CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 28/07/2016 Sentenza n.33043

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Beni sottoposti a vincolo paesaggistico - Immobili o aree o intere zone - Nozione di immobili e zone vincolate - Artt. 3, 32 e 44, lett. e), d.P.R. n.380/2001 - Artt. 136, 138, 141, 142 e 181, c.1 bis, d.lgs. n.42/2004 - Violazione dell'art. 181 del D.Lgs. n. 42/2004 - Natura di reato formale e di pericolo - Configurabilità indipendentemente dal danno arrecato al paesaggio - Art. 734 cod. pen. - Giurisprudenza - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Interventi eseguiti in zone assoggettate a vincolo paesaggistico - Permesso di costruire - Opera difforme da quella autorizzata - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reato di abuso d'ufficio - Presupposti per la configurabilità - Prova del dolo intenzionale - Intenzionalità del vantaggio - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione fondato sugli stessi motivi proposti con l'appello e motivatamente respinti - Inammissibilità - Configurabilità del concorso di persone nel reato - Efficacia causale - Contributo agevolatore e di rafforzamento del proposito criminoso - Ricorso per Cassazione - Limiti di intervento. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/07/2016 Sentenza n.30402

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Sospensione condizionale subordinata all'adempimento di un obbligo - Impossibilità ad adempiere l'obbligo - Revoca del beneficio - Impossibilità incolpevole ad adempiere l'obbligo - Caso fortuito o forza maggiore - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Subordinazione della sospensione condizionale della pena all'adempimento di determinati obblighi - Inosservanza - Revoca automatica del beneficio - Esclusione in caso di comprovata impossibilità dell'adempimento - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/07/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Illecito amministrativo sanzionato dalle leggi sanitarie sequestro - Art. 221 TULLSS - Esecuzione del provvedimento di sequestro - Valutazione del pubblico ministero - Reati edilizi - Aggravio del carico urbanistico - Valutazione unitaria dell'opera - Necessità - Art. 44 lett.b) d.p.r. n. 380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sgombero dell'immobile sequestrato - Presupposti e controllo sull'indispensabilità - Verifiche da parte del pubblico ministero - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/07/2016 Sentenza n.30383

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Omessa denuncia della scoperta di cose d'antichità o d'arte - Autore del reato - Detentore di cose scoperte fortuitamente - Artt. 10, 90 e 175, lett. b), d.lgs. 42/2004 - Scoperta di cose d'antichità o d'arte - Reato di omessa denuncia - Natura di reato omissivo permanente e di pericolo presunto - Consumazione del reato - Momento della cessazione della permanenza - Qualificazione della permanenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Aplicazione - Rilevamento d'ufficio - Art. 609, comma secondo, cod. proc. pen. limiti - Art. 131-bis cod. pen. - Reati permanenti - Causa di non punibilità per la particolare tenuità del fatto - Preclusione finchè sussiste la permanenza - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/07/2016 Sentenza n.

* BENI CULTURALI E AMBIENTALI - DIRITTO URBANISTICO -  Manufatti abusivi in zone paesaggistiche - Sequestro preventivo delle opere abusive già ultimate - Verifiche delle conseguenze lesive della condotta sul bene protetto - Necessità - Requisiti della concretezza ed attualità del pericolo - Automatismo tra uso del bene ed alterazione dell'ecosistema - Esclusione - Necessità che il giudice dia specifica motivazione - CACCIA - Appostamenti fissi di caccia e capanni - Sequestro - Artt.3, 6, 44 del d.P.R. n. 380/2001 - Artt. 181 d. lgs n. 42/2004 - Legge n. 157/1992 - DIRITTO COSTITUZIONALE - Rilascio dell'autorizzazione paesaggistica e titoli richiesti per eseguire un intervento edilizio - Disciplina regionale delle ipotesi di esenzione - Esclusione - Conflitto tra Stato e Regioni - Fattispecie - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Norma sopravvenuta costituzionalmente illegittima - Limiti al principio di retroattività della norma più favorevole - Lex mitior e principio di eguaglianza - Giurisprudenza costituzionale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/07/2016 Sentenza n.27803

DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Estinzione del reato per prescrizione maturata prima della sentenza d'appello - Causa di non punibilità erroneamente non dichiarata dal giudice di merito - Obbligo della immediata declaratoria - Error in iudicando - Formazione del c.d. "giudicato sostanziale" - Esclusione - RIFIUTI - Fattispecie: Spandimento delle acque di vegetazione della lavoratura delle olive senza autorizzazione impugnazione del reato estinto per prescrizione - Art. 256 c.2 d.lgs. n.152/2006 - Artt. 129, 529 e 531 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/07/2016 Sentenza n.27868

DIRITTO URBANISTICO - Abusi edilizi - Individuazione dei soggetti responsabili - Chiunque compia attività di trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio - Sequestro preventivo - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Zona soggetta a vincolo paesaggistico - Realizzazione di un parcheggio - Assenza di autorizzazione - Artt. 29 e 44 lett. e) d.P.R. n.380/2001 - Art. 181 c.1 bis lett. A) d.lgs. n.42/2004 - Art. 734 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ordinanza di sequestro preventivo e ricorso per cassazione - Requisti e limiti - Differenza tra misure cautelari personali e reali - Artt. 273, 321 e 325 cod. proc. pen. - Ricorso per cassazione per violazione di legge - Mancanza fisica della motivazione o presenza di motivazione apparente - Tardività della memoria difensiva - Effetti - Artt. 325, c.1, 616 e 611 cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/06/2016 Sentenza n.26428

DIRITTO URBANISTICO - Reati edilizi - Soggetto responsabile dell'abuso edilizio - Valutazione del comproprietario non committente - Disconoscimento del concorso del proprietario del terreno non committente dei lavori - Artt. 31 c.9 e 44 lett. b) d.P.R.  n. 380/2001 - Abuso edilizio - Soggetti responsabili - Individuazione del comproprietario non committente - Elementi oggettivi e soggettivi - Reato di costruzione abusiva - Ordine di demolizione dell'opera - Estinzione per prescrizione - Effetti - Permesso di costruire - Interventi eseguiti in assenza o in totale difformità o con variazioni essenziali - Demolizione delle opere - Natura di sanzione amministrativa di tipo ablatorio - Fattispecie - RIFIUTI - Confisca dell'area adibita a discarica abusiva - Limiti - Estinzione del reato - Art.  256 comma  1  lett.  a) e 3 d.lgs. 152/2006 - Artt. 444 e 606 c.p.p. - Abuso edilizio - Responsabilità - Valutazione del comproprietario non committente - Area adibita a discarica abusiva - La declaratoria di estinzione del reato di costruzione abusiva per prescrizione travolge anche la confisca - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Limiti - Giudizio di appello - Rinnovazione dell'istruzione dibattimentale - Eccezione e limiti - Contrasto tra il dispositivo e la motivazione di una sentenza - Soluzioni.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/06/2016 Sentenza n.

CODICE DELL'AMBIENTE - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Scarichi senza autorizzazione - Autolavaggio - Natura di reato permanente - Art. 137, c.1, d. lgs n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Regola dell'<<al di là di ogni ragionevole dubbio>> in sede di legittimità - Esistenza di un ragionevole dubbio sulla colpevolezza - Riferimento ad elementi sostenibili - Elementi concreti di prova per la ricostruzione alternativa - Necessità - Fattispecie: scarichi di autolavaggio - Inammissibilità del ricorso per cassazione - Manifesta infondatezza dei motivi - Dichiarazione delle cause di non punibilità a norma dell'art. 129 cod. proc. pen. - Preclusione - Giurisprudenza - Art 616 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/06/2016 Sentenza n.26437

CODICE DELL'AMBIENTE - INQUINAMENTO - Analisi di campioni medio prelevato nell'arco di tre ore - Deroga in presenza di particolari esigenze individuate dall'organo di controllo - Motivazioni - Autorizzazione integrata ambientale - Art. 29-quattordecies, d. lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Notifica dell'avviso e modalità - Utilizzo di qualunque strumento idoneo a comunicare i dati necessari - Art. 223 disp. att. cod. proc. pen. - Controllo di legittimità sulla motivazione - Presupposti e limiti - Illogicità della motivazione - Percepibilità ictu oculi - Art. 606, comma 1, lett e), cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.25827

DIRITTO URBANISTICO - L'estinzione del reato di costruzione abusiva per prescrizione travolge l'ordine di demolizione dell'opera - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Eccezione - Opere non autonome, ma accessorie, complementari, l'ordine di demolizione resiste alla eventuale prescrizione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Violazioni edilizie - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa di carattere ripristinatorio - Demolizione dell'immobile - Differenza tra demolizione e confisca - Natura sanzionatoria dell'ordine di demolizione - Art. 31, comma 9, del T.U.E. n. 380/2001 - Alienazione a terzi della proprietà dell'immobile abusivamente edificato - Effetti sull'acquirente (reale o simulato) - Reati edilizi - Ordine di demolizione - Richiesta di revoca o sospensione - Presentazione di una istanza di condono o sanatoria successiva al passaggio in giudicato della sentenza di condanna - Verifiche del giudice dell'esecuzione - D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Opera abusiva non condonabile - Procedimento di sanatoria - Ininfluenza - Area sottoposta a vincolo paesaggistico.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.25802

