CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 01/10/2015 Sentenza n.39373

RIFIUTI - Reati di abbandono di rifiuti e di discarica abusiva - Attività organizzata per traffico illecito di rifiuti - Stoccaggio - Responsabilità degli enti per i reati ambientali - D. Lgs 231/2001 - Artt. 242, 256, 257 e 260 D. Lvo n. 152/2006 - Reato di natura permanente - Condotte riparatorie - Continuità normativa artt. 127, 581 e 606 cpp.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 29 luglio 2015

* VIA, VAS E AIA – Procedimento di VIA – Integrazioni al SIA – Affidamento agli uffici che supportano l’autorità competente alla decisione finale, piuttosto che alla conferenza di servizi – Legittimità – Art. 26, c. 1 d.lgs. n. 152/2006 – Procedimento di VIA e di AIA – Distinzione – Riflessi di ciascun procedimento sull’altro – Compatibilità ambientale – Nozione- Verifiche successive alla messa in esercizio dell’impianto – Valutazioni svolte in sede di VIA – Integrazione, a posteriori, attraverso l’AIA – Compatibilità con la normativa comunitaria - RIFIUTI – Localizzazione di una discarica – Classificazione urbanistica come zona agricola di salvaguardia ambientale – Rilascio dell’AIA – Effetto di variante urbanistica – INQUINAMENTO DEL SUOLO – Progetto di discarica – Presenza di inquinanti nel suolo – Formulazione di un giudizio di VIA favorevole – Possibilità – Condizioni – AIA e bonifica – Procedure e competenze distinte – Proprietario incolpevole – Bonifica su base volontaria – Forma di partenariato pubblico-privato – Richiesta di modifiche e/o ampliamenti – Equilibrio economico – Interesse pubblico ambientale e interesse economico privato.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma 23 luglio 2015

* RIFIUTI – Rifiuti di imballaggio – Consorzio nazionale imballaggi – Art. 221, c. 5 d.lgs. n. 152/2006 – Produttori che non intendono aderire al Consorzio nazionale – Sistema autonomo di restituzione – Istanza – Rigetto fondato sull’impossibilità di qualificare l’istante come “produttore di imballaggi” – Omessa istruttoria – Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA 29 giugno 2015

* RIFIUTI – Impianti di smaltimento dei rifiuti urbani e speciali – Autorizzazioni – Art. 35, c. 2 D.L. n. 133/2014 – Operatività dell’impianto a saturazione del carico termico consentito – AIA – Subordinazione al non superamento di un dato limite quantitativo dei rifiuti smaltibili – Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR FRIULI VENEZIA GIULIA 18 maggio 2015

* INQUINAMENTO DEL SUOLO – Inquinamento diffuso – Art. 240, c. 1, lett. r), d.lgs. n. 152/2006 – Nozione – Responsabilità – Nesso eziologico – Presunzioni – Paradigma del “più probabile che non” – Eventi causativi dell’inquinamento antecedenti all’entrata in vigore del T.U.A. -  Obblighi della vigente disciplina – Autore della condotta per l’inquinamento – Responsabilità oggettiva.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 8 aprile 2015

* RIFIUTI – DIRITTO DELL’ENERGIA  - Nozione di sottoprodotto – Artt. 184-bis, 184-ter e 185 d.lgs. n. 152/2006 – Uso della pollina come combustibile  - Gassificazione della pollina – Standard di sicurezza previsto per la attività comparabili – Disciplina sul trattamento dei rifiuti - Impianto di produzione di energia alimentato da fonti rinnovabili – Impianto di coincenerimento – Diversità – Principio di precauzione – Valori di emissione previsti per il coincenerimento – D.lgs. n. 133/2005 – Applicabilità alle biomasse - INQUINAMENTO ATMOSFERICO – Impatto olfattivo – Fattori inquinanti collegati alle emissioni in atmosfera -  Regole tecniche elaborate a livello internazionale e applicazioni regionali.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE COSTITUZIONALE – 26 febbraio 2015, n. 16

AGRICOLTURA – RIFIUTI – Abbruciamento di residui vegetali – Disciplina – Attività esclusa dall’ambito di applicazione della normativa sui rifiuti anche anteriormente all’introduzione del comma 6-bis all’art. 182 del d.lgs. n. 152/2006 – Normativa regionale – Art. 9 l.r. Marche n. 3/2014 – Art. 2 l.r. Friuli Venezia Giulia n. 5/2014 – Questione di legittimità costituzionale – Infondatezza – Sopravvenuto comma 6-bis – Vincoli.

