CONSIGLIO DI STATO - 20 ottobre 2016

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Impugnazione di titoli edilizi – Titolari di immobili ubicati nella zona – Stabile collegamento – Interesse e legittimazione a ricorrere – Astratta prospettazione della lesione – Sufficienza – Zonizzazione – Zone F – Sottozone orientate ad attività di interesse pubblico – Attività artigianale – Non rientra - Variante semplificata – Procedimento – Art. 8 d.P.R. n. 160/2010 – Delibera del Consiglio di Comunale di approvazione della variante – Impugnazione – Notifica alla Regione – Necessità – Esclusione – Procedura semplificata di variante urbanistica – Carattere eccezionale e derogatorio.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 19/10/2016 Sentenza n.44319

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Apertura di pareti finestrate - Permesso di costruire - Necessità - Intervento edilizio comportante una modifica dei prospetti - Ristrutturazione edilizia "minore" - Esclusione - Artt. 3, 10, 34, 44, lett. e), d.P.R. n. 380/2001 - Artt. 167, 181, c.1­bis, D. Lgs. n. 42/2004 - Opere interne e reati edilizi - Realizzazione di un soppalco senza modifiche volumetriche - Incremento della superficie utile calpestabile - Aumento di unità immobiliari o modifiche dei volumi - Necessità di permesso di costruire - Presupposti - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Reato paesaggistico - Natura di reato di pericolo astratto - Effettivo pregiudizio per l'ambiente - Esclusione - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - RISARCIMENTO DEI DANNI - Proprietario confinante - Legittimazione a costituirsi parte civile - Condanna generica al risarcimento dei danni in favore della Parte Civile - Accertamento della potenziale capacità lesiva del fatto dannoso - Nesso di causalità - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Valutazione globale di quelle deduzioni e risultanze - Compiti giudice di merito - Particolare tenuità del fatto - Causa di esclusione della punibilità - Presupposti e limiti per la sua applicazione - Art. 131 bis cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/10/2016 Sentenza n.

* BENI CULTURALI E AMBIENTALI - DIRITTO URBANISTICO - AREE PROTETTE - Esecuzione dell'attività edilizia abusiva nonostante il sequestro dell'immobile - Termine della prescrizione - Calcola della decorrenza - Opere abusive in zona sismica sottoposta a vincolo paesaggistico e all'interno di un Parco nazionale - Violazione dei sigilli - Art. 349 c.p. - Artt.44, c.1, lett.e), 64, 65, 71, 72, 75, 93, 94, 95 d.P.R. n. 380/2001 - Art. 181, c.1, del d.lgs. n. 42/2004 - Criteri per individuare la natura pertinenziale delle opere - Requisito dell'individualità fisica e strutturale - Assenza - Permesso di costruire - Necessità - Giurisprudenza - PROCEDURA PENALE - Possibilità di rilevare e dichiarare le cause di non punibilità a norma dell'art. 129 cod. proc. pen. - Limiti - Inammissibilità del ricorso per cassazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/10/2016 Sentenza n.

* BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Cancellata in ferro con piantoni e binario scorrevole - Opere abusive in area sottoposta a vincolo paesaggistico - Demolizione e rimessione in pristino dello stato dei luoghi - Art. 181 c.1 d.lgs. n.42/2004 - DIRITTO URBANISTICO - Opere abusive e particolare tenuità del fatto - PROCEDURA PENALE - Esclusione della punibilità di cui all'art. 131 bis cod. pen. - Valutazione complessa e congiunta di tutte le peculiarità della fattispecie concreta - Art. 44, c.1 lett.e, del d.P.R. n. 380/2001 - Artt. 133, 609 c.2, cod. proc. pen. - Subordinazione della sospensione condizionale della pena alla demolizione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/10/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Reati urbanistici e paesaggistici - Intervento edilizio - Mancanza del permesso di costruire e dell'autorizzazione paesaggistica - Autorizzazione in sanatoria - Effetti - Artt. 36, 44 e 45 d.P.R. n. 380/2001 - Effetti penali dei procedimenti amministrativi di sanatoria - Rimessione in pristino dello stato dei luoghi - Art. 181 d.lgs. n. 42/2004 - Deturpamento delle bellezze naturali - Estinzione del reato di cui all'art. 734 cod. pen. per condono edilizio - Presupposti e limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/10/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Abusi edilizi sui prospetti esterni del fabbricato condominiale - Risarcimento del danno nei confronti della parte civile - Deprezzamento dell'appartamento contiguo ai lavori - Artt. 44, c.1 lett.b, 64, 71, 93, 94, 95 del d.P.R. n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/10/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Reati urbanistici e paesaggistici - Bene giuridico tutelato e persone offese dall'intervento abusivo - RISARCIMENTO DEL DANNO - Privati titolari di un mero interesse diffuso all'osservanza delle norme urbanistiche e danno patrimoniale - Presupposti e limiti - Opposizione all'archiviazione - Fattispecie - Art. 44 d.P.R. n.380/2001 - PROCEDURA PENALE - Pregiudizio dalla condotta illecita d'edificazione abusiva - Persona danneggiata - Opposizione alla richiesta d'archiviazione - Esclusione - Legittimazione del titolare del bene giuridico immediatamente leso dal reato - Art. 408 cod. proc. pen.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 14 ottobre 2016

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Realizzazione di opere interne – Eliminazione e spostamenti di tramezzatura – Manutenzione straordinaria – Spostamento del servizio igienico – Riscontrata minore altezza rispetto all’altezza minima prescritta dal regolamento edilizio – Sanzione demolitoria - Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 12 ottobre 2016

* VIA, VAS E AIA – RIFIUTI  - DIRITTO URBANISTICO – Rinnovo dell’AIA – Effetto di variante urbanistica – Modifiche sostanziali degli impianti realizzate abusivamente – Sanatoria – Regola della doppia conformità – Superamento - Art. 29-quattuordecies comma 5 del Dlgs. 152/2006 – Autorizzazione in sanatoria.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/10/2016 Sentenza n.42061

DIRITTO URBANISTICO - Denuncia dei lavori e presentazione dei progetti di costruzioni in zone sismiche - Zone a basso indice sismico - Autorizzazione per l'inizio dei lavori da parte del Genio civile - Normativa antisismica - Artt. 36, 44, 83, 93, 94 e 95 D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Circostanze attenuanti generiche - Criteri per la concessione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 04/10/2016 Sentenza n.41498

DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Reati edilizi e diritto comunitario - Ordine di demolizione e diritto "assoluto" alla inviolabilità del domicilio - Disciplina la c.d. demolizione d'ufficio - Giurisprudenza CEDU - Artt. 27, 29, 31, 36, 44,lett. b) e e), d.P.R. 380/2001 - Art. 181, comma 2, d.lgs. 42/2004 - Ordine di demolizione di un immobile abusivo - Autonoma funzione ripristinatoria del bene giuridico leso - Obbligo di fare - Tutela del territorio - Esclusione della prescrizione stabilita dall'art. 173 cod. pen. - Ordine 'giudiziale' di demolizione - Natura di sanzione amministrativa a carattere ripristinatorio - Revocabilità - Effetti della sentenza di applicazione della pena su richiesta (patteggiamento) - Irrevocabilità della sentenza - Competenza del P.M. ad eseguire l'ordine di demolizione - Finalità ripristinatoria dell'assetto del territorio - Diversa natura e finalità delle pene principali - Applicazione analogica della norma sulla prescrizione - Esclusione - Trasferimenti di proprietà del bene da demolire - Competenza del P.M. - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - C.d. demolizione d'ufficio - A prescindere dall'individuazione di responsabili - Finalità esclusivamente ripristinatoria dell'originario assetto del territorio - Differenza tra art. 27 e 31 d.P.R. 380/2001 - Acquisizione dell'opera abusiva al patrimonio del Comune e demolizione 'in danno', a spese dei responsabili dell'abuso - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Reati edilizi - Opere abusive - Richiesta di revoca o di sospensione dell'ordine di demolizione - Istanza di condono o sanatoria successiva al passaggio in giudicato della sentenza di condanna - Poteri e verifiche del giudice dell'esecuzione - Potere autonomo e non alternativo al quello dell'autorità amministrativa - Esclusione dell'estinzione della sanzione per il decorso del tempo o per la prescrizione quinquennale - Giurisprudenza - Ricorso per cassazione - Casi d'inammissibilità - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Forme di "normazione mascherata" e c.d. "sentenze gemelle" - Questione di legittimità costituzionale e diritto CEDU quale parametro interposto di legittimità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 04/10/2016 Sentenza n.

 * DIRITTO URBANISTICO - Reati concernenti violazioni edilizie - Ordine di demolizione - Applicabilità della disciplina sulla prescrizione - Esclusione - Artt. 27, 31, 44 d.P.R. n.380/2001 T.U.E. - Ordine 'giudiziale' di demolizione - Natura di sanzione amministrativa a carattere ripristinatorio - Revocabilità - Effetti della sentenza di applicazione della pena su richiesta (patteggiamento) - Irrevocabilità della sentenza - Finalità ripristinatoria dell'assetto del territorio - Diversa natura e finalità delle pene principali - Applicazione analogica della norma sulla prescrizione - Esclusione - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Abuso edilizio - Legittimità 'convenzionale' della demolizione - Convenzione e.d.u. - Diritto alla abitazione e protezione della proprietà - Presupposti e limiti - Giurisprudenza CE - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Natura della sanzione amministrativa 'ripristinatoria' della demolizione - Focus giurisprudenziale - Esclusione dell'estinzione della sanzione per il decorso del tempo - Giurisprudenza di legittimità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 03/10/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Ristrutturazione edilizia e cambio di destinazione d'uso - Permesso a costruire - Necessità - Somma a titolo di contributo di costruzione - Artt. 22, e 36 D.P.R. n. 380/200 - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Falso innocuo - Idoneità dello stesso ad ingannare comunque la fede pubblica - Infedele attestazione (nel falso ideologico) - Compiuta alterazione (nel falso materiale) - Fattispecie: falsa attestazione di una situazione urbanistica - Falso per induzione del pubblico ufficiale - Concorso tra reato di cui all'art. 483, e il reato di cui all'art. 479 c.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 29/09/2016 Sentenza n.40677

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Violazioni paesaggistiche - Sequestro preventivo impeditivo - Esame particolarmente approfondito da parte del giudice di merito - Necessità - Art. 321, comma 1, cod. proc. pen. - Artt. 136 149 e 181, c.1-bis D. L.vo n. 42/2004 - Art. 734 c.p. - DIRITTO URBANISTICO - Opere abusive - Criteri per la valutazione del sequestro - Artt. 3, 6, 10, 22, 31, 44, 64-71,65-72,93-95 d.p.r. n. 380/2001 - Struttura abusiva realizzata in zona paesaggisticamente vincolata - Messa in pericolo del bene giuridico protetto - Sistema di controlli - Sequestro preventivo cd. impeditivo - Valutazione del periculum in mora - Necessità - Abusi urbanistici e paesaggistici - Inapplicabiltà de iure condito della confisca del manufatto abusivo di cui all'art. 240 cod. pen. - Rimedi  percorribile per l'eliminazione degli effetti del reato - Demolizione - Rimessione in pristino - Sequestro - PROCEDURA PENALE - Sequestro preventivo - Poteri e verifiche del giudice - Indiscriminata ed esasperata compressione dei diritti individuali di proprietà e di libera iniziativa economica privata - Bilanciamento di interessi - Art. 321, comma 1, cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 29/09/2016 Sentenza n.40675

DIRITTO URBANISTICO - Ordine di demolizione - Estinzione per morte del reo sopravvenuta alla irrevocabilità della sentenza - Esclusione - Trasmissione agli eredi - Artt. 31 c.9, 44 lett. e), d.P.R. n. 380/2001 - URBANISTICA - EDILIZIA - Natura amministrativa dell'ordine di demolizione del manufatto abusivo - Giurisprudenza della Corte EDU - Differenza tra demolizione e confisca - Demolizione ordinata dal giudice penale - Natura di atto dovuto autonomo - Potere che si pone a chiusura del sistema sanzionatorio amministrativo - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

TAR SICILIA, Palermo - 28 settembre 2016

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Illeciti amministrativi in materia urbanistica, edilizia e paesaggistica – Termine di prescrizione – Art. 28 l. n. 689/1981 – Dies a quo – Principio di autonomia delle violazioni edilizia e paesaggistica – Concessione edilizia in sanatoria.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Napoli - 27 settembre 2016

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – PROCESSO AMMINISTRATIVO – Art. 114, c. 2, lett. c) cod. proc. amm. – Giudice dell’ottemperanza delle sentenze non passate in giudicato – Sentenza di annullamento di un permesso di costruire contro cui pende ricorso in appello – Fattispecie.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 26/09/2016 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - Abusivismo edilizio e diritto all'abitazione - Reato di costruzione abusiva e stato di necessità - Controllo rigoroso dei requisiti della scriminante - Differenza tra terreno edificabile e non edificabile - Prevalenza dell'interesse della collettività alla tutela del paesaggio e dell'ambiente - Art. 44, lett. c), d.P.R. 380/2001 - PROCEDURA PENALE - Graduazione della pena - Circostanze aggravanti ed attenuanti - Discrezionalità del giudice di merito - Valutazione della congruità nel giudizio di cassazione - Inammissibilità. 

