità dell'llecito amministrativo e del reato penale - Art. 10, c.2, L. 447/1995 - Art. 659, cod. pen. - Giurisprudenza - Verifiche del Tribunale del riesame - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Nozione di "violazione di legge" nel giudizio di legittimità - Art. 125 cod. proc. pen. - Riesame di provvedimenti di sequestro - Procedimenti incidentali - Verifica e limiti del Tribunale del riesame - Obiettivi endoprocessuali - Ruolo di garanzia - Elementi rappresentati dalle parti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 6^ 14/09/2016 Sentenza n.38224

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reati contro la P.A. - Presupposti per l'applicazione delle misure cautelari personali - Pericolo di reiterazione di reati - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Applicazione delle misure cautelari personali - Requisito dell'attualità del pericolo di reiterazione del reato - Esigenze cautelari di cui all'art. 274, lett. a) cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/09/2016 Sentenza n.

* CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Fresato d’asfalto provenienti da escavazione o demolizione stradale - Rifiuti speciali - Tutela ambientale - Esclusione dalla categoria terre e rocce da scavo - Artt. 184 bis e 256 d.lgs. n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudizio di legittimità - Travisamento del fatto - Esclusione - Art. 606, lett. e), cod. proc. pen. - Determinazione della pena tra il minimo ed il massimo edittale - Poteri discrezionali del giudice di merito - Ricorso in cassazione - Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 01/09/2016 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - Utilizzo di unità immobiliari prima del rilascio del certificato di collaudo - DIRITTO SANITARIO - Leggi sanitarie - Mancata richiesta dell'abitabilità e mancanza del certificato di collaudo - Effetti giuridici - Natura di reato permanente a condotta mista - Art. 221 R.D. 27 luglio 1934, n. 1265 - Artt. 65, 73, c.2 e 75, d.P.R. n. 380/2001 - PROCEDURA PENALE - Conversione dell'impugnazione - Presupposti e limiti - Art.568, c.5, cod. proc. pen. - Vizi della motivazione - Controllo del Giudice di legittimità - Presupposti e limiti - Profilo logico-argomentativo.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 01/09/2016 Sentenza n.36099

DIRITTO URBANISTICO - Modifica della destinazione d'uso - Trasformazione del sottotetto da volume tecnico a volume abitabile - Assenza di permesso di costruire - Reati di cui agli artt. 44 comma 1 ° lett. c)  83, e 95 DPR n. 380/2001 - PROCEDURA PENALE - AVVOCATI - Richiesta di differimento dell'udienza per concomitante impegno professionale - Il difensore deve giustificare l'impossibilità di nominare un sostituto - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 01/09/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Opere edilizie in zona sismica - Mancata denuncia dei lavori e presentazione dei progetti di costruzioni - Soggetti responsabili - Natura di reato proprio a soggettività ristretta - Disponibilità dell'immobile o dell'area - Artt. 52, 83, 93, 94 e 95 DPR n. 380/01 - Giurisprudenza - Vigilanza sulle costruzioni in zone sismiche - Omessa comunicazione - Denuncia dei lavori - Committente, Direttore dei lavori, Titolare della ditta esecutrice dei lavori - Individuazione delle responsabilità - Opere non conformi alle norme tecniche - PROCEDURA PENALE - Reato continuato - Aumento di pena per i singoli reati satellite - Determinazione della pena - Motivazione delle decisioni assunte su ogni aspetto dell'esercizio del suo potere discrezionale - Necessità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 31/08/2016 Sentenza n.35850

CODICE DELL'AMBIENTE - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Scarico di acque reflue industriali derivanti da postazioni di dialisi - Reato di cui all'art. 137, c.1, del D.Lgs. n.152/2006 - Configurabilità - Rilevanza penale dell'illecito in materia di scarichi - Nozione di acque reflue industriali - Qualificazione di attività produttive - Artt. 74, 101, 137 comma 1 del d.lgs 152/2006 - Giurisprudenza - Criterio distintivo tra insediamenti civili e insediamenti produttivi - Definizione di acque reflue domestiche - Nozione di acque reflue industriali - Fattispecie: acque reflue prodotte da un centro dì emodialisi - RIFIUTI - DIRITTO SANITARIO - Rifiuti sanitari pericolosi - Acque di emodialisi - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Principio di conservazione degli atti - Automatico trasferimento del procedimento dinanzi al giudice competente - Artt. 129, 616 e 568 c.5, cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 31/08/2016 Sentenza n.35854