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA 16 febbraio 2015

* RIFIUTI  - Recupero – Aree di conferimento – Pavimentazione - Aree destinare alla movimentazione dei veicoli in entrata e in uscita – Sono comprese - Art. 216, c. 3 d.lgs. n. 152/2006 – Iscrizione delle imprese nel registro provinciale – Pubblicità - Adempimento doveroso per l’amministrazione provinciale.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Napoli - 3 febbraio 2105

* RIFIUTI – Registro provinciale di cui agli artt. 214 e 216 d.lgs. n. 152/2006 – Cancellazione in assenza di un comportamento colpevole della ditta – Illegittimità – Fattispecie: inerzia serbata dalla regione – Norme tecniche e condizioni di cui al c. 1 dell’art. 216 del d.lgs. n. 152/2006 – Parere di assoggettabilità a VIA – Non è richiesto.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma 10 ottobre 2014

* RIFIUTI – Imballaggi – Consorzi di filiera – Personalità giuridica di diritto privato – Perseguimento di funzioni di interesse pubblico  - Potere di vigilanza dell’amministrazione – Limitazione dell’autonomia statutaria – Schema tipo adottato con decreto ministeriale – Artt. 217 e ss. D.lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO 10 luglio 2014

* RIFIUTI – Impianti di smaltimento o recupero – Art. 208 d.lgs. n. 152/2006 – Provvedimento regionale conclusivo – Funzione sostitutiva di tutti gli atti e i provvedimenti di competenza di altre autorità territoriali – Regione Veneto – L.r. n. 11/2010 – Interventi autorizzatori nelle more dell’adozione del piano di gestione dei rifiuti speciali – Deliberazione della Giunta regionale n. 1210/2010 – Ampliamento di impianti esistenti – Interpretazione – Cd. revamping -  Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PUGLIA, Bari 28 maggio 2014

* VIA, VAS E AIA – RIFIUTI – Regione Puglia – Sottoposizione a VIA o a screening di categorie progettuali ulteriori rispetto a quelle individuate dalle normativa nazionale – Coerenza con il d.lgs. n. 152/2006 – ragioni – Fattispecie: piattaforma logistica intermodale per il deposito di merci e rifiuti da sbarcare e caricare sulle navi – Operazioni di recupero – Art. 216 d.lgs. n. 152/2006 – Inibitoria – Presupposti.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma 19 maggio 2014

* PROCESSO AMMINISTRATIVO – Circolari interpretative – Impugnazione giudiziale – Difetto assoluto di giurisdizione - RIFIUTI – Oli usati – Gestione – Ordine di priorità – Rigenerazione – Spedizioni transfrontaliere – Art. 216-bis, cc. 4 e 5 TUA  - Regolamento 1013/2006/CE - Circolare del Ministero dell’Ambiente n. 23876 del 26 marzo 2013.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 16/04/2014 Sentenza n.

* RIFIUTI - Trasporto illecito di rifiuti - Confisca del mezzo - Terzo proprietario estraneo al reato - Artt. 212, 240, 256 e 259, c.1, lett. a), d.lgs. n. 152/2006 (T.U.A.) - Art. 25- undecies d.lgs. n.131/2001 - Art. 7 CEDU - Rifiuti misti da demolizione - Iscrizione presso l'Albo Nazionale dei Gestori Ambientali - Necessità - Art. 212, T.U.Amb. - DANNO AMBIENTALE - Responsabilità dell’Ente - Soggetti in posizione apicale e modelli di organizzazione dell'ente - Confisca a persona estranea al reato - Esonero della responsabilità - Buona fede - Disciplina applicabile - Artt. 5 e 6 d.lgs. 231/2001 - Art. 240 c.p. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Determinazione della pena - Poteri e limiti del giudice - Art. 133 c.p. - Concessione o il diniego delle attenuanti generiche - Poteri del giudice - Sospensione condizionale della pena - Art. 165, cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15 Aprile 2014 Sentenza n.