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Gestione dei rifiuti - Terre e rocce da scavo - Smaltimento non autorizzato di rifiuti - Regime dei sottoprodotti e prova positiva - Natura eccezionale e derogatoria della disciplina - Artt. 74, 186 e 256 d.lgs. n. 152/2006 - Gestione dei rifiuti - Terre e rocce da scavo e qualità ambientale - Art. 14 Legge Regione Valle d'Aosta n. 3/2007 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Istanza di oblazione - Oblazione ordinaria e speciale - Fatto diversamente qualificato - Onere di sollecitare il giudice alla riqualificazione del fatto - Art. 162 e  162-bis c.p. - Provvedimento del giudice d'ufficio - Art. 521 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - Manufatto abusivo - Ordine di demolizione - Pena concordata dalle parti 'patteggiamento' - Effetti - Atto dovuto per il giudice - Art. 31, c.9, 44, 64, 65, 71 e 72 d.P.R. n. 380/2001 - PROCEDURA PENALE - Artt. 445 e 620 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.25818

DIRITTO URBANISTICO - Permesso di costruire in sanatoria - Interventi realizzati in assenza o in difformità del permesso - Doppia conformità - Artt. 31, 34, 36, 83, 93, 94 e 95 D.P.R. n°380/01 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Attenuanti generiche - Concessione o esclusione - Discrezionalità del giudice - Motivazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Alienazione a terzi della proprietà dell'immobile abusivamente edificato - Demolizione dell'immobile - Effetti - Art. 31, c.9, T. U. n. 380/2001 - Reati edilizi - Opere abusive - Richiesta di revoca o di sospensione dell'ordine di demolizione - Istanza di condono o sanatoria - Obbligo del giudice dell'esecuzione - Esamina dei possibili esiti ed i tempi di conclusione del procedimento amministrativo - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa di carattere ripristinatorio - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Differenza tra demolizione e la confisca.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Sanatoria edilizia delle opere - Accertamento di conformità - Effetti e limiti - Art. 36 del d.P.R. n. 380/2001 - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Zona sottoposta a vincolo paesaggistico - Reati paesaggistici - Disciplina differenziata - Art. 181, comma 1, del d.lgs. n. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Proscioglimento nel merito e causa di estinzione del reato - Presupposti - Art. 129, c.2, cod. proc. pen. - Cause di non punibilità - Obbligo di immediata declaratoria.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2016 Sentenza n.25028

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Nozione e rilevanza del caso fortuito e della forza maggiore - Eccezionalità e imprevedibilità del fattore estrinseco - Art. 256, c.2, d.Lgs. n.152/2006 - Deposito incontrollato di rifiuti - Sanse umide derivanti dal processo di molitura - Percolazione della parte liquida - Mancanza di protezioni - Esistenza della autorizzazione allo spandimento - Ininfluenza - Raggruppamento di rifiuti - Nozione di deposito controllato o temporaneo - Condizioni quantitative, qualitative e temporali - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Inammissibilità originaria del ricorso - Effetti - Causa di estinzione del reato - Preclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2016 Sentenza n.25041

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Configurabilità del reato paesaggistico - Elementi - Principio di offensività - Natura di reato di pericolo - Compatibilità paesaggistica dell'intervento eseguito - DIRITTO URBANISTICO - Disciplina urbanistica ed edilizia - Differenze ed effetti -  RIFIUTIArtt. 181, 184, 185 c.2° lett.d) e 256 D.Lgs. n. 152/2006 - Artt. 142 lett. f), 146 e 181 c.1 D.Lvo n.42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Mancanza assoluta di motivazione della sentenza - Effetti - Giudice di appello - Poteri di piena cognizione e valutazione del fatto - Redazione, anche integralmente, della motivazione mancante - Artt. 604 e 606 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/06/2016 Sentenza n.

* CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Trasporto (per il conferimento) di rifiuti non pericolosi senza il formulario di cui all'art. 192 D.Lgs. n. 152/2006 - Integrazione della condotta di "trasporto" - Forma ambulante e con una minima organizzazione - Artt. 183 c.1°, 188 C.1-bis, 208, 209, 210, 211, 212, 214, 215 e 216, 256, 258 e 266 D.Lvo n. 152/2006 - Configurabilità del reato di gestione abusiva di rifiuti e assoluta occasionalità - Art. 30 L. 28/12/2015, n. 221 (c.d. legge sulla Green Economy)- Configurabilità del reato di cui all'art. 256, c.1, lett. a), d.lgs 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Proscioglimento da parte del GIP - Presupposti e limiti - P.M. - Diritto alla prova.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/06/2016 Sentenza n.25041

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Abusi paesaggistici - Natura di reato di pericolo - Principio di offensività - Attitudine della condotta posta in essere ad arrecare pregiudizio al bene protetto - DANNO AMBIENTALE - Danno al paesaggio ed all'ambiente - Individuazione ex ante della potenzialità lesiva degli interventi - DIRITTO URBANISTICO - Diversità di tutela con la disciplina urbanistica ed edilizia - Art. 181 c.1°, 142 lett. f) e 146 D.Lvo n.42/2004 - Artt. 185 c.2° lett. d), 184 e 256 c.1° D.Lgs. n. 152/2006 - Configurabilità del reato paesaggistico - Integrazione della fattispecie - Presupposti - Interventi in zone vincolate - Assenza del controllo e della autorizzazione amministrativa indipendentemente dal risultato sulle bellezze naturali - Reati incidenti su beni paesaggistici vincolati - Introduzione di vincoli paesaggistici generalizzati - Fondamento - Valutazione che l'integrità ambientale è un bene unitario - Bene paesaggistico e tutela ambientale - Unicità del valore estetico-culturale - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Effetti della mancanza assoluta di motivazione della sentenza di primo grado - Poteri del giudice di appello - Art. 604 cod. proc. pen. - Circostanze idonee ad escludere l'esistenza del fatto - Pronuncia di sentenza di assoluzione a norma dell'art. 129 c.2°, cod. proc. pen. - Principio della "constatazione".

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/06/2016 Sentenza n.

* INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Emissione di gas, vapori o fumo - Getto pericolose di cose - Natura di reato istantaneo - Esercizio di attività economiche e legate al ciclo produttivo reato permanente - Dipendenza della durata istantanea o continuativa della condotta - Art. 674 cod.pen. - Giurisprudenza - Fattispecie - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Emissione del decreto penale di condanna - Richiesto dal Pubblico Ministero - Poteri del G.I.P. - Presupposti per la sentenza di proscioglimento - Artt.129 e 459 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 10/06/2016 Sentenza n.24361

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Acque provenienti da frantoio - Pratica della fertirrigazione - Disciplina in deroga alla normativa sui rifiuti - Effettiva utilizzazione agronomica delle sostanze nella stessa attività agricola - Artt. 133, 137 e 256 D.Lvo n. 152/06 - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Utilizzazione agronomica di effluenti di allevamento di acque di vegetazione dei frantoi oleari - Acque reflue provenienti da aziende agricole e piccole aziende agroalimentari - Inottemperanza al divieto o all'ordine di sospensione dell'attività - Sanzioni e limiti - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Nozione di fertirrigazione - Presupposti - Esistenza effettiva di colture in atto sulle aree interessate dallo spandimento - Quantità, qualità, modalità e tempi degli effluenti siano adeguate al tipo di coltivazione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudizio di appello - Riforma di una sentenza assolutoria in mancanza di elementi sopravvenuti occorre che la motivazione - Ricorso in Cassazione - Declaratoria di inammissibilità per manifesta infondatezza dei motivi.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 10/06/2016 Sentenza n.24334

DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Reati urbanistici e paesaggistici - Realizzazione di opere in variazione essenziale rispetto all'opera assentita - Violazioni paesaggistiche ed urbanistiche - Penale responsabilità del proprietario e committente delle opere, del direttore dei lavori e del titolare della ditta esecutrice dei lavori - Correlazione tra accusa e sentenza - Artt. 44, lett. e), d.P.R. 380/2001 e 181 comma 1 bis d.lgs. 42/2004 - Violazione dei titoli abilitativi ab origine validi ed esistenti - Principio di correlazione tra accusa e sentenza - Reato di esecuzione di lavori in assenza del permesso di costruire e in assenza della concorrente autorizzazione paesaggistica - Configurabilità - Inosservanza di un titolo abilitativo valido ed efficace e dell'autorizzazione paesistica - Minus rispetto ad una costruzione totalmente abusiva - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso in Cassazione - Poteri e limiti del giudice di legittimità - Determinazione in concreto della pena - Valutazione complessiva ed obbligo della motivazione - Inammissibilità originaria - Inammissibilità di tutti i motivi posti a sostegno del ricorso - Causa di estinzione del reato - Preclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 08/06/2016 Sentenza n.23694