INQUINAMENTO ACUSTICO - RUMORE - Disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone - Autolavaggio - Reato di cui all’art.659 cod. pen. non è abrogato - Delega conferito al Governo non esercitata - Valutazione dell'impatto acustico-ambientale - INQUINAMENTO ARIA - Getto pericoloso di cose - Configurabilità del reato di cui all'art. 674 cod. pen. - Artt. 606, 659 e 674 codice penale - Attività produttiva di carattere industriale (autolavaggio) - Obbligo di attuazione dei possibili accorgimenti tecnici - PROCEDURA PENALE - Reato permanente - Contestazione c.d. "aperta" ovvero senza indicazione della data di cessazione della condotta illecita - Individuazione della cessazione della permanenza - verifiche ed effetti giuridici.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 29/08/2016 Sentenza n.35577

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Vincolo di tutela indiretta e beni paesaggistici - Disciplina dei c.d. "vincoli indiretti" - Artt.45, 46, 47, 172 e 169-181 d.lgs. 42/2004 - Reati di abuso d'ufficio e concorso in esecuzione di opere edili in assenza di permesso di costruire e di autorizzazione della Soprintendenza - Art. 323 cod. pen. - Artt. 10, 22, 27, 44, lett. c), d.P.R. 380/2001 - DIRITTO URBANISTICO - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Integrazione del reato di abuso d'ufficio - Duplice distinta valutazione di ingiustizia - Condotta e vantaggio patrimoniale - Art. 323 cod. pen. - Giurisprudenza - PROCEDURA PENALE - Abuso d'ufficio - Verifica dell'atteggiamento psicologico dell'agente - Prova dell'intenzionalità del dolo - Ricorso per cassazione - Principio di correlazione fra accusa e sentenza - Verifiche.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 26/08/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Omessa denuncia dei lavori - Soggetto attivo del reato di cui all'art. 95 del d.P.R. 380/2001 - Individuazione dei responsabili - Configurazione giuridica a soggettività ristretta - Costruzioni in zone sismiche - Responsabilità del direttore dei lavori - La qualità di direttore dei lavori non richiede incarico formale - Fattispecie - APPALTI - Esecutore di un'opera pubblica, conferita con contratto di appalto pubblico - Opere realizzate in zona sismica - Obbligo di deposito del progetto - Reato di cui all'art. 95 del d.P.R. 380/2001 - Artt. 72, 93, 94 e 95 d.P.R.  n. 380/2001 - Inizio ai lavori senza autorizzazione - Legislazione concorrente in materia di governo del territorio - Sicurezza staticità degli edifici in zona sismica - Esclusiva competenza statale - PROCEDURA PENALE - Inizio dei lavori senza preventiva autorizzazione - Omessa denuncia dei lavori e presentazione dei progetti - Natura di reati permanenti - Giurisprudenza - Omessa l'indicazione dell'articolo di legge violato - Ininfluenza se evincibile nella lettura nel corpo della contestazione - Art. 522 c.2 cod. proc. pen. - Buona fede - Elemento psicologico del reato - Presupposti e limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/08/2016 Sentenza n.

DIRITTO AMBIENTALE - CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Attività di "conferimento" di rifiuti in assenza di autorizzazione e senza il F.l.R. (formulario identificativo dei rifiuti) - Nozione di "assoluta occasionalità" - Condotte finalizzate alla gestione di rifiuti - Valutazione di fatto rimessa al giudice del merito - Insuscettibile di censura in sede di legittimità - Artt. 212 e ss., 256, 258 e 260 bis d.lgs. n.152/2006 - Attivita' di gestione di rifiuti non autorizzata - Illecito istantaneo - Reato di cui all'art. 256, c1, lett.a), d.lgs 152/2006 - Esclusione penale della condotta in ragione della occasionalità - Assenza di "attività" - Necessità - Configurabilità del reato di gestione abusiva di rifiuti - Chiarimenti sul termine "conferimento" - Interpretazione giuridica e linguistica - PROCEDURA PENALE - Richiesta dell'emissione di decreto penale di condanna da parte del Pubblico Ministero - Potere di proscioglimento del G.I.P. -  Presupposti - Art. 129 e 530 cod. proc. pen. - Sentenza con giurisprudenza conforme e agganciata. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/08/2016 Sentenza n.35422