* RIFIUTI - Operazione di recupero - Cessazione della qualifica di rifiuto - Rifiuti cd. «end of waste» - Disciplina vigente - Operazione di recupero dei rifiuti - Criteri e presupposti - Autorizzazione - Disciplina vigente – Giurisprudenza - Fattispecie - Artt. 183, 184-ter, 208, 214, 216, 256, c.1, lett.a) e  259, d.lgs. n.152/2006 - D.lgs. n. 205/2010.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO 2 aprile 2014

* RIFIUTI – Rifiuti oleosi composti solo parzialmente da oli usati – Disciplina degli oli usati – Art. 1, c. 2 d.lgs. n. 95/1992 – Art. 216 bis, c. 8 d.lgs. n. 152/2006 – Spedizione transfrontaliera – Codci 130501, 130502, 130899 – Autorizzazione – Diniego - Art. 216 bis, cc. 2 e 4 – Pluralità di ragioni – Rinvio generico ai commi 2 e 4 – Specifica indicazione della ipotesi rispetto alla quale la spedizione risulti in contrasto.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO 2 aprile 2014

* RIFIUTI – Spedizioni transfrontaliere – Art. 13, c. 3 reg CE 1013/06 – Approvazione della notifica generale – Informazioni e documenti aggiuntivi – Catalogo chiuso e tassativo – Esclusione– Regolamento CE 1013/06 – Protezione dell’ambiente – Regione – Autorità competente di spedizione – Poteri di vigilanza – Prescrizioni strettamente strumentali – Esempi.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 20/03/2014 Sentenza n.13025

 RIFIUTI - Responsabilità del produttore iniziale - Rifiuti consegnati a terzi per il recupero o lo smaltimento - Regola di cautela imprenditoriale - Responsabilità per il reato di illecita gestione di rifiuti in concorso - APPALTI - rifiuti siano prodotti dall'appaltatore nell'esecuzione di un contratto di appalto - Artt. 183, 188, c.1, e 260 d.lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 14/03/2014 Sentenza n.12230

RIFIUTI - Disfacimento del manto stradale - Trasporto di rifiuti - Reato di cui all'art.  256, c.1, d.lgs. n. 152/2006 - Configurabilità - Attività di demolizione e costruzione - Disciplina prevista per le terre e rocce – Applicabilità - Esclusione - Imprese - Attività di raccolta e di trasporto di rifiuti non pericolosi prodotti da terzi - Iscrizione all'albo nazionale dei gestori ambientali - Obbligo - Procedure semplificate per le imprese che trasportano in proprio i rifiuti non pericolosi da esse stesse prodotti - Art. 212, cc.5 e 8 d.lgs. 152/2006 - Reato di trasporto non autorizzato di rifiuti - Condotta occasionale - Configurabilità - Trasporto di rifiuti - Confisca del mezzo - Sopravvenuta iscrizione all'Albo - Effetti e natura della misura ablativa - Art. 259, c.2, d.lgs. n. 152/2006 - Reato di trasporto non autorizzato di rifiuti - Condotta occasionale - Configurabilità.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO 5 marzo 2014

* PROCESSO AMMINISTRATIVO – Perizie tecniche di parte – Mezzi di prova – Divieto di ammissione in appello di nuovi mezzi di prova – Requisito della indispensabilità della nuova prova – Limiti - RIFIUTI – Impianti di trattamento di rifiuti solidi urbani – Provvedimenti di approvazione dei relativi progetti – Comuni nel cui territorio devono essere allocati gli impianti – Legittimazione all’impugnazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 27/02/2014 Sentenza n.

RIFIUTI - VIA - Autorizzazioni integrate ambientali (AIA) - Reato di cui all'art. 29-quattuordecies, c.2, d.lgs. n. 152/2006 e art. 16, c.2, d.lgs. n. 59/2005 - Continuità normativa fra le due fattispecie di reato - Verifiche delle prescrizioni imposte nell'autorizzazione - Ruolo e responsabilità del presidente del consiglio di amministrazione di un ente consortile. 