Categoria: 

Autorità: 

TAR PIEMONTE - 26 settembre 2016

* VIA, VAS E AIA – VAS – Art. 11 d.lgs. n. 152/2006 - Passaggio endoprocedimentale della procedura di pianificazione – Autorità competente – Autorità procedente – Amministrazione distinta  – Necessità – Esclusione – Verifica di assoggettabilità – Art. 12 d.lgs. n. 152/2006 – Discrezionalità tecnica ed amministrativa – Sindacato giurisdizionale – Limiti - DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Permesso di costruire convezionato, non preceduto dall’approvazione di uno strumento attuativo – Art. 28-bis d.P.R. n. 380/2001 – Fattispecie – Area di proprietà pubblica – Effettiva ed attuale destinazione a pubblico servizio – Opere di trasformazione volte a renderla fruibile da parte della cvasollettività.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 20/09/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Reati edilizi in difetto di permesso di costruire ed in violazione della normativa antisismica - Responsabilità del proprietario o comproprietario non committente - Responsabilità omissiva per difetto di vigilanza - Esclusione - Presupposti e limiti della responsabilità - Elementi oggettivi di natura indiziaria - Valutazione dei comportamenti (positivi o negativi) integrativi della prova della compartecipazione - Artt. 44, c.1 lett. b), 93-95-100, d.P.R.  n. 380/2001 - Giurisprudenza - Nozione di Opere precarie - Carattere della precarietà - Uso realmente precario e temporaneo per fini specifici, contingenti e limitati nel tempo - Facile rimovibilità o mancato ancoraggio al suolo - Insufficiente per il requisito della precarietà - Fattispecie: tettoia e relativa copertura - PROCEDURA PENALE - Controllo del Giudice di legittimità - Coerenza strutturale della decisione - Oggettiva tenuta sotto il profilo logico-argomentativo - Esclusione della rilettura degli elementi di fatto.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Salerno - 19 settembre 2016

DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Art. 222 R.D. n. 1265/1934 – Dichiarazione di inabitabilità e ordine di sgombero – Uso abitativo, anche di fatto – Fabbricato a destinazione produttiva - Ordinanza contingibile e urgente diretta a dichiararne l’inagibilità – Possibilità di fare ricorso ai mezzi previsti in via ordinaria dall’ordinamento – Illegittimità – Art. 54 d.lgs. n. 267/2000 – Ordinanza contingibile e urgente adottata al fine di demolire costruzioni assentite – Rimedi di carattere ordinario – Esercizio dei poteri di vigilanza sull’attività urbanistico-edilizia.

Categoria: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/09/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Reati edilizi - Intervento su una costruzione realizzata abusivamente - Ripresa dell'attività criminosa originaria integrante un nuovo reato identico a quello precedente - Anche gli interventi di manutenzione ordinaria presuppongono che l'edificio sul quale si interviene sia stato costruito legittimamente - Artt. 3, 31, 44 lett. b) e 46 d.P.R. n. 380/2001 - Nozione di pertinenza urbanistica - Elementi - Individualità ed autonomia - Giurisprudenza - Nozione di opera precaria - Obiettive esigenze contingenti e temporanee - Precarietà dell'opera edilizia - Ininfluenza delle modalità dell'ancoraggio al suolo e dei materiali della struttura.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/09/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Reati edilizi - Individuazione dei responsabili - Direttore dei lavori, committente, titolare del permesso di costruire - Concorso di persone nel reato - Insufficiente la semplice connivenza - Obbligo giuridico di controllo - Esclusione - Artt. 29, 44 lett. e), 64, 65 e 71, 93, 94 e 95, d.P.R. n. 380/2001 - Art. 181, comma 1, d.lgs. n. 42/2004 - Giurisprudenza - Violazioni urbanistiche quali reati comuni - Titolare del diritto reale sull'area di sedime o sull'immobile abusivamente realizzato - Contributo soggettivo all'altrui abusiva edificazione - Necessità - Responsabilità omissiva per difetto di vigilanza - Esclusione - Intervento edilizio abusivo - Sfera delle responsabilità del direttore dei lavori, committente e titolare del permesso di costruire - Usufruttuario o titolare del diritto di abitazione o nudo proprietario con disponibilità dell'immobile - Opere abusive e diritto reale sull'immobile - Individuazione e valutazione della responsabilità - Variabili della gravità dell'indizio - Limiti al principio del "cui prodest" - Criteri per la configurabilità della responsabilità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/09/2016 Sentenza n.38493

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Violazione paesaggistica di bellezza già alterata - Elementi per la configurabilità dell'art. 734, cod. pen. - Natura di reato permanente e di pericolo - Distruzione o alterazione delle bellezze naturali - Effetti giuridici - Successione di condotte - DIRITTO URBANISTICO - Reato di costruzione abusiva - Natura permanente del reato di abuso edilizio - Individuazione della cessazione della permanenza - Reati edilizi e paesaggistici - Identità di "ratio" - Artt. 44, lett. e), 64, 65, 71, 72, 93 e 95, d.P.R. n. 380/2001 - Art. 181, c.1, d.lgs. n. 42/2004 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Salerno - 13 settembre 2016

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Concessione edilizia – Omessa volturazione a favore del successore dell’originario concessionario – Conseguenze – Illegittimità del titolo edilizio – Erronea rappresentazione (dolosa o colposa) della realtà – Annullamento – Interesse pubblico in re ipsa -  Regione Campania – Piano casa (l.r. Campania n- 19/2009) – Ampliamento fino al 20% - Frazioni dell’edificio – Inapplicabilità.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 5 settembre 2016

* LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE – Associazioni e comitati – Legittimazione attiva – Presupposti - DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Silenzio assenso – Applicabilità al settore dell’edilizia – Intervento dell’Amministrazione in via di autotutela – Silenzio assenso – Provvedimenti espressione di poteri discrezionali – Inapplicabilità – Interventi di razionalizzazione e riqualificazione - Volumetria premiale ex art. 5 d.l. n. 70/2011 – Applicabilità al solo patrimonio esistente.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 01/09/2016 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - Utilizzo di unità immobiliari prima del rilascio del certificato di collaudo - DIRITTO SANITARIO - Leggi sanitarie - Mancata richiesta dell'abitabilità e mancanza del certificato di collaudo - Effetti giuridici - Natura di reato permanente a condotta mista - Art. 221 R.D. 27 luglio 1934, n. 1265 - Artt. 65, 73, c.2 e 75, d.P.R. n. 380/2001 - PROCEDURA PENALE - Conversione dell'impugnazione - Presupposti e limiti - Art.568, c.5, cod. proc. pen. - Vizi della motivazione - Controllo del Giudice di legittimità - Presupposti e limiti - Profilo logico-argomentativo.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 01/09/2016 Sentenza n.36099

DIRITTO URBANISTICO - Modifica della destinazione d'uso - Trasformazione del sottotetto da volume tecnico a volume abitabile - Assenza di permesso di costruire - Reati di cui agli artt. 44 comma 1 ° lett. c)  83, e 95 DPR n. 380/2001 - PROCEDURA PENALE - AVVOCATI - Richiesta di differimento dell'udienza per concomitante impegno professionale - Il difensore deve giustificare l'impossibilità di nominare un sostituto - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 01/09/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Opere edilizie in zona sismica - Mancata denuncia dei lavori e presentazione dei progetti di costruzioni - Soggetti responsabili - Natura di reato proprio a soggettività ristretta - Disponibilità dell'immobile o dell'area - Artt. 52, 83, 93, 94 e 95 DPR n. 380/01 - Giurisprudenza - Vigilanza sulle costruzioni in zone sismiche - Omessa comunicazione - Denuncia dei lavori - Committente, Direttore dei lavori, Titolare della ditta esecutrice dei lavori - Individuazione delle responsabilità - Opere non conformi alle norme tecniche - PROCEDURA PENALE - Reato continuato - Aumento di pena per i singoli reati satellite - Determinazione della pena - Motivazione delle decisioni assunte su ogni aspetto dell'esercizio del suo potere discrezionale - Necessità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 01/09/2016 Sentenza n.