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Abusi paesaggistici - Principio di offensività - Natura di reato di pericolo - Causazione di un danno - Esclusione - Semplice incidenza della condotta - Art. 181 bis D.L.vo n.42/04 - Art. 23 bis e 44 DPR n. 380/2001 - DANNO AMBIENTALE - Configurabilità del reato paesaggistico - Danno al paesaggio ed all'ambiente - Criteri per l'individuazione della potenzialità lesiva - Intervento astrattamente idoneo a ledere il bene giuridico tutelato - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO - Declaratoria di illegittimità costituzionale dell'art. 181, c.1-bis d.L.vo n. 42/2004 - Effetti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 08/06/2016 Sentenza n.23723

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Nozione di maltrattamento - FAUNA E FLORA - Condotte costituenti maltrattamento - Detenzione degli animali da arrecare gravi sofferenze - Fattispecie - Art. 727 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Provvedimenti cautelari reali - Ricorso per cassazione - Sindacato di legittimità - Presupposti e limiti - Nozione di "violazione di legge" - Art. 325 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 27/05/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Opere edilizie abusive - Attenuante del danno di particolare tenuità - Limiti applicativi - Fattispecie: incremento volumetrico - Artt. 44 e 71, c.1 d.P.R. n.380/01 - Regime dei titoli abilitativi edilizi diversi e attività edificatoria finale - Forme di controllo preventivo - Verifica unitaria dell'opera nel suo complesso - Esclusione dell'ammissibilità di una «sanatoria parziale» - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Spontanea eliminazione delle opere abusive - Effetti - Ordinanza di demolizione e attività edilizia con finalità ripristinatorie o di adeguamento del manufatto abusivo alle prescrizioni urbanistico-edilizie violate - Applicabilità dell'attenuante ex n. 6 dell'art. 62 cod. pen. - Limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 27/05/2016 Sentenza n.22269

DIRITTO URBANISTICO - Mutamento di destinazione d'uso giuridicamente rilevante - Categorie funzionalmente autonome e attitudini funzionali - Artt. 44,  comma 1, lett. e), d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, 181, comma 1-bis, d. lgs. 22 gennaio 2004, n. 22 - Nozione di destinazione d'uso - Destinazione d'uso dei suoli e degli edifici - Connotazione dell'immobile - Interesse pubblico perseguito dalla pianificazione - Organizzazione del territorio - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Provvedimenti cautelari reali - Ricorso di legittimità - Limiti - Nozione di "violazione di legge" - Art. 325 cod. proc. pen

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 27/05/2016 Sentenza n.22264

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Interventi abusivi che ricadono nelle zone sottoposte a vincolo paesaggistico - Reati ambientali - Vincolo gravante sull'area - Riqualificazione giuridica del reato-fatto contestato - DIRITTO URBANISTICO - Artt. 44, lett. e), 64, 71, 93 e 95 d.P.R. 380\01 - Art. 181, comma 1-bis d.lgs. 42\2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Calcolo della pena - Aumenti di pena a titolo di continuazione - Obbligo di specifica motivazione  - Esclusione - Fattispecie: violazione di sigilli - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO -  Principio di retroattività della lex mitior contenute nell'art. 7 della Convenzione EDU - L'istituto della legge più mite nell'ordinamento italiano - Applicazione e limiti - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 27/05/2016 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Nozione e caratteristiche dei volumi tecnici - Privi di propria autonomia funzionale - Strumentali di una costruzione principale - Esigenze tecnico-funzionali - Esclusione dal conteggio dell'indice edificatorio - Art. 44, lett. c) d.P.R. n.380/01 - Art. 181, c. 1-bis d.lgs. n.42/2004 - Requisiti dei volumi tecnici - Rapporto di strumentalità necessaria con l'utilizzo della costruzione - Esclusione dei cd. vani di sgombero dai volumi tecnici - Preesistente immobile abusivo non condonato o sanato - Interventi finalizzate ad una migliore coibentazione dell'edificio, restauro e/o risanamento conservativo - Esclusione - DANNO AMBIENTALE - Reati paesaggistici e pericolo il bene protetto - Poteri del giudice - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Configurabilità del reato paesaggistico - Ininfluenza del danno arrecato al paesaggio - Natura di reato formale e di pericolo - Ingiunzione a demolire - Ingiustificata inottemperanza all'ordine di demolizione dell'opera abusiva - Rimessione in pristino dello stato dei luoghi - Automatica acquisizione gratuita al patrimonio comunale dell'opera e dell'area pertinente - Procedura - CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO - Incostituzionalità dell'art. 181, c.1-bis, D. L.vo n. 42/2004 - Effetti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 26/05/2016 Sentenza n.21975

DIRITTO URBANISTICO - Differenza tra lottizzazione abusiva fisica o materiale e costruzione senza titolo abilitativo - Parametri di riferimento - Artt. 29, 30, 31 e 44 d.p.r. n.380/2001 - Natura precaria di un manufatto - Presupposti - Fini specifici, contingenti e limitati nel tempo - Opera abusiva - APPALTI - Nozione di committente ai fini della disciplina urbanistica - Assenza del contratto di appalto - Ininfluenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Scopo del sequestro probatorio e del preventivo -  Confisca - Cose pertinenti al reato - Fascicolo dibattimentale - Art.321, cod. proc. pen. - Acquisizione al fascicolo del dibattimento di un atto per espressa previsione di legge - Preclusioni o decadenze - Esclusione - Materiale funzionale alla cognizione processuale e all'espletamento del contraddittorio - Partecipazione al procedimento di impugnazione promosso da altro imputato - Coimputato non impugnante - Effetto estensivo della impugnazione - Poteri e limiti - Art. 587, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 25/05/2016 Sentenza n.

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Compatibilità paesaggistica ed incidenza sull'ordine di demolizione - Requisiti di sanabilità dell'abuso - Accertamento del giudice penale - Condono ambientale - Presupposti di fatto e giuridici legittimanti l'applicazione - Compatibilità ambientale e reato urbanistico - Artt. 31 d.P.R. n.380/2001 e 167 d.lgs. n.42/2004 - DIRITTO URBANISTICO - Ordine di demolizione delle opere abusive - Violazione paesaggistica - Obbligo di rimessione in pristino dello stato dei luoghi - Rilascio compatibilità ambientale - Effetti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Demolizione di opere abusive - Competenza in materia di esecuzione del Pubblico Ministero - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Competenza amministrativa concorrente - Art. 655 cod. proc. pen.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/05/2016 Sentenza n.20154

RIFIUTI - AGRICOLTURA - Produzione del "compost" - Sostanze pericolose presenti nel "compost" - Tracciabilità dei fertilizzanti e disciplina applicabile - Attività di raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti speciali non pericolosi senza la prescritta autorizzazione - Artt. 181 e ss. e 208 d. lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Inammissibilità per manifesta infondatezza dei motivi - Cause di non punibilità di cui all'art. 129 cod. proc. pen. - Preclusione - Art. 616 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/05/2016 Sentenza n.

* DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Valutazione sull'identità del fatto-reato - Elemento materiale del reato - Componenti essenziali - Nesso causale - Violazione del divieto di bis in idem - Art. 649 cod. proc. pen. - CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Fattispecie: manutenzione di "crude oil" - Raffineria di Gela s.p.a. - Artt. 137, 240, 242, 256 e 257, d. lgs. n. 152/2006 - DANNO AMBIENTALE - Responsabilità dell'imputato ai fini delle statuizioni civili - Prescrizione del reato - Annullamento della sentenza con rinvio al giudice civile competente per valore in grado di appello - Art. 622 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/05/2016 Sentenza n.19111

DIRITTO URBANISTICO - Violazioni urbanistiche e paesaggistiche - Consistenza dell'intervento abusivo - Esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Presupposti e limiti - Art. 131-bis cod. pen. - Fattispecie - Condanna per reati edilizi - Sospensione condizionale della pena subordinata alla demolizione dei manufatti abusivamente realizzati - Discrezionalità del giudice - Valutazione delle circostanze di fatto - Obbligo di "facere" direttamente funzionate al ripristino del bene offeso - Ordine di demolizione - Funzione di eliminare le conseguenze dannose del reato - Sospensione condizionale subordinata alla demolizione - Onere di motivazione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Silenzio su una specifica deduzione prospettata col gravame - Censurabilità della sentenza - Esclusione quando questa risulta disattesa dalla motivazione complessivamente considerata - Presupposti - Art. 606 cod. proc. pen. - Ricorso per cassazione - Error in procedendo - Esame diretto degli atti processuali - Limiti - Difesa d'ufficio - Sostituzione del difensore di ufficio - Svolgimento di attività a favore dell'imputato - Necessità - Sostituzione illegittima - Presupposti - Assenza di attività difensiva - Rilevanza esterna dell'attività defensionale - Necessità - Sostituzione legittima del difensore d'ufficio - Giudice di appello - Pene sostitutive di quelle detentive brevi - Applicazione d'ufficio - Esclusione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/05/2016 Sentenza n.18952