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO 25 febbraio 2014

* INQUINAMENTO DEL SUOLO – Inquinamento – Natura permanente dell’illecito – Ordine di bonifica – Destinatario – Successore universale dell’autore dell’inquinamento – Legittimità – Art. 242 d.lgs. n. 152/2006 – Rispetto dei limiti di accettabilità stabiliti per la destinazione d’uso prevista dal PRG vigente – Questione di legittimità costituzionale – Manifesta infondatezza – Bonifica – Prescrizioni – Presentazione di un progetto preliminare di bonifica – Art. 242, c. 7 d.lgs. n. 152/2006 – Acque emunte – Art. 243 d.lgs. n. 152/2006 (nel testo vigente anteriormente alla modifiche di cui all’art. 41 del d.l. n. 69/2013) – Equiparazione alle acque reflue industriali – Rifiuti liquidi– Discariche – Gestione post operativa - Piano di monitoraggio – Durata trentennale – Legittimità – Artt. 8, c. 1  e 12, c. 3 d.lgs. n. 36/2003.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 20 febbraio 2014

* RIFIUTI  - Procedura semplificata – Prova della sussistenza delle condizioni per l’applicazione del regime di favore – Soggetto che beneficia della procedura semplificata– Art. 239, c. 2 d.lgs. n. 152/2006 – Avvio a recupero o smaltimento di rifiuti abbandonati in modo incontrollato – Attività di caratterizzazione – Avvenuta rimozione del rifiuto – Impossibilità giuridica della trasformazione del rifiuto abbancato in terreno – Concetto di rifiuto tal quale – Art. 8 DM 5.2.1998 – Campionamento – Effettuazione del test di cessione – Allegato 3 dello stesso DM.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 14/02/2014 Sentenza n.

 * RIFIUTI - INQUINAMENTO ARIA - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Fanghi provenienti da trattamento delle acque di scarico in agricoltura - Irregolare spandimento sul terreno - Getto pericoloso di cose - Fattispecie - Art.674 cod. pen. - Art.16, c.5, d.lgs. n.99/1992.

Categoria: 

Autorità: 

TRIBUNALE DI NAPOLI Sez.5^ 01.02.2014 Sentenza n.16316

RIFIUTI - APPALTI - Emergenza rifiuti in Campania - Servizi di trasporto - Violazione del divieto di subappalto - Assenza di prova certa - Fattispecie - Art. 18 D.L. 17.3.1995 n.157 in rel. all'art. 18 L. 19.3.1990 n.55 - Certificazione - Omissione di un dato - Reato di falsa "certificazione" - Configurabilità - Dolo generico - Necessità - Artt 110, 479 cp. - Traffico illecito di rifiuti - Attività organizzata di gestione dei rifiuti - Elementi - Codici CER utilizzati per lo smaltimento - Reale trattamento del rifiuto - Art. 260 Dlgs n.152/06 - Attività di recupero soggette a procedura semplificata - Art. 214 d.lgs. n.152/06 - Gestione dei Rifiuti - Trasferimento di CDR e di altri residui - Concorso nel reato con condotte successive - Imprese iscritte all'albo nazionale speciale - Necessità - Rifiuto combustibile - CDR conforme al DM 5\2\1998, o non conforme - Regime autorizzativo - Incenerimento rifiuti - Potere calorifico all'incenerimento - Direttiva europea 2000/76/CEE e d.L.vo n.133/05 -  Termovalorizzatore di Acerra e Santa Maria la Fossa - Realizzazione dei termovalorizzatori - Recupero energetico del CDR prodotto nelle more della costruzione - Smaltimento di rifiuti - C.d. eco balle - Definizione del temine "ambientalizzazione" - Responsabilità dell'appaltatore - Limiti - Uso di cementifici - APPALTI - Contratti di appalto di servizi - Violazione degli obblighi assunti - Inadempimento di un contratto con la Pubblica Amministrazione - Frode nelle pubbliche forniture - Elementi per la configurabilità - Natura - Giurisprudenza - Inadempimento di un contratto e frode nelle pubbliche forniture - Natura civile e penale dell'inadempimento - Elementi per la configurabilità - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Clausole generali di buona fede - Prestazione divenuta inesigibile - Artt. 1175, 1256, 1218 e 1375 c.c.- Contratto di appalto e quello di trasporto - Differenze - Responsabilità Amministrativa da reato - Illeciti amministrativi - Responsabilità degli enti collettivi - D. L.vo n.231/2001 - Reato di abuso d'ufficio - Elementi per l'integrazione - C.d. "doppia ingiustizia" - Abuso d'ufficio - Svolgimento della funzione amministrativa del pubblico ufficiale - Artt. 323 e 110 cp. - DANNO AMBIENTALE - Profitto del reato - Sequestro preventivo funzionale alla confisca - Artt. 19 e 53 del Dlgs n.231/01 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Restituzione del bene sequestrato a favore dell'avente diritto - Soggetto diverso al quale il bene è stato sequestrato.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 28/01/2014 Sentenza n.3692