* BENI CULTURALI E AMBIENTALI - DANNO AMBIENTALE - Abusi paesaggistici - Principio di offensività - Natura di reato di pericolo - Differenza tra disciplina urbanistica-edilizia e ambientale - Artt. 3 c.1° lett. e) n.5 e 44 DPR n. 380/2001 - Giurisprudenza - Danno al paesaggio ed all'ambiente - Valutazione ex ante - Ripristino originario assetto paesaggistico per mero decorso del tempo - Configurabilità del reato paesaggistico - CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO - Art. 181, c.1-bis D.L. n.42/04 - Declaratoria di illegittimità costituzionale - Effetti - Parificazione delle condotte - Termine massimo di prescrizione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 29/08/2016 Sentenza n.35577

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Vincolo di tutela indiretta e beni paesaggistici - Disciplina dei c.d. "vincoli indiretti" - Artt.45, 46, 47, 172 e 169-181 d.lgs. 42/2004 - Reati di abuso d'ufficio e concorso in esecuzione di opere edili in assenza di permesso di costruire e di autorizzazione della Soprintendenza - Art. 323 cod. pen. - Artt. 10, 22, 27, 44, lett. c), d.P.R. 380/2001 - DIRITTO URBANISTICO - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Integrazione del reato di abuso d'ufficio - Duplice distinta valutazione di ingiustizia - Condotta e vantaggio patrimoniale - Art. 323 cod. pen. - Giurisprudenza - PROCEDURA PENALE - Abuso d'ufficio - Verifica dell'atteggiamento psicologico dell'agente - Prova dell'intenzionalità del dolo - Ricorso per cassazione - Principio di correlazione fra accusa e sentenza - Verifiche.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 26/08/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Omessa denuncia dei lavori - Soggetto attivo del reato di cui all'art. 95 del d.P.R. 380/2001 - Individuazione dei responsabili - Configurazione giuridica a soggettività ristretta - Costruzioni in zone sismiche - Responsabilità del direttore dei lavori - La qualità di direttore dei lavori non richiede incarico formale - Fattispecie - APPALTI - Esecutore di un'opera pubblica, conferita con contratto di appalto pubblico - Opere realizzate in zona sismica - Obbligo di deposito del progetto - Reato di cui all'art. 95 del d.P.R. 380/2001 - Artt. 72, 93, 94 e 95 d.P.R.  n. 380/2001 - Inizio ai lavori senza autorizzazione - Legislazione concorrente in materia di governo del territorio - Sicurezza staticità degli edifici in zona sismica - Esclusiva competenza statale - PROCEDURA PENALE - Inizio dei lavori senza preventiva autorizzazione - Omessa denuncia dei lavori e presentazione dei progetti - Natura di reati permanenti - Giurisprudenza - Omessa l'indicazione dell'articolo di legge violato - Ininfluenza se evincibile nella lettura nel corpo della contestazione - Art. 522 c.2 cod. proc. pen. - Buona fede - Elemento psicologico del reato - Presupposti e limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/08/2016 Sentenza n.35456

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Reati paesaggistici - Immobile abusivo ultimato in area sottoposta a vincolo paesaggistico - Automatismo tra uso del bene ed alterazione dell'ecosistema - Esclusione - Presupposti per il sequestro preventivo - Art. 181, c.1 bis, d. lgs. n. 42/2004 - Art. 734 cod. pen. - DIRITTO URBANISTICO - Manufatti abusivi - Sequestro preventivo delle opere abusive già ultimate - Presupposti - Conseguenze lesive della condotta sul bene protetto perduranti nel tempo - Congrua e puntuale motivazione sul periculum in mora - Necessità - Art. 321 c.p.p. - Artt. 44 c.1 lett. c), 64-71, 65-72, 93-95, d.P.R. n.380/2001 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 23/08/2016 Sentenza n.35309

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine di demolizione del manufatto abusivo abusivo nei confronti del proprietario - Ordine emesso dal giudice penale - Carattere reale e natura di sanzione amministrativa a contenuto ripristinatorio - Individuazione dell'autore dell'abuso - Ininfluenza - Art. 44 lett. b) del d.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 23/08/2016 Sentenza n.35312

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - RISARCIMENTO DANNO AMBIENTALE -   Reati urbanistici e paesaggistici - Individuazione della persona offesa dal reato - Enti territoriali - Legittimazione a proporre opposizione all'archiviazione e ricorso per cassazione - Interesse diffuso dei privati all'osservanza delle norme - Danno patrimoniale - Veste di persona offesa quale componente necessaria - Poteri e limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/08/2016 Sentenza n.35243

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Nozione di inizio dei lavori - Indizi ed elementi validi - Mera attività di indagine geotecnica - Non costituisce "inizio dei lavori" in senso tencnico - Ultimazione dei lavori - Decorrenza del termine non prorogato - Effetti - Decadenza di diritto del permesso di costruire per la parte ancora non eseguita - Prosecuzione lavori oltre il termine - Configurabilità del reato di cui all'art. 44, lett. b) D.P.R. n. 380/2001 -  BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Coordinamento tra disciplina urbanistica e paesaggistica - Artt. 146 e 181, comma 1-bis, d. lgs. n.42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Nozione di "violazione di legge" - Ricorso per cassazione avverso provvedimenti cautelari reali - Artt. 325 e 606 lett.e) cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/08/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Opere abusive - Ordine di demolizione con la sentenza di condanna - Atto dovuto per il giudice - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Patteggiamento - Pena concordata dalle parti - Effetti - Assenza di valutazioni discrezionali del giudice - Artt. 31, 44, 93, 94 e 95 D.P.R. n. 380/2001 - Art. 349 cod. pen. - Artt. 444, 445 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 19/08/2016 Sentenza n.35052