RIFIUTI - Terre e delle rocce di scavo - Verifiche del grado di contaminazione - Disciplina - Bonifica del sito - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Riesame delle misure cautelari reali - Sequestro probatorio - Richiesta di revoca del sequestro probatorio - Ricorso per cassazione - Nozione di "violazione di legge" - Motivazione meramente apparente - Artt. 127, 253, 325 c.1 e 263, c.5, cod. proc. pen. - Artt. 184-bis, 186 e 256 dlgs n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 05/05/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Intervento edilizio minimo e permesso di costruire - Rilevanza paesaggistica - Presupposto - Delitto paesaggistico ex art. 181, comma 1-bis, d. lgs. n. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Contrasto tra dispositivo e motivazione non contestuali - Carattere unitario della sentenza - Effetti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 29/04/2016 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - L'azione penale relativa alle violazioni edilizie - Esaurimento dei procedimenti amministrativi di sanatoria - Durata della sospensione - Effetti e termini - Silenzio rigetto - Artt. 36, 44, lett. b), 45, 64, 65, 71, 72, 93 e 95 d.P.R. 380/01 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sospensione del corso della prescrizione - Applicazione e limiti - Astensione proclamata dagli organismi rappresentativi.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 28/04/2016 Sentenza n.17425

DIRITTO URBANISTICO - Prescrizione del reato edilizio - Obbligo del giudice di dichiarare estinto il reato - Principio del "favor rei" - Prescrizione, limiti e oneri probatori - Artt. 44, lett. b) e 95 d.P.R. n. 380 del 2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Manifesta infondatezza dei motivi - Inammissibilità - Preclusione di rilevare e dichiarare le cause di non punibilità - Art. 129 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 27/04/2016 Sentenza n.17198

DIRITTO URBANISTICO - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Sentenza divenuta irrevocabile - Sopravvenuta sanatoria edilizia - PROCEDURA PENALE - Poteri e doveri del giudice dell'esecuzione - Atto amministrativo - Verifica della regolarità - Disapplicazione giurisdizionale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 27/04/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Realizzazione di nuove volumetrie - Assenza di titoli edilizi abilitativi - Sequestro preventivo disposto di iniziativa dalla polizia giudiziaria - Obbligo previsto della facoltà di farsi assistere da un difensore di fiducia - Esclusione -  Fumus del reato e del periculum in mora - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione avverso provvedimenti cautelari reali - Limiti - Nozione di "violazione di legge" - Artt. 321, 325 e 606 lett. e) cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 27/04/2016 Sentenza n.17199

DIRITTO URBANISTICO - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Reati concernenti violazioni edilizie - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Prescrizione stabilita dall'art. 173 cod. pen. - Limiti della disciplina - Natura di sanzione amministrativa a carattere ripristinatorio - Nozione convenzionale di "pena" - Giurisprudenza della Corte EDU.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 20/04/2016 Sentenza n.

* ACQUE - Rifiuti liquidi e acque di scarico - Esclusione e limiti dalla disciplina sui rifiuti - RIFIUTI - Smaltimento dei rifiuti - Configurabilità del reato - Condotta occasionale  - Artt.74, 256, cc.1 e 4, 279, c.1, d. L.vo n.152/2006 - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Gestione dei rifiuti - Impianto di depurazione delle acque - Comunicazione tempestiva dei malfunzionamenti - Inosservanza delle prescrizioni dell'autorizzazione - Natura di reato di mera condotta - Idoneità della condotta a recare concreto pregiudizio al bene finale - Impedimento alla pubblica amministrazione dell'esercizio dei suoi poteri di controllo - INQUINAMENTO IDRICO - Gestione impianto di depurazione delle acque - Responsabilità del legale rappresentante destinatario dell'autorizzazione - Elemento soggettivo della colpa grave - Configurabilità (anche se non si segue direttamente il trattamento e la manutenzione degli impianti) - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso in Cassazione - Limiti rinnovata valutazione dei fatti o rivalutazione del contenuto delle prove acquisite - Riserva esclusiva al giudice del merito - Controllo del giudice di legittimità sui vizi della motivazione - Coerenza strutturale della decisione - Fattispecie: "rifiuto liquido", derivanti dal lavaggio di automezzi con idropulitrice e omessa tempestiva comunicazione del guasto elettrico dell'impianto di depurazione delle acque meteoriche da parte del responsabile.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 20/04/2016 Sentenza n.16161

RIFIUTI - Gestione dei rifiuti in forma societaria - Responsabilità dell'amministratore unico - Rifiuti prodotti dalla gestione dei veicoli - Violazione di prescrizioni - Artt. 6, c.2, e 256, c.2, D. Lgs. n. 152/2006 - Rapporti tra l'art. 256, c.2, D.Lgs. n. 152/2006 e l'art. 13 D. L.gs. n. 209/2003 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Mancanza di specificità del motivo - Indeterminatezza - Mancanza di correlazione tra le ragioni della decisione e quelle poste nell'impugnazione - C.d. vizio di aspecificità - Art. 591 c.p.p., c.1, lett. e).

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 20/04/2016 Sentenza n.16174

 DIRITTO URBANISTICO - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Reati edilizi e patteggiamento - Operatività del beneficio sospensivo subordinata alla demolizione del manufatto abusivamente realizzato - Ripristino dello stato dei luoghi entro tre mesi dal passaggio in giudicato della pronuncia - Effetti - Art. 31 c.9 D.P.R. n.380/2001 - Sentenza ex artt. 444 e 448 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 15/04/2016 Sentenza n.15730

DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Impugnazione - Presupposti per l'ammissibilità - Erronea attribuzione del "nomen juris" - Ininfluenza - Qualificazione giuridica del gravame - Art. 568 cod. proc. pen. - Fattispecie: in ordine ai reati di omesso allestimento di adeguate protezioni sui luoghi di lavoro di cui all'art. 159, comma 2, lett. c) d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 13/04/2016 Sentenza n.15410

RIFIUTI - Adozione di ordinanze contingibili ed urgenti da parte del Sindaco - Attività di smaltimento di rifiuti non autorizzate - Tutela della salute pubblica e dell'ambiente - Acquisizione dei pareri degli organi tecnico-sanitari - Potere-dovere di verificare la legittimità da parte del giudice penale - Illegittimità disapplicazione - Artt. 191 e 256 d.lgs. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Conversione del mezzo di impugnazione - Criteri e limiti - Inesatta qualificazione giuridica del gravame - Art. 568, c.5, cod. proc. pen. - Impedimento dell'imputato o del difensore - Rinvio del dibattimento - Sospensione della prescrizione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sezioni Unite 13/04/2016 Sentenza n.15453

VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE (V.I.A.) - CODICE DELL'AMBIENTE - Assoggettamento alla procedura di valutazione di impatto ambientale di tutti gli impianti - Interpretazione "restrittiva" della normativa - Progetti al di sotto della soglia - Verifica preliminare - DIRITTO ENERGITICO - Fattispecie: realizzazione di un aerogeneratore per la produzione di energia da fonte eolica - Artt. 6 e 20 d.lgs. n. 152/2006 - DIRITTO URBANISTICO - Reati edilizi o urbanistici - Manufatto abusivo - Sequestro preventivo - Verifiche del giudice di merito - Profilo dell'offensività - Pericolo concreto ed attuale - Art. 44, c.1, lett. b), d.P.R. n.380/2001 - Immobile abusivo - Sequestro preventivo di opera ultimata - Accertamento di eventuale pregiudizio - Necessità - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Polizia Giudiziaria - Sequestro preventivo di iniziativa della P.G. ai sensi dell'art. 321, comma 3-bis, cod. proc. pen. - Obbligo di avviso all'indagato - Esclusione - Diversità ontologica e diversa finalità del sequestro probatorio e del sequestro preventivo - Artt. 125, c.3, 324, 309 e 356 cod. proc. pen., quest'ultimo in riferimento all'art. 114 dlsp. att. cod. proc. pen. - Sequestro probatorio eseguito dalla p.g. su delega del p.m. - Sequestro preventivo operato di iniziativa della polizia giudiziaria - Effetti e procedure - Nozione del sequestro preventivo - Sequestro probatorio e sequestro preventivo - Meccanismi di controllo - Processo di "autonomizzazione" dei due istituti - Ricorso in Cassazione - Nozione di "violazione di legge" - Omesso esame di punti decisivi per l'accertamento del fatto.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. Un. 13/04/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Regime dei titoli abilitativi edilizi - Suddivisione dell'attività edificatoria finale nelle singole opere - Esclusione - Considerazione unitaria nel suo complesso dell'opera abusiva - Sanatoria e prescrizione del reato urbanistico - Periodo di sospensione del processo disposto dal giudice - Computo dei termini di prescrizione del reato edilizio - Recupero degli interventi abusivi - Procedimento di sanatoria e condono edilizio - Differenze ed effetti - Giurisprudenza amministrativa - Artt. 10, 31, 33, 34, 36 e 45 d.P.R. n. 380/01 - Presentazione della domanda di condono edilizio e sospendere il procedimento - Esclusione in caso d'inammissibilità del ricorso per cassazione per manifesta infondatezza dei motivi - Richiesta di sanatoria - Compiti del Dirigente o responsabile del competente ufficio comunale - Ipotesi di silenzio-rifiuto - Effetti - Sospensione del giudice - Operatività e limiti - Violazione delle norme antisismiche e sulle costruzioni in cemento armato.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 07/04/2016 Sentenza n.13964

DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Violazioni edilizie e paesaggistiche - Procedimenti amministrativi di sanatoria - Compatibilità con gli strumenti urbanistici - Illiceità dell'intero manufatto in quanto costruito interamente su particelle gravate da uso civico - Mancanza del requisito della disponibilità dell'area - AREE PROTETTA - Vincolo paesaggistico - Parco Naturale Regionale "Sirente-Velino" - Area a"protezione speciale" (Z.P.S.) - Fattispecie - Artt. 181 e 142 lett. d) ed f) d.L.vo n.42/04 - Artt. 36, 44 lett. e) e 45 dpr n.380/2001DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Congruità della motivazione - Censure con criteri omogenei e passaggi logico-giuridici - Pronuncia di 1° e di appello - Unicità e inscindibililità - Artt. 521, 522, 616 e 606 c.1 lett. e) cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 6/04/2016 Sentenza n.13735

ARIA - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Realizzazione di impianto in difetto di autorizzazione o di gestione - Natura permanente del reato - Esecuzione o prosecuzione dell'esercizio dell'attività produttiva - Soggetti responsabili - Obbligo di chiedere il rilascio del titolo abilitativo per le emissioni atmosferiche - Effetti - Artt. 269 c.8 e 279, c.1, d.lgs. n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Inammissibilità del ricorso - Manifesta infondatezza dei motivi o altra ragione - Preclusione della prescrizione - Applicazione delle cause di non punibilità a norma dell'art.129 c.p.p. - Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 6/04/2016 Sentenza n.13731

RIFIUTI - Deposito incontrollato di rifiuti - Condotta e configurabilità del reato - Necessità di diritti dominicali - Esclusione - Sufficiente la disponibilità dell'area - Svolgimento professionale o imprenditoriale dell'autore - Esclusione - Art. 255 d.lgs. 152/2006 - Art. 6, c.1, lett. a), L. 201/2008 - Legislazione emergenziale nel settore dei rifiuti - Natura di norma eccezionale e temporanea - Art. 2, comma 5, cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso in Cassazione - Mancata rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale - Limiti - Circostanze attenuanti generiche - Riconoscimento o diniego - Potere discrezionale del giudice di merito - Motivazione - Art. 133 cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 31/03/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Reati edilizi - Opere abusive - Realizzazione di un impianto sportivo in zona agricola - Violazione dell'art. 44 DPR n. 380/2001 - Art. 4, legge n. 493/1993 - Requisito della pertinenzialità e requisito della precarietà - Elementi e differenze - Violazione degli strumenti urbanistici - Offensività al bene tutelato - Verifica del Giudice di merito - PROCEDURA PENALE - Sequestro preventivo - Ricorso per cassazione - Nozione di violazione di legge - Errores in iudicando o in procedendo - Vizi della motivazione - Motivazione graficamente assente - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sindacato della Corte di Cassazione - Modifica dell'art. 606 c.p.p., lett. e), con la L. n. 46/2006 - Rivisitazione dell'iter ricostruttivo del fatto - Esclusione - Artt. 172 e 173 c.p. - Art. 28 L. n. 689/1981 - Artt. 273, 321, 325, 606 lett.b) e 616 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.6^ 31/03/2016 Sentenza n.13038

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Peculato - Consumazione del reato - Abuso d'ufficio e peculato nozione differenze e giurisprudenza - Peculato d'uso e nozione di restituzione - Nozione di appropriazione - Uscita del bene dalla disponibilità della pubblica amministrazione che ne è titolare - Delitto di abuso d'ufficio - Artt. 81, 314, 323 bis, 479 e 646 cod. pen. - Reato di falso ideologico in atto pubblico - Atti cosiddetti interni o destinati ad inserirsi nel procedimento amministrativo - Configurabilità del reato per qualsiasi documento, benché non imposto dalla legge, compilato da un pubblico ufficiale nell'esercizio delle sue funzioni - Falsità materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici - Note di missione - Fattispecie: appropriazione dell'autovettura di servizio, utilizzata per ragioni estranee ad esso in relazione alla falsa attestazione nel libretto di servizio della predetta autovettura.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 24/03/2016 Sentenza n.12463

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - DIRITTO URBANISTICO - Aree o immobili soggetti a vincolo paesaggistico - Rimessione in pristino spontaneo - PROCEDURA PENALE - Speciale causa estintiva - Condanna non irrevocabile - Preclusione dell'operatività della causa di estinzione del reato - Artt.44 c.1° lett.c) DPR n. 380/2001, 110 c.p., 606 c.p.p. e 181 D.Lgs. n.42/2004.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 24/03/2016 Sentenza n.12473

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Esercizio dell'attività di gestione dei rifiuti - Noleggio di un veicolo adibito al trasporto di rifiuti pericolosi senza autorizzazione - Sequestro - PROCEDURA PENALE - Richiesta del terzo estraneo al reato e in buona fede di restituzione - Onere della prova - Addebito di negligenza - Iscrizione del soggetto all'Albo e indicazione nell'Albo del singolo veicolo utilizzato - Necessità - Art. 256, c.1, lett.a) d.Lgs. n.152/2006 - Art. 325, c.1, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 24/03/2016 Sentenza n.12469

DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Richiesta di applicazione della pena ex 444 c.p.p. - Cause di estinzione del reato precedenti alla sentenza di patteggiamento - Reati estinti per prescrizione - Rilevabilità d'ufficio - Pronuncia sentenza di proscioglimento - Artt. 129 e 444 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 16/03/2016 Sentenza n.10960

RIFIUTI - Deposito incontrollato di rifiuti - Momento consumativo del reato - Individuazione della natura permanente o istantanea - Accertamento della natura giuridica della condotta - Compito del giudice del merito - Fattispecie: attività di deposito di rifiuti speciali non pericolosi (terre e rocce da scavo, nonché materiali derivanti da attività di demolizione) in assenza della prescritta autorizzazione - Artt. 183 e 256 d.lgs. n. 152/2006 - CODICE DELL'AMBIENTE - Reato di deposito incontrollato e ipotesi di deposito "controllabile" - Natura - L'antigiuridicità cessa con lo smaltimento, il recupero o l'eventuale sequestro - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Cause di non punibilità - Presupposto per l'applicazione - Obbligo di immediata declaratoria in sede di legittimità - Limiti - Inammissibilità del ricorso per cassazione - Art. 129, c.2, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 14/03/2016 Sentenza n.10478

INQUINAMENTO ACUSTICO - Disturbo della pubblica quiete - Attitudine dei rumori a disturbare il riposo o le occupazioni delle persone - Superamento della soglia della normale tollerabilità - Emissioni sonore e pregiudizio ad un numero indeterminato di persone - Accertamento del fatto - Convincimento del giudice di merito su elementi probatori di diversa natura - Perizia o consulenza tecnica - Necessità - Esclusione - RUMORE - Idoneità della condotta ad arrecare disturbo - Reato di pericolo presunto - disturbo potenzialmente riferito ad un numero indeterminato di persone - Art. 659 cod. pen. - Art. 844 cod. civ. - PROCEDURA PENALE - Assoluzione perché il fatto non sussiste - Mancanza, insufficienza o contraddittorietà della prova - Limiti all'interesse ad impugnare - Artt. 652,125, 654 e 530, c.2°, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 11/03/2016 Sentenza n.

* BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Accertamento di compatibilità paesaggistica - Rimessione in pristino - Opera ritenuta concretamente idonea a compromettere i valori protetti - Art. 181 c.1 d.lgs. n. 42/2004 - Artt. 64, 65, 71, 72, 93, 94, 95 e 98 d.P.R. n.380/2001 - DIRITTO URBANISTICO - Reati previsti dalla normativa antisismica - Rilascio in sanatoria dell'autorizzazione dell'Ufficio del Genio civile - Effetti - Non costituisce causa estintiva dei reati - Il permesso di costruire in sanatoria non estingue i reati urbanistici -  DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro del manufatto abusivo e rimessione in pristino dello stato dei luoghi - Interventi ripristinatori sul bene sequestrato - Artt. 606, lett. b) ed e) e 616, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 10/03/2016 Sentenza n.9950

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - MOBILE USER OBJECTIVE SYSTEM (cd. MUOS) - Intervento edilizio abusivo in area sottoposta a vincolo paesaggistico - Sequestro preventivo per reati paesaggistici - Requisito dell'attualità del pericolo indipendentemente dall'essere l'edificazione ultimata o meno - Rischio di offesa al territorio ed all'equilibrio ambientale - DIRITTO URBANISTICO - Carico urbanistico - Giurisprudenza - Art. 181, c.1, d.lgs. n.42/2004, (in relazione al combinato disposto di cui agli artt. 142, comma 1, lett. f, e 146, d.lgs. n.42/2004 e 44, c.1, lett.c, d.P.R. n. 380/2001) - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - MUOS - Sequestro preventivo - Pericolosità sociale della cosa e non dalla colpevolezza di colui che ne abbia la disponibilità - Mobile User Objective System (cd. MUOS) - Sussistenza anche solo indiziaria del reato - Art. 321, c.1, cod. proc. pen. - Giurisprudenza -  Presunzione di legittimità degli atti amministrativi - Potere-dovere del G.O. di conoscerli e di disapplicarli ove in contrasto con la legge - M.U.O.S. - Ricorso per cassazione - Motivi non specifici generici ed indeterminati - Inammissibilità - MUOS - Sentenza non definitiva del C.G.A. per la Regione Siciliana - Irrilevanza - TUTELA DELLA SALUTE - Norme in materia paesaggistica e ambientale e pericoli per la salute dell'uomo.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 10/03/2016 Sentenza n.9940

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Terre e rocce da scavo - Smaltimento non autorizzato di rifiuti speciali - Interventi di miglioramento ambientale - Natura di sottoprodotto - Onere della prova a carico di chi invoca l'applicazione della disciplina in deroga - Artt. 185, 186 e 256, c.1, d. lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Pena dell'arresto e dell'ammenda alternativamente previste - Beneficio del trattamento più favorevole - Motivazione nell'accenno alla equità quale criterio di sintesi - Sufficiente.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 10/03/2016 Sentenza n.9949

DIRITTO URBANISTICO - Violazioni edilizie - Ordine di demolizione delle opere abusive - Natura di sanzione amministrativa di carattere ripristinatorio - Possibilità dì revoca della demolizione - Interesse pubblico - Natura intrinsecamente penale della demolizione - Esclusione - Reati edilizi e urbanistici - Ipotesi di astratta condonabilità delle opere - Sospensione del procedimento e l'estinzione dei reati - Requisiti oggettivi per la condonabilità - Artt. 27 e 31 d.P.R. 380/2001 - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Natura amministrativa della demolizione - Giurisprudenza - Estinzione della sanzione per il decorso del tempo o per prescrizione quinquennale - Esclusione - Natura di sanzione 'ripristinatoria' - Ragioni di tutela del territorio  - Demolizione ordinata dal giudice penale - Potere autonomo e non alternativo a quello dell'autorità amministrativa - Procedimento di esecuzione della demolizione - Revoca da parte del giudice penale - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Natura della prescrizione penale - Tutela di interessi individuali - Natura decorso del tempo quale causa estintiva in urbanistica - amministrativo - Prevalenza di interessi pubblici - Ripristino dell'assetto del territorio - Ricorso per cassazione - Stessi motivi proposti con l'appello - Inammissibilità - Genericità delle doglianze - Difetto di specificità dei motivi - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Diritto CEDU - Natura e applicazione - Parametro interposto di legittimità - Cd. normazione mascherata - Sistema costituzionale delle fonti - C.d. "sentenze gemelle" (Corte Cost. n. 348 e 349 del 2007) - Art. 117 Cost..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 10/03/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Reati edilizi - Giudice dell'esecuzione - Richiesta di revoca o di sospensione dell'ordine di demolizione - Istanza di condono o sanatoria - Obbligo di revoca - Presupposti - Artt. 31 e 44 d.P.R. n. 380/2001 - Ordine di demolizione delle opere abusive - Natura di sanzione amministrativa - Riesame: revoca e sospensione - Limiti - Tutela degli interessi urbanistici - Sentenza di condanna - Beneficio della sospensione della pena alla demolizione dell'opera abusiva - Acquisizione dell'immobile al patrimonio del comune - Ingiustificata inottemperanza all'ordine di demolizione - Entro 90 gg. dalla notifica dell'ingiunzione - Automatica acquisizione gratuita al patrimonio comunale - Trasferimento del diritto di proprietà ope legis - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Revoca dell'ordine di demolizione - Interessi pubblici prevalenti - Specifica deliberazione consiliare - Impegno di spesa e adeguata istruttoria - Necessità - Fattispecie - Demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa dell'ordine di demolizione - Autonoma funzione ripristinatoria del bene giuridico leso - Tutela del territorio - Prescrizione stabilita dall'art. 173 cod. pen. - Esclusione - Art. 31, c.9, T.U.E. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudizio di cognizione - Nomina del difensore di fiducia - Limiti - Ricorso per cassazione - Stessi motivi proposti con l'appello - Inammissibilità - Genericità delle doglianze - Difetto di specificità dei motivi - Artt. 444, 445, 581, 591, 606 655, 656, 661 e 676 c.c.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 8/03/2016 Sentenza n.9461

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Attivita' di gestione di rifiuti non autorizzata - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Distruzione o deturpamento di bellezze naturali - PROCEDURA PENALE -Sequestro preventivo - Periculum in mora - Requisiti della concretezza e attualità - Artt. 256, c.4, 256, c.1, lett. a), D.L.vo 3 aprile 2006, n. 152 e 635, in relazione all'articolo 625 n. 7, 674 e 734 codice penale - Art. 321 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 8/03/2016 (Ud. 22/10/2015) Sentenza n.9453

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Pratica di motocross all'interno di un parco nazionale - Concreta possibilità di compromissione degli ambienti naturali con particolare riguardo alla flora e alla fauna e ai rispettivi habitat - Presupposti per l'esclusione colpevolezza - Verificazione di un elemento estraneo all'agente - Errore scusabile - Fattispecie: pratica di motocross su un viale parafuoco perimetrale all'interno di un parco nazionale - PROCEDURA PENALE - La buona fede nei reati contravvenzionali - Presupposti - Onere della prova - Artt. 568, 591, 593, 606, 616 e 624 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/03/2016 Sentenza n.

SICUREZZA SUL LAVORO - Ponteggio privo di parapetti - Visita medica preventiva - Mancanza di redazione del piano di montaggio, uso e smontaggio del ponteggio - Artt. 126, 168, comma 2, lett. d), e 136 del d.lgs. 81/2008 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Divieto di testimonianza indiretta - Artt. 351, 357, c.2° lett. a) e b) e 195, c.4, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 4/03/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Ordine di demolizione di manufatti abusivi - Passaggio in giudicato della sentenza di condanna - Richiesta di revoca - Istanza di condono o di sanatoria - Disamina del giudice dell'esecuzione - Valutazione dei tempi di definizione del procedimento amministrativo e di cause ostative al suo accoglimento - Reati urbanistici - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Condono edilizio - Pagamento della somma prevista a titolo di oblazione amministrativa - Inidoneità ad elidere autonomamente la valenza della sentenza di condanna - Sospensione dell'esecuzione - Accertamenti del giudice - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Demolizione del manufatto in violazione della normativa edilizia e antisismica - Procedura di cui all'art. 31 del dPR 380/2001 - Art.98 dPR n.380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 04/03/2016 Sentenza n.9134

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Realizzazione di opere edilizie in zona sottoposta a vincolo - Condotta che si protrae nel tempo - Natura permanente del reato paesaggistico - Integrazione dell'elemento soggettivo del reato - Sufficiente il dolo generico - Artt. 167 e 181, c.1-bis, dlgs n. 42/2004 - DIRITTO URBANISTICO - Realizzazione di opere edilizie in zona vincolata - Assenza delle prescritte autorizzazioni - Responsabilità del direttore dei lavori - Rinuncia all'incarico - Segnalazione contestuale della irregolarità - Fattore esimente della penale responsabilità - Intervenuta decadenza del permesso a costruire ai sensi dell'art. 15 del dPR n. 380/2001 - Doveri di diligenza - Limiti - Art. 29, c.2 e 44 del dPR n. 380/2001 - Manufatto realizzato in assenza dei prescritti nullaosta paesaggistici ceduto a terzi - Impedimento alla efficacia dell'ordine di ripristino - Esclusione - Rimessione in pristino dello stato dei luoghi a spese del condannato - Finalità - Scopo risarcitorio del danno patito dal bene ambientale - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Fattori impedienti la celebrazione del processo - Differimento di udienza ex officio - Omessa notificazione al difensore - Nullità del giudizio - Esclusione se il difensore ne sia comunque venuto a conoscenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 29/02/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Reato di omessa denuncia lavori in zona sismica - Bassa sismicità - Irrilevanza del grado di sismicità - Preventiva autorizzazione - Artt. 36, 65, 83, 93, 94 e 95  d.P.R. n.380/2001 - Reati edilizi - Permesso di costruire in sanatoria - Disciplina per le costruzioni nelle zone sismiche - Esclusione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Contestazione dell'accusa - Mancata individuazione degli articoli di legge violati - Effetti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 29/02/2016 Sentenza n.