RIFIUTI - Trasporto illecito di rifiuti pericolosi senza formulario - Natura del FIR - Artt. 188 bis, 188 ter, 189, 193, 212, 258 c.4, 260 bis, 260 ter, d.lgs. n. 152/06 - Art. 483 cod. pen. - Trasporto di rifiuti pericolosi senza formulario - Indicazione nel formulario di dati incompleti o inesatti - Art. 258 d.lgs. n.152/06 e successione normativa  - Natura di norma interpretativa e non innovativa - Art. 4 d.lgs. 7/07/2011, n. 121 - SISTRI e trasporto di rifiuti pericolosi - Senza il F.I.R. o con dati incompleti o inesatti - Natura dei F.I.R. (formulari di identificazione dei rifiuti) – Differenza tra formulario e certificato - Predisposizione e uso del certificato falso - Effetti - Art. 481 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Concessione del beneficio della sospensione condizionale - Valutazione del giudice di merito - Precedenti giudiziari non definitivi - Art. 133 cod. pen. - Sostituzione delle pene detentive brevi - Valutazione discrezionale del giudice - Parametri di cui all'art. 133 cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 27 Gennaio 2014 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - RIFIUTI - Piano di insediamento produttivo (P.i.p.) - Lottizzazione abusiva - Aree destinate a finalità pubbliche - Intervento - Competenza del consiglio comunale - Fattispecie: realizzazione di una piazzola ecologica (Centro Raccolta materiali) Art. 44, lett.a) e b), D.P.R. n.380/2001 - Art.183, c.1, lett.a) e lett.qq), 184, c.2, e 184-bis d.lgs. n.152/2006 - Specifica natura dei piani di insediamento produttivo - Presupposto l'adozione dello strumento urbanistico generale (PRG) - Procedure di variante in caso di modificazione del piano di insediamento – Necessità – Mancanza – Effetti – Illegittimità dei permessi di costruire rilasciati e degli atti amministrati successivi e conseguenti - L. n. 865/1971 - D.Lgs. n.112/1998.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 6^ 24/01/2014 Sentenza n.3635

RIFIUTI - Reati ambientali ex D. L.vo n. 231/01 - Responsabilità degli enti collettivi - Confisca di valore, cd. “profitto da risparmio” - Fattispecie - Artt. 2, 5, 19 24-ter, c.2, 30, 39 e 53 D. Lgs. n. 231/01 - Art. 29-bis ss. del D. Lgs. n. 152/2006 - Responsabilità sanzionatoria degli Enti - Nozione di profitto aggredibile con una misura ablativa - Correlazione diretta del profitto col reato - Necessità - Confisca del profitto del reato - Confisca per equivalente - Nozione di risparmio di spesa - Profitto assoggettabile a sequestro e poi a confisca - Individuazione - Mancata esecuzione di opere di risanamento ambientale - Reale accrescimento patrimoniale - Nesso di causalità - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Istituto della confisca per equivalente - Natura, utilizzabilità, finalità e limiti - Sequestro e confisca cd. di proprietà - Principio di tassatività delle sanzioni - Sequestro preventivo funzionale alla confisca per equivalente - Funzione nei reati tributari - Giurisprudenza - Ricorso per cassazione - Presentazione di motivi nuovi - Limiti - Istituto della confisca ex art. 19 D. Lgs. n. 231/01 - Delimitazione temporale - Principio di legalità - Data di realizzazione delle condotte costituenti reato - Fattispecie.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.1^ 12/12/2013 Sentenze riunite C-241/12 e C-242/12

RIFIUTI – Nozione – Spedizioni di rifiuti – Informazione delle autorità nazionali competenti – Sussistenza di un’azione, di un’intenzione o di un obbligo di disfarsi di una sostanza o di un oggetto – Fattispecie: gasolio accidentalmente miscelato con un’altra sostanza - Direttiva 2006/12/CE – Regolamento (CEE) n. 259/93.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO 27 dicembre 2013