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine di demolizione del manufatto abusivo disposta dal giudice penale - Natura di sanzione amministrativa - Autonoma funzione ripristinatoria del bene giuridico leso - Artt. 27 e 31 c.9, d.P.R. n.380/2001 - Ordine 'giudiziale' di demolizione - Presupposti per la revoca da parte del giudice penale - Incompatibilità con provvedimenti amministrativi di diverso tenore - Violazioni edilizie - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa con funzione ripristinatoria - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Genericità dell'appello o del ricorso per cassazione - Valutazione di inammissibilità per aspecificità - Limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. FERIALE 10/08/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Rapporti tra la disciplina regionale e la normativa statale contenuta nel D.p.r. 380\01 - Art. 36 Legge Reg. SICILIA n. 71/78 - Artt. 25, 44, 93, c.1, 94 c.1 e 4 e 95 d.P.R. 380/01 - Art. 117 Cost. - Giurisprudenza - Opere precarie non soggette a permesso di costruire - Disciplina edilizia antisismica - Controlli preventivi della legislazione nazionale - Condotta colposa del reato di costruzione edilizia abusiva - Elemento soggettivo - Configurabilità della colpa - Negligente acquisizione di adeguate informazioni - Strumenti urbanistici vigenti - Reato urbanistico natura di reato permanente - Momento della consumazione e cessazione del reato - Ultimazione dei lavori - Nozione giuridica - Edificio concretamente funzionale - Requisiti di agibilità o abitabilità - Privato confinante - Soggetto danneggiato dal reato - Diritto di costituirsi parte civile - Risarcimento del danno - Rimessione in pristino - Presupposti - Art. 871, 872 e ss. cod. civ. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Circostanze attenuanti generiche - Presupposti e poteri del giudice - Mancato riconoscimento - Personalità del reo - Limiti all'onere motivazionale - Inammissibilità del ricorso per cassazione per manifesta infondatezza dei motivi - Effetti - Possibilità di dichiarare le cause di non punibilità di cui all'art. 129 cod. proc. pen. - Preclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 7^ 05/08/2016 Ordinanza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Zona sismica - Reati di omessa denuncia dei lavori e presentazione dei progetti e di inizio dei lavori - Responsabilità  Progettista e direttore dei lavori - Natura di reati permanenti - Cessazione della permanenza - Artt. 93, 94 e 95 D.P.R. n. 380/2001 - Legislazione antisismica - PROCEDURA PENALE - Ricorso di legittimità - Declaratoria di inammissibilità per manifesta infondatezza dei motivi - Possibilità di dichiarare le cause di non punibilità - Esclusione - Art. 129 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 28/07/2016 Sentenza n.33043

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Beni sottoposti a vincolo paesaggistico - Immobili o aree o intere zone - Nozione di immobili e zone vincolate - Artt. 3, 32 e 44, lett. e), d.P.R. n.380/2001 - Artt. 136, 138, 141, 142 e 181, c.1 bis, d.lgs. n.42/2004 - Violazione dell'art. 181 del D.Lgs. n. 42/2004 - Natura di reato formale e di pericolo - Configurabilità indipendentemente dal danno arrecato al paesaggio - Art. 734 cod. pen. - Giurisprudenza - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Interventi eseguiti in zone assoggettate a vincolo paesaggistico - Permesso di costruire - Opera difforme da quella autorizzata - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reato di abuso d'ufficio - Presupposti per la configurabilità - Prova del dolo intenzionale - Intenzionalità del vantaggio - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione fondato sugli stessi motivi proposti con l'appello e motivatamente respinti - Inammissibilità - Configurabilità del concorso di persone nel reato - Efficacia causale - Contributo agevolatore e di rafforzamento del proposito criminoso - Ricorso per Cassazione - Limiti di intervento. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/07/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Illecito amministrativo sanzionato dalle leggi sanitarie sequestro - Art. 221 TULLSS - Esecuzione del provvedimento di sequestro - Valutazione del pubblico ministero - Reati edilizi - Aggravio del carico urbanistico - Valutazione unitaria dell'opera - Necessità - Art. 44 lett.b) d.p.r. n. 380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sgombero dell'immobile sequestrato - Presupposti e controllo sull'indispensabilità - Verifiche da parte del pubblico ministero - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/07/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Natura dell’ordine di demolizione del manufatto abusivo - Erede o dante causa del condannato - Diritto reale o personale di godimento - Efficacia - Nozione convenzionale di "pena" elaborata dalla giurisprudenza della Corte EDU - Esclusione - Natura di sanzione amministrativa di carattere reale a contenuto ripristinatorio - Art. 31 d.p.r. n. 380/2001 - Reati urbanistici - Ordine di demolizione - Presentazione di un'istanza di condono - Effetti e limiti - Situazioni di fatto o giuridiche incompatibili - Requisiti dell'assolutezza e dell'attualità - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/07/2016 Sentenza n.30402

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Sospensione condizionale subordinata all'adempimento di un obbligo - Impossibilità ad adempiere l'obbligo - Revoca del beneficio - Impossibilità incolpevole ad adempiere l'obbligo - Caso fortuito o forza maggiore - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Subordinazione della sospensione condizionale della pena all'adempimento di determinati obblighi - Inosservanza - Revoca automatica del beneficio - Esclusione in caso di comprovata impossibilità dell'adempimento - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE COSTITUZIONALE – 15 luglio 2016, n. 178

DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Disciplina delle distanze tra costruzioni – Materia dell’”ordinamento civile” – Competenza esclusiva dello Stato – Regioni – Previsioni di distanze inferiori a quelle stabilite dalla normativa statale – Limiti di cui all’art. 9, ultimo comma, d.m. n. 1444/1968 – Art. 35, l.r. Marche n. 33/2014 – Illegittimità costituzionale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 12/07/2016 Sentenza n.28962

DIRITTO URBANISTICO - Demolizione del manufatto abusivo - Zone sismiche - Competenze a provvedere alla demolizione - Demolizione parziale del fabbricato - Competenza - Artt. 31, 34, 93, 95 e 98 d.P.R. 380/2001 - Giurisprudenza - Demolizione della sopraelevazione abusiva - Pericolo per la stabilità dell'edificio - Impossibilità assoluta di adempiervi non imputabile al condannato - Opere abusive - Istanza di condono o di sanatoria successiva al passaggio in giudicato della sentenza di condanna - Revoca o sospensione dell'ordine di demolizione - Verifiche del giudice dell'esecuzione.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 11 luglio 2016

* VIA, VAS E AIA – BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Procedimento di valutazione di impatto ambientale  - Espressione del giudizio su profili di carattere paesaggistici – Paesaggio e ambiente – Profili di stretta connessione - DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA -  Pozzo per la ricerca nel sottosuolo di giacimenti di idrocarburi - Riconducibilità alla nozione di volume tecnico o di opera precaria – Esclusione – Strumenti pianificatori - Prescrizioni a tutela dell’interesse paesaggistico – Variante previsto dalla L. 239/2004 – Applicabilità ai soli vincoli di carattere urbanistico.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/07/2016 Sentenza n.