* RIFIUTI - Attivita' di gestione di rifiuti non autorizzata - Reato di cui all'art. 256, c1, lett.a), d.lgs 152/2006 - Esclusione penale della condotta in ragione della occasionalità - Assenza di "attività" - Necessità - CODICE DELL'AMBIENTE - Fattispecie: trasporto ed il conseguente commercio di rifiuti - Nozione dell'assoluta "occasionalità" - Nozione di "attività" - Artt. 183, 185, 256 e 256-bis d.lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Fattispecie contravvenzionali - Ignoranza della normativa settoriale - Valutazione di inevitabilità/scusabilità dell'errore - Causa di esclusione della responsabilità penale - Prova della buona fede - Criterio dell'ordinaria diligenza - Scusabilità dell'ignoranza - Richiesta di emissione di decreto penale di condanna dal PM - Prosciglimento da parte del GIP - Criteri tassativi indicate nell'art. 129 cod. proc. pen. - Mancanza della prova rilevanza solo "ad istruttoria ultimata" - Artt. 129, 459, 530 e 611 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 29/02/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Demolizione del manufatto abusivo - Esecuzione dell'ordine di demolizione disposto con sentenza di condanna - Competenza P.M. - Fatttispecie: violazione della normativa urbanistica ed antisismica - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Reati edilizi - Istanza di condono o sanatoria - Richiesta di revoca o di sospensione dell'ordine di demolizione delle opere abusive - Giudice dell'esecuzione verifiche e controlli - Limiti - Artt. 31, 98 d.P.R. n.380/2001 - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reati concernenti le violazioni edilizie - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa di carattere ripristinatorio - Prescrizione stabilita dall'art.173 cod. pen. o dall'art.28 L. n. 689/1981 - Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 29/02/2016 Sentenza n.

* CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Attivita' di gestione di rifiuti non autorizzata - Confisca del veicolo obbligatoria - Limiti alla confisca con il decreto penale di condanna - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Superamento della passata giurisprudenza della sussistenza per il Gip dell'obbligo di disporre la confisca del mezzo di trasporto sequestrato anche in caso di emissione di decreto penale di condanna - Artt. 240 c.p. e 460 c.p.p. - Artt. 256 e 259, c.2, d.lgs. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 29/02/2016 Sentenza n.8167

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Nuove costruzioni di durata temporanea - Interventi precari o facilmente amovibili in difetto di autorizzazione paesaggistica - Reato paesaggistico - Configurabilità - DIRITTO URBANISTICO - Procedura semplificata - Artt. 44, lett.e), 93, 95, dPR n.380/2001 - Artt. 146, 149 e 181 c.1 bis, d.lgs. n. 42/2004 - Art. 734, cod. pen. - PROCEDURA PENALE - Determinazione della pena sotto della media edittale - Motivazione con elementi impliciti - Richiamo al criterio di adeguatezza della pena.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 26/02/2016 Sentenza n.7861

CACCIA - Distinzione tra uccellagione e le altre forme di caccia - Artt. 2 c.2, 3 lett.e), 12 c.2 e 30 legge 157 del 1992 - Reato esercizio di uccellagione - Criteri per la configurabilità - Predisposizione di mezzi idonei alla cattura - Concetto generico di caccia o attività venatoria e attività di uccellagione - Mezzi adoperati - Soglia di punibilità - Pericolo del bene giuridico protetto - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Applicazione della pena detentiva in alternativa a quella pecuniaria - Potere del giudice - Obbligo di motivazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 26/02/2016 Ordinanza n.7859

DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sentenze di proscioglimento emesse a seguito di giudizio abbreviato - Ricorso per cassazione per saltum - Presupposti e limiti - Artt. 568, 569 e 606 cod. proc. pen. - Ricorso per cassazione mezzo di gravame diverso da quello prescritto - Sottoposizione dell'atto impugnato a sindacato giurisdizionale - Verificare l'oggettiva impugnabilità del provvedimento - Ricorso proposto dalla parte civile - Impugnazione convertito in appello.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 26/02/2016 Sentenza n.

* RUMORE - INQUINAMENTO ACUSTICO - Attitudine dei rumori a disturbare il riposo o le occupazioni delle persone - Superamento della soglia della normale tollerabilità - Emissioni sonore e pregiudizio ad un numero indeterminato di persone - Accertamento del fatto - Convincimento del giudice di merito su elementi probatori di diversa natura - Perizia o consulenza tecnica - Necessità - Esclusione - Artt. 110, 650 e 659 c.p. (capo a) - Regime autorizzativo ex art. 68 del TULPS - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Provvedimento giurisdizionale impugnato con un mezzo di gravame diverso da quello normativamente previsto - Verifica dell'oggettiva impugnabilità del provvedimento e dell'esistenza della volontà di impugnare - Trasmissione degli atti al giudice competente - Conversione della impugnazione e principio di conservazione degli atti - Atto convertito e requisiti di sostanza e di forma - Artt. 529 e 568 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 22/02/2016 Sentenza n.6780

DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Cantiere sequestrato e sottoposto a sigilli - Prosecuzione dell'attività edilizia - Reato commesso nella qualità di custode giudiziario - Violazione di sigilli - Fattispecie: aree soggette a vincolo ambientale abusivamente adibite a parcheggio all'aperto - Artt. 334 e 349 c.p. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Qualificazione  giuridica del fatto  contestato - Art. 111 c.2° Cost. - Art. 6 della Convenzione EDU - Artt. 521 e 606 lett. e) c.p.p.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 22/02/2016 Sentenza n.

* CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Gestione dei rifiuti - Terre e rocce da scavo - Regime dei sottoprodotti - Prova positiva gravante sull'imputato - Artt.186, 256 e 260 D.Lgs. n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Misure cautelari personali - Ricorso per Cassazione - Vizio di motivazione del provvedimento - Fattispecie: inammissibilità per difetto di "autosufficienza" - Riferimento generico "alla lettura degli atti".

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 22/02/2016 Sentenza n.6787

CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Deposito incontrollato e abbandono di rifiuti - Attività di demolizione - Decreto di sequestro probatorio o preventivo - Restituzione dell'area in assenza delle condizioni che legittimano il sequestro - Natura di atto dovuto ed incondizionato del dissequestro - Fattispecie - Artt. 192 c.1 e 2, 239 e 256, c.2 del D.lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione contro le ordinanze emesse in materia di sequestro preventivo - Violazione di legge - Vizi della motivazione - Requisiti minimi di coerenza, completezza e ragionevolezza - Misure cautelari reali - Richiesta di riesame proposta dal difensore - Nullità invocata dal difensore per la mancata notifica del verbale di udienza al domicilio eletto dal ricorrente - Mancata indicazione del domicilio - Artt. 157, 161, 178, 179, 321 e 324 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 19/02/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Reato di lottizzazione abusiva e di distruzione o alterazione di bellezze naturali - Pericolo di una urbanizzazione non prevista o diversa da quella programmata - Artt. 44 lett b) dPR n. 380/2001 nonché 349 e 734 c.p. e 181, c.1° bis D. Lgs. n.42/04 - PROCEDURA PENALE - Lottizzazione abusiva - Sentenza di proscioglimento per prescrizione del reato - Confisca del bene lottizzato - Adeguata motivazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 17/02/2016 Sentenza n.6438

RIFIUTI - INQUINAMENTO SUOLO - INQUINAMENTO IDRICO - ACQUA - AGICOLTURA E ZOOTECNIA - Attivita' organizzate per il traffico illecito di rifiuti - Fanghi utilizzati come ammendante - Compostato misto non proveniente da reflui civili né reflui ad essi assimilabili - Decreto di sequestro preventivo - Legittimità - Art. 260 d.lgs 3 aprile 2006, n. 152 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Procedimento di riesame - Limiti - Declaratoria di inammissibilità per rinuncia all'impugnazione - Condanna al pagamento delle spese processuali e della sanzione pecuniaria - Artt. 616, 606, 591, 325, 324,322 e 309 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 17/02/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Demolizione in sede esecutiva e sanatoria - Presupposti per la sospensione o revoca - Incompatibilità con atti amministrativi o giurisdizionali - Demolizione in sede esecutiva - Provvedimento giurisdizionale favorevole - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Onere probatorio - Accertamenti - Poteri istruttori esercitabili d'ufficio dal giudice dell'esecuzione - Art. 36 D.p.r. n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 15/02/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Opere abusive - Sentenza di 'patteggiamento' - Ordine di demolizione - Provvedimento obbligatorio ex lege, privo di connotati di discrezionalità - Vincolo della continuazione dei reati - Artt. 31 c.9, 44, lett. B), 64, 65, 71, 72, 93 e 95 d.P.R. 380/2001 - PROCEDURA PENALE - Artt. 444, 445, c.1 bis, 606 e 620 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 15/02/2016 Sentenza n.6125