* RIFIUTI – Procedura semplificata – Sussistenza delle condizioni per l’applicazione del regime di favore – Onere probatorio – Soggetto beneficiario – Rifiuti abbandonati o deposito incontrollato - Avvio a recupero o smaltimento – Art. 239 d.lgs. n. 152/2006 – Attività di caratterizzazione – Avvenuta rimozione del rifiuti – Concetto di rifiuto tal quale – Campionamento – Test di cessione.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO 27 dicembre 2013

* RIFIUTI - Localizzazione di impianti di recupero e smaltimento – Art. 197 d.lgs. n. 152/2006 – Provincia – Individuazione delle zone non idonee – Compromissione della libera circolazione dei rifiuti – Esclusione – Progetti di realizzazione e ampliamento discariche - Atti di approvazione – Valenza di variante urbanistica - Art. 208 d.lgs. n. 152/2006 – Interpretazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE COSTITUZIONALE – 11 dicembre 2013, n. 300

VIA, VAS E AIA – Assoggettabilità a VIA – Regioni – Individuazione di progetti esentati – Limiti - Art. 112 della legge reg. Friuli-Venezia Giulia n. 26 del 2012 – Questione di legittimità costituzionale – Infondatezza - Art. 175  – Impianti mobili per il recupero di rifiuti non pericolosi provenienti da operazioni di costruzione e di demolizione - Illegittimità costituzionale - DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Disciplina degli interventi edilizi in zona sismica – Materia della protezione civile – Art. 171 della l.r. Friuli-Venezia Giulia n. 26 del 2012 - Categoria degli “interventi di limitata importanza statica” – Introduzione di una categoria estranea alla legislazione statale – Illegittimità costituzionale - RIFIUTI – Terre e rocce da scavo - Art. 199 l.r. Friuli Venezia Giulia n. 26/2012 – Materiali da scavo provenienti da piccoli cantieri – Disciplina semplificata – Deroga alla normativa nazionale – Illegittimità costituzionale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 29/11/2013 Sentenza n.47501

RIFIUTI - Definizione e scopo dell'abbandono e della raccolta - Gestione rifiuti - Definizione di raccolta, gestione e stoccaggio o deposito preliminare - Operazioni di messa in riserva di rifiuti – Definizione di deposito temporaneo - Artt. 183, 255 e 256, d.lgs. n.152/06 –  Discarica di rifiuti - Definizione legislativa e giuridica – Stoccaggio di rifiuti - Periodo inferiore a un anno - Art. 2, c.1, lett. g) d.lgs. 36/2003 – Concetto di discarica – Deposito con ammasso definitivo - Nozione di "smaltimento" - Scopo di profitto - Mero abbandono di rifiuti - Natura occasionale e discontinua - Giurisprudenza – Discarica abusiva o abbandono di rifiuti - Semplice inerzia del proprietario o possessore del terreno - Concorso nel reato – Esclusione - Art. 40 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Poteri del giudice del riesame - Diversa qualificazione giuridica del fatto. 

Categoria: 

Autorità: 

TAR BASILICATA 21 novembre 2013

* RIFIUTI – Piano regionale di gestione dei rifiuti – Impianti di trattamento di rifiuti liquidi pericolosi – Mancata previsione – Contrasto con il principio di autosufficienza – Esclusione – Artt. 196 e 199 d.lgs. n. 152/2006 – Rifiuti pericolosi – Impianti esistenti e sistemi di raccolta – Art. 182 d.lgs. n. 152/2006 – Principio di prossimità – Rifiuti urbani non pericolosi  – Criterio di prossimità e criterio di autosufficienza  - Stretta connessione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3° 15/11/2013 Sentenza n.45932

RIFIUTI - Gestione illecita ed omessa vigilanza del titolare di impresa - Artt. 256 c.1 lett. a) e 260 D. L.vo n. 152/06 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro preventivo - Rapporto pertinenziale tra res e reato - Nozione di pertinenza - Motivazione del giudice. 