* BENI CULTURALI E AMBIENTALI - DIRITTO URBANISTICO -  Manufatti abusivi in zone paesaggistiche - Sequestro preventivo delle opere abusive già ultimate - Verifiche delle conseguenze lesive della condotta sul bene protetto - Necessità - Requisiti della concretezza ed attualità del pericolo - Automatismo tra uso del bene ed alterazione dell'ecosistema - Esclusione - Necessità che il giudice dia specifica motivazione - CACCIA - Appostamenti fissi di caccia e capanni - Sequestro - Artt.3, 6, 44 del d.P.R. n. 380/2001 - Artt. 181 d. lgs n. 42/2004 - Legge n. 157/1992 - DIRITTO COSTITUZIONALE - Rilascio dell'autorizzazione paesaggistica e titoli richiesti per eseguire un intervento edilizio - Disciplina regionale delle ipotesi di esenzione - Esclusione - Conflitto tra Stato e Regioni - Fattispecie - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Norma sopravvenuta costituzionalmente illegittima - Limiti al principio di retroattività della norma più favorevole - Lex mitior e principio di eguaglianza - Giurisprudenza costituzionale.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LIGURIA - 6 luglio 2016

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA - Esistenza di un titolo edilizio – Possibilità di configurare una lottizzazione abusiva – Fondamento – Regione Liguria – Sospensione dell’attività abusivamente lottizzatoria – Artt. 30 e 39 d.P.R. n. 380/2001 – Disposizioni fondanti la legittimità della funzione sostitutiva della Regione o della Provincia delegata.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/07/2016 Sentenza n.27868

DIRITTO URBANISTICO - Abusi edilizi - Individuazione dei soggetti responsabili - Chiunque compia attività di trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio - Sequestro preventivo - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Zona soggetta a vincolo paesaggistico - Realizzazione di un parcheggio - Assenza di autorizzazione - Artt. 29 e 44 lett. e) d.P.R. n.380/2001 - Art. 181 c.1 bis lett. A) d.lgs. n.42/2004 - Art. 734 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ordinanza di sequestro preventivo e ricorso per cassazione - Requisti e limiti - Differenza tra misure cautelari personali e reali - Artt. 273, 321 e 325 cod. proc. pen. - Ricorso per cassazione per violazione di legge - Mancanza fisica della motivazione o presenza di motivazione apparente - Tardività della memoria difensiva - Effetti - Artt. 325, c.1, 616 e 611 cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Napoli - 5 luglio 2016

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Strumento urbanistico generale – Osservazioni dei privati – Natura – Esame – Regolare composizione dell’organo consiliare – Piano di lottizzazione approvato al di fuori dello schema legalmente previsto – Pianificazione urbanistica – Salvaguardia della precedente tipizzazione dei suoli - Affidamento tutelabile – Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

TAR SICILIA, Palermo - 30 giugno 2016

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Lottizzazione abusiva – Distinzione tra lottizzazione abusiva materiale, cartolare e mista – Buona fede degli acquirenti – Irrilevanza – Nuova definizione dell’assetto preesistente in zona non urbanizzata – Contrasto con la destinazione programmata nel territorio comunale  - Ipotesi intermedie di zone parzialmente urbanizzate.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO – 28 giugno 2016

* PROCESSO AMMINISTRATIVO – Procura a margine – Persona giuridica – Sottoscrittore non coincidente con il titolare dell’azione proposta – Identificazione – Legittimazione ad agire in qualità di legale rappresentante – Soggetto titolare dell’interesse sostanziale dedotto in giudizio - DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Piano regolatore generale – Natura di atto amministrativo generale – Impugnazione – Configurabilità di controinteressati – Esclusione - VIA, VAS E AIA – Determinazioni in punto di VAS – Impugnazioni – Combinazione della nozione di residenza con quella di proprietà – Attualità e specificità dell’interesse all’impugnazione – Procedura  di VAS – Scopo – Contestualità con l’elaborazione del Piano – Fase di consultazioni – Predisposizione del rapporto ambientale – Artt. 5 e 13 d.lgs. n. 152/2006 – Analisi degli “impatti” – Effetto combinato delle trasformazioni progettate, cumulativamente considerate - DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA -   Piano di Governo del Territorio – Art. 8 l.r. Lombardia n. 12/2005 – Tripartizione – Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/06/2016 Sentenza n.26428

DIRITTO URBANISTICO - Reati edilizi - Soggetto responsabile dell'abuso edilizio - Valutazione del comproprietario non committente - Disconoscimento del concorso del proprietario del terreno non committente dei lavori - Artt. 31 c.9 e 44 lett. b) d.P.R.  n. 380/2001 - Abuso edilizio - Soggetti responsabili - Individuazione del comproprietario non committente - Elementi oggettivi e soggettivi - Reato di costruzione abusiva - Ordine di demolizione dell'opera - Estinzione per prescrizione - Effetti - Permesso di costruire - Interventi eseguiti in assenza o in totale difformità o con variazioni essenziali - Demolizione delle opere - Natura di sanzione amministrativa di tipo ablatorio - Fattispecie - RIFIUTI - Confisca dell'area adibita a discarica abusiva - Limiti - Estinzione del reato - Art.  256 comma  1  lett.  a) e 3 d.lgs. 152/2006 - Artt. 444 e 606 c.p.p. - Abuso edilizio - Responsabilità - Valutazione del comproprietario non committente - Area adibita a discarica abusiva - La declaratoria di estinzione del reato di costruzione abusiva per prescrizione travolge anche la confisca - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Limiti - Giudizio di appello - Rinnovazione dell'istruzione dibattimentale - Eccezione e limiti - Contrasto tra il dispositivo e la motivazione di una sentenza - Soluzioni.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Permesso di costruire - Inizio dei lavori - Decadenza del titolo abilitativo - Presupposti per la configurabilità o esclusione del reato di costruzione abusiva - Artt. 15, 44, 64, 71 d. P.R. 380/2001 - Decadenza del permesso di costruire - Decorrenza del termine di inizio o di ultimazione dei lavori - Effetti - Art. 15, c. 2 d.P.R. n. 380/2001 - Lavori edilizi - Nozione di "inizio dei lavori" - Presupposti indispensabili per configurare l'effettivo inizio dei lavori.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.25827

DIRITTO URBANISTICO - L'estinzione del reato di costruzione abusiva per prescrizione travolge l'ordine di demolizione dell'opera - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Eccezione - Opere non autonome, ma accessorie, complementari, l'ordine di demolizione resiste alla eventuale prescrizione.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Napoli - 22 giugno 2016

DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Mutamento di destinazione d’uso – Art. 23-ter d.P.R. n. 380/2001 – Mutamento della destinazione da produttiva e direzionale a commerciale anche non accompagnato da opere edilizie – Mutamento rilevante – Cambio di destinazione d’uso tra categorie d’uso funzionalmente autonome e non omogenee – Assoggettamento al regime del permesso di costruire – S.I.A.D. (strumento di intervento per l’apparato distributivo) – Compatibilità con i piani di programmazione urbanistici – Necessità – Certificato di destinazione urbanistica – Carattere meramente dichiarativo – Attestazione incompleta o non veritiera – Annullamento in autotutela di un titolo edilizio basato su un presupposto erroneo – Legittimità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Sanatoria edilizia delle opere - Accertamento di conformità - Effetti e limiti - Art. 36 del d.P.R. n. 380/2001 - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Zona sottoposta a vincolo paesaggistico - Reati paesaggistici - Disciplina differenziata - Art. 181, comma 1, del d.lgs. n. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Proscioglimento nel merito e causa di estinzione del reato - Presupposti - Art. 129, c.2, cod. proc. pen. - Cause di non punibilità - Obbligo di immediata declaratoria.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - Manufatto abusivo - Ordine di demolizione - Pena concordata dalle parti 'patteggiamento' - Effetti - Atto dovuto per il giudice - Art. 31, c.9, 44, 64, 65, 71 e 72 d.P.R. n. 380/2001 - PROCEDURA PENALE - Artt. 445 e 620 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Violazioni edilizie - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa di carattere ripristinatorio - Demolizione dell'immobile - Differenza tra demolizione e confisca - Natura sanzionatoria dell'ordine di demolizione - Art. 31, comma 9, del T.U.E. n. 380/2001 - Alienazione a terzi della proprietà dell'immobile abusivamente edificato - Effetti sull'acquirente (reale o simulato) - Reati edilizi - Ordine di demolizione - Richiesta di revoca o sospensione - Presentazione di una istanza di condono o sanatoria successiva al passaggio in giudicato della sentenza di condanna - Verifiche del giudice dell'esecuzione - D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Opera abusiva non condonabile - Procedimento di sanatoria - Ininfluenza - Area sottoposta a vincolo paesaggistico.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Alienazione a terzi della proprietà dell'immobile abusivamente edificato - Demolizione dell'immobile - Effetti - Art. 31, c.9, T. U. n. 380/2001 - Reati edilizi - Opere abusive - Richiesta di revoca o di sospensione dell'ordine di demolizione - Istanza di condono o sanatoria - Obbligo del giudice dell'esecuzione - Esamina dei possibili esiti ed i tempi di conclusione del procedimento amministrativo - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa di carattere ripristinatorio - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Differenza tra demolizione e la confisca.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2016 Sentenza n.25818

DIRITTO URBANISTICO - Permesso di costruire in sanatoria - Interventi realizzati in assenza o in difformità del permesso - Doppia conformità - Artt. 31, 34, 36, 83, 93, 94 e 95 D.P.R. n°380/01 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Attenuanti generiche - Concessione o esclusione - Discrezionalità del giudice - Motivazione.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Napoli - 21 giugno 2016

* PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Annullamento e revoca – Differenza – Esercizio del potere di autotutela – D.L. n. 133/2014 – Sbarramento temporale – Termine di diciotto mesi dal momento dell’adozione dei provvedimenti di autorizzazione o attribuzione di vantaggi economici - DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Sanatoria – Data di ultimazione dei lavori – Onere della prova – Richiedente.

Categoria: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2016 Sentenza n.25041

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Configurabilità del reato paesaggistico - Elementi - Principio di offensività - Natura di reato di pericolo - Compatibilità paesaggistica dell'intervento eseguito - DIRITTO URBANISTICO - Disciplina urbanistica ed edilizia - Differenze ed effetti -  RIFIUTIArtt. 181, 184, 185 c.2° lett.d) e 256 D.Lgs. n. 152/2006 - Artt. 142 lett. f), 146 e 181 c.1 D.Lvo n.42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Mancanza assoluta di motivazione della sentenza - Effetti - Giudice di appello - Poteri di piena cognizione e valutazione del fatto - Redazione, anche integralmente, della motivazione mancante - Artt. 604 e 606 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/06/2016 Sentenza n.25041

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Abusi paesaggistici - Natura di reato di pericolo - Principio di offensività - Attitudine della condotta posta in essere ad arrecare pregiudizio al bene protetto - DANNO AMBIENTALE - Danno al paesaggio ed all'ambiente - Individuazione ex ante della potenzialità lesiva degli interventi - DIRITTO URBANISTICO - Diversità di tutela con la disciplina urbanistica ed edilizia - Art. 181 c.1°, 142 lett. f) e 146 D.Lvo n.42/2004 - Artt. 185 c.2° lett. d), 184 e 256 c.1° D.Lgs. n. 152/2006 - Configurabilità del reato paesaggistico - Integrazione della fattispecie - Presupposti - Interventi in zone vincolate - Assenza del controllo e della autorizzazione amministrativa indipendentemente dal risultato sulle bellezze naturali - Reati incidenti su beni paesaggistici vincolati - Introduzione di vincoli paesaggistici generalizzati - Fondamento - Valutazione che l'integrità ambientale è un bene unitario - Bene paesaggistico e tutela ambientale - Unicità del valore estetico-culturale - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Effetti della mancanza assoluta di motivazione della sentenza di primo grado - Poteri del giudice di appello - Art. 604 cod. proc. pen. - Circostanze idonee ad escludere l'esistenza del fatto - Pronuncia di sentenza di assoluzione a norma dell'art. 129 c.2°, cod. proc. pen. - Principio della "constatazione".

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 10/06/2016 Sentenza n.24334

DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Reati urbanistici e paesaggistici - Realizzazione di opere in variazione essenziale rispetto all'opera assentita - Violazioni paesaggistiche ed urbanistiche - Penale responsabilità del proprietario e committente delle opere, del direttore dei lavori e del titolare della ditta esecutrice dei lavori - Correlazione tra accusa e sentenza - Artt. 44, lett. e), d.P.R. 380/2001 e 181 comma 1 bis d.lgs. 42/2004 - Violazione dei titoli abilitativi ab origine validi ed esistenti - Principio di correlazione tra accusa e sentenza - Reato di esecuzione di lavori in assenza del permesso di costruire e in assenza della concorrente autorizzazione paesaggistica - Configurabilità - Inosservanza di un titolo abilitativo valido ed efficace e dell'autorizzazione paesistica - Minus rispetto ad una costruzione totalmente abusiva - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso in Cassazione - Poteri e limiti del giudice di legittimità - Determinazione in concreto della pena - Valutazione complessiva ed obbligo della motivazione - Inammissibilità originaria - Inammissibilità di tutti i motivi posti a sostegno del ricorso - Causa di estinzione del reato - Preclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 27/05/2016 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Nozione e caratteristiche dei volumi tecnici - Privi di propria autonomia funzionale - Strumentali di una costruzione principale - Esigenze tecnico-funzionali - Esclusione dal conteggio dell'indice edificatorio - Art. 44, lett. c) d.P.R. n.380/01 - Art. 181, c. 1-bis d.lgs. n.42/2004 - Requisiti dei volumi tecnici - Rapporto di strumentalità necessaria con l'utilizzo della costruzione - Esclusione dei cd. vani di sgombero dai volumi tecnici - Preesistente immobile abusivo non condonato o sanato - Interventi finalizzate ad una migliore coibentazione dell'edificio, restauro e/o risanamento conservativo - Esclusione - DANNO AMBIENTALE - Reati paesaggistici e pericolo il bene protetto - Poteri del giudice - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Configurabilità del reato paesaggistico - Ininfluenza del danno arrecato al paesaggio - Natura di reato formale e di pericolo - Ingiunzione a demolire - Ingiustificata inottemperanza all'ordine di demolizione dell'opera abusiva - Rimessione in pristino dello stato dei luoghi - Automatica acquisizione gratuita al patrimonio comunale dell'opera e dell'area pertinente - Procedura - CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO - Incostituzionalità dell'art. 181, c.1-bis, D. L.vo n. 42/2004 - Effetti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 27/05/2016 Sentenza n.22264