DIRITTO URBANISTICO - Precarietà di un'opera - Criteri - Uso realmente precario e temporaneo per fini specifici contingenti e limitati nel tempo - Giurisprudenza - Art. 44, lett. c), d.P.R. n.380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Vizi della motivazione - Illogicità della motivazione - Controllo del Giudice di legittimità - Rilettura degli elementi di fatto - Preclusione - Art.606, comma 1, lett e), cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 15/02/2016 Sentenza n.6124

DIRITTO URBANISTICO - Crollo edificio - Responsabilità - Difetto strutturale - Disastro colposo ed omicidio colposo plurimo - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sentenza di condanna - Nesso di causalità - Necessità - Fattispecie: ristrutturazione immobile e crollo.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 15/02/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Reati edilizi in zona sottoposta a vincolo - Totale difformità dal nulla osta ambientale e dal permesso di costruire - Natura sismica della zona - Assenza del preventivo avviso al sindaco ed all'Ufficio del genio civile - Artt.44, lett. e), 93, 94 e 95, d.P.R. n.380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE  - Giudizio di appello - Rinnovazione dell'istruttoria ex art. 603 cod. proc. pen.  - Giudice di legittimità e vizi della motivazione - Sindacato demandato alla Corte di cassazione - Limiti - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 15/02/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Reati edilizi - Responsabilità del proprietario o comproprietario non committente - Elementi integrativi della colpa - Opere in assenza di permesso a costruire ed nulla osta paesaggistico - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Responsabilità desunta da elementi oggettivi di natura indiziaria congruamente motivata - Sindacato di legittimità - Esclusione - Art. 40, secondo comma, cod. pen. - Artt. 157, 181, d. lgs. n. 42/2004 - Artt. 29 e 44, c.1, lett.e), d.P.R. n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 15/02/2016 Sentenza n.6123

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Opere edilizie in zona sottoposta a vincolo - Reato permanente e di pericolo - Artt. 44, c.1, lett.e) 64, 65, 71 e 82, 83, 95, d.P.R. n.380/2001 - Artt. 167 e 181, c.1-bis, d. lgs. n.42/2004 - DIRITTO URBANISTICO - Consistenza ed incidenza sull'assetto urbanistico del territorio - Interventi minori - Valutazione postuma della compatibilità paesaggistica - Mini sanatoria - Presupposti - Art 167 d. lgs. n. 42/2004 - L. n. 308/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Rinnovazione dell'istruzione dibattimentale in appello - Istituto eccezionale - Poteri e limiti del Giudice - Rigetto della richiesta di rinnovazione con motivazione implicita - Mancata rinnovazione dell'istruttoria in appello - Assunzione di prove sopravvenute o scoperte dopo la sentenza di primo grado - Error in procedendo - Valutazione circa la decisività della prova - Artt. 603, 606 c.p.p., c.1, lett. d), cod. proc. pen. - Vizi della motivazione e coerenza strutturale della decisione - Illogicità della motivazione - Requisiti - Controllo del Giudice di legittimità - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 11/02/2016 Sentenza n.5735

DIRITTO URBANISTICO - Opere abusive - Assenza di permesso di costruire o in totale difformità o con variazioni essenziali - Demolizione delle opere - Natura del provvedimento - Sanzione amministrativa di tipo ablatorio - Poteri del giudice penale - Incompatibile con situazioni di fatto o di diritto sopravvenuto - Revoca dell'ordine di demolizione - Artt. 31 c.8 e 44, d.P.R. n. 380/2001 - Natura pertinenziale di un manufatto - Presupposti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Prova decisiva - Nozione - Art. 606, comma 1, lett. d) cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 11/02/2016 Sentenza n.5708

DIRITTO URBANISTICO - Natura dell'ordine di demolizione e della confisca - Acquisizione gratuita dell'opera abusiva al patrimonio disponibile del Comune - Compatibilità con l'ordine di demolizione - Delibera consiliare - Necessità - Alienazione a terzi della proprietà dell'immobile abusivamente edificato e ordine di demolizione - Acquisto (reale o simulato) - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Reati concernenti le violazioni edilizie - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Esclusione della prescrizione ex art. 173 cod. pen. - Artt. 31 e 46 del d.P.R. n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 11/02/2016 Sentenza

* RIFIUTI - Gestione dei rifiuti - Raccolta per riutilizzo per uso domestico - Dimostrazione - Necessità - Nozione di rifiuto - Reato di trasporto illecito di rifiuti - Sequestro preventivo del mezzo e confisca - Art. 183, c.1, lett.a) e c.2 art. 259 d.lgs. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro preventivo o probatorio - Ricorso per cassazione - Violazione di legge - Criteri - Vizi della motivazione - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 11/02/2016 Sentenza n.5719

RIFIUTI - Gestione dei rifiuti e buona fede - Errore incolpevole indotto dal comportamento della P.A. - Commercio di rifiuti metallici - Attività di gestione compiute in mancanza della prescritta autorizzazione, iscrizione o comunicazione - Non caratterizzata da assoluta occasionalità - Fattispecie a condotta plurima - CODICE DELL'AMBIENTE - Presupposto della inapplicabilità del regime ordinario - Natura eccezionale e derogatoria - Onere della prova - Artt. 183, 188, 193, 198, 208, 209, 211, 212, 214, 215, 216, 256 e 266 d. lgs. n. 152/2006 - Produttore di rifiuti e detentore dei rifiuti - Nozione e differenze - Configurabilità del reato di gestione abusiva di cui all'art. 256, c.1°, d. lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - GIP - Emissione di decreto penale di condanna e proscioglimento - Presupposti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 11/02/2016 Sentenza n.5706

RIFIUTI - Attività di raccolta, trasporto e rivendita di rifiuti (metallici) non pericolosi - Richiesta di emissione del decreto penale di condanna - Valutazione del giudice - Presupposti e limiti - CODICE DELL'AMBIENTE - Reato di cui all'art. 256 c.1 lett. a) d.lgs.152/2006 - Art. 129, 459 e 530 cod. proc. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudice per le indagini preliminari - Emissione di decreto penale di condanna - Ipotesi tassativamente indicate nell'art. 129 cod. proc. pen. - Limiti alla pronunzia di sentenza di proscioglimento ex art. 129 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 10/02/2016 Sentenza n.5503

DIRITTO URBANISTICO - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Opera abusiva - Dissequestro del manufatto - Demolizione delle opere abusive - Reato di violazione dei sigilli - Art. 349 cod. pen. - Artt. 603 codice di procedura penale - Reati edilizi - Opera abusiva - Sequestro preventivo - Ordinanza di ingiunzione a demolire - Inottemperanza da parte dell'ingiunto alla demolizione - Automatica acquisizione al patrimonio del comune - Art. 31 d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Onere probatorio a carico dell'imputato - Esclusione - Onere di allegazione - Acquisizione d'ufficio - Fattispecie: acquisizione di una prova documentale precostituita.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 10/02/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Reati antisismici - Intervento edilizio in zona sismica - Autorizzazione antisismica - Progetto redatto da tecnico abilitato - Normativa antisismica - Tutela dell'incolumità pubblica - Permesso di costruire - Tutela dell'assetto urbanistico - Artt 44, 93, 94 e 95 d.p.r. n.380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Reati contravvenzionale - Buona fede del trasgressore - Causa di esclusione della responsabilità penale - Limiti - Configurazione materiale del reato - Articolo 606, c.1, lett.b) ed e), codice di procedura penale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 08/02/2016 Sentenza n.4931

RIFIUTI - Attivita' di gestione di rifiuti non autorizzata - Reato di cui all'art. 256, c1, lett.a), d.lgs 152/2006 - Esclusione penale della condotta in ragione della occasionalità - Assenza di "attività" - Necessità - CODICE DELL'AMBIENTE - Fattispecie: trasporto ed il conseguente commercio di rifiuti - Nozione dell'assoluta "occasionalità" - Nozione di "attività" - Artt. 183, 185, 256 e 256-bis d.lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Fattispecie contravvenzionali - Ignoranza della normativa settoriale - Valutazione di inevitabilità/scusabilità dell'errore - Causa di esclusione della responsabilità penale - Prova della buona fede - Criterio dell'ordinaria diligenza - Scusabilità dell'ignoranza - Richiesta di emissione di decreto penale di condanna dal PM - Prosciglimento da parte del GIP - Criteri tassativi indicate nell'art. 129 cod. proc. pen. - Mancanza della prova rilevanza solo "ad istruttoria ultimata" - Artt. 129, 459, 530 e 611 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

Pagine