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA 11 novembre 2013

* VIA, VAS E AIA – Regione Toscana – Soggetto competente al rilascio del provvedimento di VIA – Individuazione – L.r. n. 10/2010 - ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Vincolo idrogeologico – Regione Toscana – Approvazione del progetto di discarica – Valutazioni degli aspetti relativi alla pericolosità geomorfologica – Competenza – Province - RIFIUTI – Rifiuti urbani – Artt. 5 e 7 d.lgs. n. 36/06 – Rifiuti urbani non pretrattati – Collocamento in discarica – Conseguimento a livello di ATO dell’obiettivo di riduzione del  conferimento di rifiuti urbani biodegradabili - VIA, VAS E AIA – VIA - Specifica analisi dei rischi sanitari – Impatto sulla salute dell’uomo – Valutazione complessiva dell’incidenza sull’ambiente.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 4/11/2013

* RIFIUTI - Esercizio degli impianti di incenerimento e coincenerimento - Emissioni e odori - Criteri della migliore tecnologia disponibile - Reato di cui art.19, c.12 d.lgs. 11/05/2005, n. 133 - Impianti di smaltimento, recupero e incenerimento dei rifiuti - D.lgs. 11/05/2005, n. 133 - Norma speciale rispetto alla disciplina generale -  Titolo III-bis, artt.208 e ss. D. L.vo 3/04/2006 n. 152.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3° 4/11/2013 Sentenza n.

RIFIUTI - Gestione dei rifiuti e organizzazione di traffico di rifiuti - Nozione del sistema c.d. ecomafia - Delitto di cui all'art. 260 d.lgs. n.152/06 - Comportamenti non occasionali - Organizzazione professionale di mezzi e capitali - Pluralità delle azioni - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro preventivo o probatorio - Ricorso per cassazione – Presupposti e  limiti - C.d. principio devolutivo - Artt. 321 e 322 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

TAR LIGURIA 31 ottobre 2013

* RIFIUTI – Discariche – Chiusura – Art. 12 d.lgs. n. 36/2003 – Responsabilità del gestore – Collaudo – Richiesta di una garanzia finanziaria atta ad assicurare la provvista economica sufficiente a coprire i costi della gestione post operativa  - Illegittimità – Estensione analogia della discplina di cui all’art. 14 d.lgs. n. 36/2003 – Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

TAR FRIULI VENEZIA GIULIA 29 ottobre 2013

* RIFIUTI – Regione Friuli Venezia Giulia – Servizio pubblico di gestione dei rifiuti – Art. 3, c. 25 l.r. n. 14/2012 – Zone funzionali – Cooperazione tra enti locali – Criteri di assimilazione dei rifiuti speciali agli urbani – Stato – Mancata emanazione dei regolamenti – Deliberazione 27 luglio 1984 del Comitato interministeriale – Artt. 188 e 189 d.lgs. n. 152/2006 – Rifiuti speciali – Conferimento al servizio pubblico di raccolta.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO 16 ottobre 2013

* RIFIUTI – Gestione – Art. 188 d.lgs. n. 152/2006 – Responsabilità per la corretta gestione dei rifiuti - Produttore e detentore – Conferimento ad intermediari muniti di autorizzazione – Verifica e controllo delle necessarie autorizzazioni in capo al destinatario – Obblighi di diligenza – Ordinanza ex art. 192 d.lgs. n. 152/2006 – Abbandono – Art. 192 d.lgs. n. 152/2006 – Ordinanza di rimozione – Competenza – Sindaco – Responsabilità riconducibile a diverse ditte - Ordine di rimozione in solido – Possibilità, attraverso il formulario, di risalire alle quantità di rifiuti conferite da ciascuna ditta – Rimozione pro quota.

Categoria: 

Autorità: 

TRIBUNALE DI PALERMO Sez. GIP Ordinanza dell’8 ottobre 2013

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Complesso monumentale lasciato in stato di abbandono – DIRITTO URBANISTICO - Degrado di  monumenti per mancanza di manutenzione ordinaria - Responsabilità degli enti pubblici - Configurabilità - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Omissione d'atti d'ufficio - Responsabilità del sindaco e dei dirigente - Totale omissione di vigilanza - Inerzia degli Enti preposti in concorso - Caratteri dell'acquiescenza - RIFIUTI - Fattispecie: violazioni in area sottoposta a specifici vincoli e Ordinanza di rigetto di istanza di archiviazione - Artt. 169 e 181 c.1 e 1 bis D.lg. n.42/2004 - Artt. 838 c.c., Artt. 328, 677 e 733 c.p. - Art. 6 DL n.172/2008 - Art. 9 Cost. - Art. 44 dpr n. 380/01