INQUINAMENTO ACUSTICO - Emissioni rumorose - Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone - Condotta idonea a turbare la pubblica quiete - Rumori eccedenti la normale tollerabilità - Valori limite di emissione sonore - Concorso formale tra le ipotesi di cui al primo e secondo comma dell’art. 659 cod. pen. - RUMORE - Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone - Ipotesi di configurabilità dell'llecito amministrativo e del reato penale - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudizio di cassazione - Rilettura degli elementi di fatto - Preclusione - Art. 606, lett. e), cod.proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 23/08/2016 Sentenza n.35312

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - RISARCIMENTO DANNO AMBIENTALE -   Reati urbanistici e paesaggistici - Individuazione della persona offesa dal reato - Enti territoriali - Legittimazione a proporre opposizione all'archiviazione e ricorso per cassazione - Interesse diffuso dei privati all'osservanza delle norme - Danno patrimoniale - Veste di persona offesa quale componente necessaria - Poteri e limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/08/2016 Sentenza n.35243

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Nozione di inizio dei lavori - Indizi ed elementi validi - Mera attività di indagine geotecnica - Non costituisce "inizio dei lavori" in senso tencnico - Ultimazione dei lavori - Decorrenza del termine non prorogato - Effetti - Decadenza di diritto del permesso di costruire per la parte ancora non eseguita - Prosecuzione lavori oltre il termine - Configurabilità del reato di cui all'art. 44, lett. b) D.P.R. n. 380/2001 -  BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Coordinamento tra disciplina urbanistica e paesaggistica - Artt. 146 e 181, comma 1-bis, d. lgs. n.42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Nozione di "violazione di legge" - Ricorso per cassazione avverso provvedimenti cautelari reali - Artt. 325 e 606 lett.e) cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/08/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Opere abusive - Ordine di demolizione con la sentenza di condanna - Atto dovuto per il giudice - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Patteggiamento - Pena concordata dalle parti - Effetti - Assenza di valutazioni discrezionali del giudice - Artt. 31, 44, 93, 94 e 95 D.P.R. n. 380/2001 - Art. 349 cod. pen. - Artt. 444, 445 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 19/08/2016 Sentenza n.35052

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine di demolizione del manufatto abusivo disposta dal giudice penale - Natura di sanzione amministrativa - Autonoma funzione ripristinatoria del bene giuridico leso - Artt. 27 e 31 c.9, d.P.R. n.380/2001 - Ordine 'giudiziale' di demolizione - Presupposti per la revoca da parte del giudice penale - Incompatibilità con provvedimenti amministrativi di diverso tenore - Violazioni edilizie - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa con funzione ripristinatoria - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Genericità dell'appello o del ricorso per cassazione - Valutazione di inammissibilità per aspecificità - Limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. Feriale 16/08/2016 Sentenza n.34887

AVVOCATI - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Rapporto fiduciario avvocato-cliente - Assunzione di un incarico professionale non svolto - Reato di cui all'art. 640 cod. pen. - Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Esclusione - Art. 131 bis c.p. - Giurisprudenza - Assunzione di un incarico professionale non svolto - Reato di truffa condotta dell'avvocato - Fattispecie: Anticipazione sugli onorari indebitamente percepiti - Art. 640 cod. pen. - Giudizio di legittimità - Limiti - Rilettura degli elementi di fatto - Deduzione del vizio di motivazione e requisito di autosufficienza del ricorso - Limiti - Art. 606 lett. e) cod. proc. pen. - Configurabilità del vizio di "travisamento della prova".

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. FERIALE 12/08/2016 Sentenza n.34874