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Interventi abusivi che ricadono nelle zone sottoposte a vincolo paesaggistico - Reati ambientali - Vincolo gravante sull'area - Riqualificazione giuridica del reato-fatto contestato - DIRITTO URBANISTICO - Artt. 44, lett. e), 64, 71, 93 e 95 d.P.R. 380\01 - Art. 181, comma 1-bis d.lgs. 42\2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Calcolo della pena - Aumenti di pena a titolo di continuazione - Obbligo di specifica motivazione  - Esclusione - Fattispecie: violazione di sigilli - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO -  Principio di retroattività della lex mitior contenute nell'art. 7 della Convenzione EDU - L'istituto della legge più mite nell'ordinamento italiano - Applicazione e limiti - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 27/05/2016 Sentenza n.22269

DIRITTO URBANISTICO - Mutamento di destinazione d'uso giuridicamente rilevante - Categorie funzionalmente autonome e attitudini funzionali - Artt. 44,  comma 1, lett. e), d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, 181, comma 1-bis, d. lgs. 22 gennaio 2004, n. 22 - Nozione di destinazione d'uso - Destinazione d'uso dei suoli e degli edifici - Connotazione dell'immobile - Interesse pubblico perseguito dalla pianificazione - Organizzazione del territorio - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Provvedimenti cautelari reali - Ricorso di legittimità - Limiti - Nozione di "violazione di legge" - Art. 325 cod. proc. pen

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 27/05/2016 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Opere edilizie abusive - Attenuante del danno di particolare tenuità - Limiti applicativi - Fattispecie: incremento volumetrico - Artt. 44 e 71, c.1 d.P.R. n.380/01 - Regime dei titoli abilitativi edilizi diversi e attività edificatoria finale - Forme di controllo preventivo - Verifica unitaria dell'opera nel suo complesso - Esclusione dell'ammissibilità di una «sanatoria parziale» - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Spontanea eliminazione delle opere abusive - Effetti - Ordinanza di demolizione e attività edilizia con finalità ripristinatorie o di adeguamento del manufatto abusivo alle prescrizioni urbanistico-edilizie violate - Applicabilità dell'attenuante ex n. 6 dell'art. 62 cod. pen. - Limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 26/05/2016 Sentenza n.21975

DIRITTO URBANISTICO - Differenza tra lottizzazione abusiva fisica o materiale e costruzione senza titolo abilitativo - Parametri di riferimento - Artt. 29, 30, 31 e 44 d.p.r. n.380/2001 - Natura precaria di un manufatto - Presupposti - Fini specifici, contingenti e limitati nel tempo - Opera abusiva - APPALTI - Nozione di committente ai fini della disciplina urbanistica - Assenza del contratto di appalto - Ininfluenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Scopo del sequestro probatorio e del preventivo -  Confisca - Cose pertinenti al reato - Fascicolo dibattimentale - Art.321, cod. proc. pen. - Acquisizione al fascicolo del dibattimento di un atto per espressa previsione di legge - Preclusioni o decadenze - Esclusione - Materiale funzionale alla cognizione processuale e all'espletamento del contraddittorio - Partecipazione al procedimento di impugnazione promosso da altro imputato - Coimputato non impugnante - Effetto estensivo della impugnazione - Poteri e limiti - Art. 587, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 25/05/2016 Sentenza n.

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Compatibilità paesaggistica ed incidenza sull'ordine di demolizione - Requisiti di sanabilità dell'abuso - Accertamento del giudice penale - Condono ambientale - Presupposti di fatto e giuridici legittimanti l'applicazione - Compatibilità ambientale e reato urbanistico - Artt. 31 d.P.R. n.380/2001 e 167 d.lgs. n.42/2004 - DIRITTO URBANISTICO - Ordine di demolizione delle opere abusive - Violazione paesaggistica - Obbligo di rimessione in pristino dello stato dei luoghi - Rilascio compatibilità ambientale - Effetti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Demolizione di opere abusive - Competenza in materia di esecuzione del Pubblico Ministero - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Competenza amministrativa concorrente - Art. 655 cod. proc. pen.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma – 16 maggio 2016

DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Convenzione di lottizzazione – Realizzazione delle opere e conseguente cessione delle aree – Prestazione patrimoniale imposta inderogabile – Natura ambulatoria – Azione ex art. 2932 c.c. – Acquisizione delle opere e delle relative aree – Obbligo indisponibile per il Comune – Ragioni – Proprietari dei terreni interessati – Consorzio urbanistico volontario assoggettato alla disciplina della comunione – Ripartizione delle spese di lottizzazione e dei pesi alla medesima inerenti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/05/2016 Sentenza n.19111

DIRITTO URBANISTICO - Violazioni urbanistiche e paesaggistiche - Consistenza dell'intervento abusivo - Esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Presupposti e limiti - Art. 131-bis cod. pen. - Fattispecie - Condanna per reati edilizi - Sospensione condizionale della pena subordinata alla demolizione dei manufatti abusivamente realizzati - Discrezionalità del giudice - Valutazione delle circostanze di fatto - Obbligo di "facere" direttamente funzionate al ripristino del bene offeso - Ordine di demolizione - Funzione di eliminare le conseguenze dannose del reato - Sospensione condizionale subordinata alla demolizione - Onere di motivazione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Silenzio su una specifica deduzione prospettata col gravame - Censurabilità della sentenza - Esclusione quando questa risulta disattesa dalla motivazione complessivamente considerata - Presupposti - Art. 606 cod. proc. pen. - Ricorso per cassazione - Error in procedendo - Esame diretto degli atti processuali - Limiti - Difesa d'ufficio - Sostituzione del difensore di ufficio - Svolgimento di attività a favore dell'imputato - Necessità - Sostituzione illegittima - Presupposti - Assenza di attività difensiva - Rilevanza esterna dell'attività defensionale - Necessità - Sostituzione legittima del difensore d'ufficio - Giudice di appello - Pene sostitutive di quelle detentive brevi - Applicazione d'ufficio - Esclusione. 

Categoria: 

Autorità: 

Pagine