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA 8 ottobre 2013

* VIA, VAS E AIA  - Regione Toscana – Procedimento di assoggettabilità a VIA – Termine per la conclusione del procedimento – Artt. 48 e ss. l.r. n. 10/2010 – Natura ordinatoria – Pubblicità – Art. 48, c. 7 l.r. n. 10/2010 – Deposito del progetto – Successive fasi del procedimento – RIFIUTI - Art. 208, c. 19 d.lgs. n. 152/2006 – Impianti di smaltimento e recupero – Varante sostanziale – Art. 208, c. 19 d.lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 2 Ottobre 2013

* RIFIUTI - Nozione di veicolo fuori uso - Veicolo iscritto al P.R.A. - Ininfluenza - Natura di rifiuto - Elementi - Cd. "deposito preliminare" - Configurabilità del reato ai sensi della lett.a) c.1 art. 256 D. L.vo 152/06 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Termine prescrizionale successivo alla sentenza di appello - Effetti - Cause di non punibilità - Inammissibilità del ricorso - Art. 129 c.p.p.. Artt. 192, 231, 255 e 256 del D.L.vo 152/06 - Art. 5 del D. L.vo n. 209/03 - D.Lgs. 309/03.

Categoria: 

Autorità: 

TAR MARCHE 13 settembre 2013

* RIFIUTI – Nuova discarica o impianto di trattamento per RSNP – Realizzazione – Valutazione discrezionale del’autorità procedente - VIA, VAS E AIA – VIA  - Criticità ambientali espresse con riferimento agli atti di programmazione – Analisi comparativa tra sacrificio ambientale e utilità socio economica – DPCM 27.12.1988 – Rilascio della VIA – Strumenti di programmazione – Piani regionali di gestione Rifiuti – Non rientrano.

Categoria: 

Autorità: 

TAR FRIULI VENEZIA GIULIA 14 agosto 2013

* DIRITTO DELL'ENERGIA – RIFIUTI – Impianto di coincenerimento – Gassificatore – Diversità – Istanza relativa ad un impianto di recupero energetico rifiuti, mediante gassificazione – Provvedimento provinciale di autorizzazione – Definizione quale impianto di coincenerimento – Illegittimità – Mutamento dell'oggetto del procedimento – Violazione dei principi che governano il procedimento ad istanza di parte.

Categoria: 

Autorità: 

TAR BASILICATA 14 agosto 2013

* RIFIUTI – Regione Basilicata – Art. 25 l.r. 17/11 – Ampliamento di discariche esistenti – Nuovi copri adiacenti – Rientrano - APPALTI – Gara per l'affidamento della concessione di progettazione, costruzione, e gestione di una discarica di rifiuti non pericolosi – Area inquinata – Annullamento della gara – Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO, Sez. 4^ - 6 agosto 2013, n. 4151

DIRITTO URBANISTICO – Variante per insediamento di impianti produttivi – Art. 5 D.P.R.  n. 447/1998 – Conferenza di servizi - Potestà pianificatoria del Comune – Affidamento dell’istante - VIA, VAS E AIA – VAS – Nozione - RIFIUTI – Fresato d’asfalto – Nozione di sottoprodotto ex art. 184 bis d.lgs. n. 152/2006 – Classificazione CER (Si ringrazia l'avv. Umberto Grella per la segnalazione)

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma, Sez. 2^ bis – 10 luglio 2013, n. 6857

RIFIUTI – Regolamento per la disciplina dell’albo nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti – D.M. n. 406/1998 – Requisiti per l’iscrizione – Diniego di iscrizione e cancellazione – Condanna passata in giudicato alla reclusione per un tempo non inferiore ad un anno per i reati indicati dall’art. 10, c. 2, lett. f), n. 2) – Illegittimità per irragionevolezza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 1 Luglio 2013

* RIFIUTI - Rifiuti vegetali - Manutenzione delle infrastrutture e aree comunali adibite a verde pubblico - Fattispecie - Artt. 183 lett. m), 206, 230 e 256, c. 1, lett. a) d. Lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso in Cassazione - Inammissibilità  del ricorso - Effetti - Rilievo di cause di non punibilità - Preclusione.

Categoria: 

Autorità: 

Pagine