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Esclusione dal novero dei rifiuti le materie fecali - Presupposti e limiti - Provenienza e riutilizzazione agricola - Artt. 183, 185, c.1°, lett. f) e 256, lett. a), D. Lgs. n. 152/2006 - Giurisprudenza - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Sottrazione delle deiezioni animali alla disciplina sui rifiuti - Pratica della cd. fertirrigazione - Presupposti e verifiche - Assenza di dati sintomatici di una utilizzazione incompatibile con la fertirrigazione - Letame agricolo e non - Differenza giuridica e normativa - DIRITTO AGRARIO - Scorrimento dei liquami sul terreno - Divieto di "ruscellamento" - Nozione e configurabilità del ruscellamento - Scarti di origine animale (S.O.A.) - Qualifica di sottoprodotti - Sottrazione alla normativa in materia di rifiuti - Giurisprudenza - Regolamento CE n. 1774/2002 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione fondato su motivi non specifici - Giudizio ricostruttivo e valutativo dei fatti - Adeguata motivazione - Inammissibilità - Artt. 192, 530 e 606, lett. b), e) ed e), cod. proc. pen. - Esclusione della punibilità per la particolare tenuità del fatto - Entrata in vigore e applicazione dell'art. 131-bis cod. pen. - Giurisprudenza - Art. 609 c.3°, cod. proc. pen. - Fattispecie - Circostanze attenuanti generiche - Richiesta di specifica istanza - Poteri discrezionali del giudice di merito - Inammissibilità del ricorso per cassazione - Effetti - Preclusione di rilevare e dichiarare le cause di non punibilità a norma dell'art. 129 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. FERIALE 10/08/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Rapporti tra la disciplina regionale e la normativa statale contenuta nel D.p.r. 380\01 - Art. 36 Legge Reg. SICILIA n. 71/78 - Artt. 25, 44, 93, c.1, 94 c.1 e 4 e 95 d.P.R. 380/01 - Art. 117 Cost. - Giurisprudenza - Opere precarie non soggette a permesso di costruire - Disciplina edilizia antisismica - Controlli preventivi della legislazione nazionale - Condotta colposa del reato di costruzione edilizia abusiva - Elemento soggettivo - Configurabilità della colpa - Negligente acquisizione di adeguate informazioni - Strumenti urbanistici vigenti - Reato urbanistico natura di reato permanente - Momento della consumazione e cessazione del reato - Ultimazione dei lavori - Nozione giuridica - Edificio concretamente funzionale - Requisiti di agibilità o abitabilità - Privato confinante - Soggetto danneggiato dal reato - Diritto di costituirsi parte civile - Risarcimento del danno - Rimessione in pristino - Presupposti - Art. 871, 872 e ss. cod. civ. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Circostanze attenuanti generiche - Presupposti e poteri del giudice - Mancato riconoscimento - Personalità del reo - Limiti all'onere motivazionale - Inammissibilità del ricorso per cassazione per manifesta infondatezza dei motivi - Effetti - Possibilità di dichiarare le cause di non punibilità di cui all'art. 129 cod. proc. pen. - Preclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 7^ 05/08/2016 Ordinanza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Zona sismica - Reati di omessa denuncia dei lavori e presentazione dei progetti e di inizio dei lavori - Responsabilità  Progettista e direttore dei lavori - Natura di reati permanenti - Cessazione della permanenza - Artt. 93, 94 e 95 D.P.R. n. 380/2001 - Legislazione antisismica - PROCEDURA PENALE - Ricorso di legittimità - Declaratoria di inammissibilità per manifesta infondatezza dei motivi - Possibilità di dichiarare le cause di non punibilità - Esclusione - Art. 129 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 28/07/2016 Sentenza n.33043

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Beni sottoposti a vincolo paesaggistico - Immobili o aree o intere zone - Nozione di immobili e zone vincolate - Artt. 3, 32 e 44, lett. e), d.P.R. n.380/2001 - Artt. 136, 138, 141, 142 e 181, c.1 bis, d.lgs. n.42/2004 - Violazione dell'art. 181 del D.Lgs. n. 42/2004 - Natura di reato formale e di pericolo - Configurabilità indipendentemente dal danno arrecato al paesaggio - Art. 734 cod. pen. - Giurisprudenza - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Interventi eseguiti in zone assoggettate a vincolo paesaggistico - Permesso di costruire - Opera difforme da quella autorizzata - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reato di abuso d'ufficio - Presupposti per la configurabilità - Prova del dolo intenzionale - Intenzionalità del vantaggio - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione fondato sugli stessi motivi proposti con l'appello e motivatamente respinti - Inammissibilità - Configurabilità del concorso di persone nel reato - Efficacia causale - Contributo agevolatore e di rafforzamento del proposito criminoso - Ricorso per Cassazione - Limiti di intervento. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/07/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Illecito amministrativo sanzionato dalle leggi sanitarie sequestro - Art. 221 TULLSS - Esecuzione del provvedimento di sequestro - Valutazione del pubblico ministero - Reati edilizi - Aggravio del carico urbanistico - Valutazione unitaria dell'opera - Necessità - Art. 44 lett.b) d.p.r. n. 380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sgombero dell'immobile sequestrato - Presupposti e controllo sull'indispensabilità - Verifiche da parte del pubblico ministero - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/07/2016 Sentenza n.30383

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Omessa denuncia della scoperta di cose d'antichità o d'arte - Autore del reato - Detentore di cose scoperte fortuitamente - Artt. 10, 90 e 175, lett. b), d.lgs. 42/2004 - Scoperta di cose d'antichità o d'arte - Reato di omessa denuncia - Natura di reato omissivo permanente e di pericolo presunto - Consumazione del reato - Momento della cessazione della permanenza - Qualificazione della permanenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Aplicazione - Rilevamento d'ufficio - Art. 609, comma secondo, cod. proc. pen. limiti - Art. 131-bis cod. pen. - Reati permanenti - Causa di non punibilità per la particolare tenuità del fatto - Preclusione finchè sussiste la permanenza - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/07/2016 Sentenza n.30402

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Sospensione condizionale subordinata all'adempimento di un obbligo - Impossibilità ad adempiere l'obbligo - Revoca del beneficio - Impossibilità incolpevole ad adempiere l'obbligo - Caso fortuito o forza maggiore - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Subordinazione della sospensione condizionale della pena all'adempimento di determinati obblighi - Inosservanza - Revoca automatica del beneficio - Esclusione in caso di comprovata impossibilità dell'adempimento - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/07/2016 Sentenza n.

* BENI CULTURALI E AMBIENTALI - DIRITTO URBANISTICO -  Manufatti abusivi in zone paesaggistiche - Sequestro preventivo delle opere abusive già ultimate - Verifiche delle conseguenze lesive della condotta sul bene protetto - Necessità - Requisiti della concretezza ed attualità del pericolo - Automatismo tra uso del bene ed alterazione dell'ecosistema - Esclusione - Necessità che il giudice dia specifica motivazione - CACCIA - Appostamenti fissi di caccia e capanni - Sequestro - Artt.3, 6, 44 del d.P.R. n. 380/2001 - Artt. 181 d. lgs n. 42/2004 - Legge n. 157/1992 - DIRITTO COSTITUZIONALE - Rilascio dell'autorizzazione paesaggistica e titoli richiesti per eseguire un intervento edilizio - Disciplina regionale delle ipotesi di esenzione - Esclusione - Conflitto tra Stato e Regioni - Fattispecie - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Norma sopravvenuta costituzionalmente illegittima - Limiti al principio di retroattività della norma più favorevole - Lex mitior e principio di eguaglianza - Giurisprudenza costituzionale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/07/2016 Sentenza n.27803

DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Estinzione del reato per prescrizione maturata prima della sentenza d'appello - Causa di non punibilità erroneamente non dichiarata dal giudice di merito - Obbligo della immediata declaratoria - Error in iudicando - Formazione del c.d. "giudicato sostanziale" - Esclusione - RIFIUTI - Fattispecie: Spandimento delle acque di vegetazione della lavoratura delle olive senza autorizzazione impugnazione del reato estinto per prescrizione - Art. 256 c.2 d.lgs. n.152/2006 - Artt. 129, 529 e 531 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/07/2016 Sentenza n.27868

DIRITTO URBANISTICO - Abusi edilizi - Individuazione dei soggetti responsabili - Chiunque compia attività di trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio - Sequestro preventivo - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Zona soggetta a vincolo paesaggistico - Realizzazione di un parcheggio - Assenza di autorizzazione - Artt. 29 e 44 lett. e) d.P.R. n.380/2001 - Art. 181 c.1 bis lett. A) d.lgs. n.42/2004 - Art. 734 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ordinanza di sequestro preventivo e ricorso per cassazione - Requisti e limiti - Differenza tra misure cautelari personali e reali - Artt. 273, 321 e 325 cod. proc. pen. - Ricorso per cassazione per violazione di legge - Mancanza fisica della motivazione o presenza di motivazione apparente - Tardività della memoria difensiva - Effetti - Artt. 325, c.1, 616 e 611 cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/06/2016 Sentenza n.26437

CODICE DELL'AMBIENTE - INQUINAMENTO - Analisi di campioni medio prelevato nell'arco di tre ore - Deroga in presenza di particolari esigenze individuate dall'organo di controllo - Motivazioni - Autorizzazione integrata ambientale - Art. 29-quattordecies, d. lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Notifica dell'avviso e modalità - Utilizzo di qualunque strumento idoneo a comunicare i dati necessari - Art. 223 disp. att. cod. proc. pen. - Controllo di legittimità sulla motivazione - Presupposti e limiti - Illogicità della motivazione - Percepibilità ictu oculi - Art. 606, comma 1, lett e), cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/06/2016 Sentenza n.26428

DIRITTO URBANISTICO - Reati edilizi - Soggetto responsabile dell'abuso edilizio - Valutazione del comproprietario non committente - Disconoscimento del concorso del proprietario del terreno non committente dei lavori - Artt. 31 c.9 e 44 lett. b) d.P.R.  n. 380/2001 - Abuso edilizio - Soggetti responsabili - Individuazione del comproprietario non committente - Elementi oggettivi e soggettivi - Reato di costruzione abusiva - Ordine di demolizione dell'opera - Estinzione per prescrizione - Effetti - Permesso di costruire - Interventi eseguiti in assenza o in totale difformità o con variazioni essenziali - Demolizione delle opere - Natura di sanzione amministrativa di tipo ablatorio - Fattispecie - RIFIUTI - Confisca dell'area adibita a discarica abusiva - Limiti - Estinzione del reato - Art.  256 comma  1  lett.  a) e 3 d.lgs. 152/2006 - Artt. 444 e 606 c.p.p. - Abuso edilizio - Responsabilità - Valutazione del comproprietario non committente - Area adibita a discarica abusiva - La declaratoria di estinzione del reato di costruzione abusiva per prescrizione travolge anche la confisca - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Limiti - Giudizio di appello - Rinnovazione dell'istruzione dibattimentale - Eccezione e limiti - Contrasto tra il dispositivo e la motivazione di una sentenza - Soluzioni.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/06/2016 Sentenza n.

CODICE DELL'AMBIENTE - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Scarichi senza autorizzazione - Autolavaggio - Natura di reato permanente - Art. 137, c.1, d. lgs n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Regola dell'<<al di là di ogni ragionevole dubbio>> in sede di legittimità - Esistenza di un ragionevole dubbio sulla colpevolezza - Riferimento ad elementi sostenibili - Elementi concreti di prova per la ricostruzione alternativa - Necessità - Fattispecie: scarichi di autolavaggio - Inammissibilità del ricorso per cassazione - Manifesta infondatezza dei motivi - Dichiarazione delle cause di non punibilità a norma dell'art. 129 cod. proc. pen. - Preclusione - Giurisprudenza - Art 616 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.25818

DIRITTO URBANISTICO - Permesso di costruire in sanatoria - Interventi realizzati in assenza o in difformità del permesso - Doppia conformità - Artt. 31, 34, 36, 83, 93, 94 e 95 D.P.R. n°380/01 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Attenuanti generiche - Concessione o esclusione - Discrezionalità del giudice - Motivazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Alienazione a terzi della proprietà dell'immobile abusivamente edificato - Demolizione dell'immobile - Effetti - Art. 31, c.9, T. U. n. 380/2001 - Reati edilizi - Opere abusive - Richiesta di revoca o di sospensione dell'ordine di demolizione - Istanza di condono o sanatoria - Obbligo del giudice dell'esecuzione - Esamina dei possibili esiti ed i tempi di conclusione del procedimento amministrativo - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa di carattere ripristinatorio - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Differenza tra demolizione e la confisca.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Sanatoria edilizia delle opere - Accertamento di conformità - Effetti e limiti - Art. 36 del d.P.R. n. 380/2001 - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Zona sottoposta a vincolo paesaggistico - Reati paesaggistici - Disciplina differenziata - Art. 181, comma 1, del d.lgs. n. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Proscioglimento nel merito e causa di estinzione del reato - Presupposti - Art. 129, c.2, cod. proc. pen. - Cause di non punibilità - Obbligo di immediata declaratoria.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.25827

DIRITTO URBANISTICO - L'estinzione del reato di costruzione abusiva per prescrizione travolge l'ordine di demolizione dell'opera - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Eccezione - Opere non autonome, ma accessorie, complementari, l'ordine di demolizione resiste alla eventuale prescrizione.

Categoria: 

Autorità: 

Pagine