* DIRITTO URBANISTICO - Reati edilizi - Giudice dell'esecuzione - Richiesta di revoca o di sospensione dell'ordine di demolizione - Istanza di condono o sanatoria - Obbligo di revoca - Presupposti - Artt. 31 e 44 d.P.R. n. 380/2001 - Ordine di demolizione delle opere abusive - Natura di sanzione amministrativa - Riesame: revoca e sospensione - Limiti - Tutela degli interessi urbanistici - Sentenza di condanna - Beneficio della sospensione della pena alla demolizione dell'opera abusiva - Acquisizione dell'immobile al patrimonio del comune - Ingiustificata inottemperanza all'ordine di demolizione - Entro 90 gg. dalla notifica dell'ingiunzione - Automatica acquisizione gratuita al patrimonio comunale - Trasferimento del diritto di proprietà ope legis - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Revoca dell'ordine di demolizione - Interessi pubblici prevalenti - Specifica deliberazione consiliare - Impegno di spesa e adeguata istruttoria - Necessità - Fattispecie - Demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa dell'ordine di demolizione - Autonoma funzione ripristinatoria del bene giuridico leso - Tutela del territorio - Prescrizione stabilita dall'art. 173 cod. pen. - Esclusione - Art. 31, c.9, T.U.E. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudizio di cognizione - Nomina del difensore di fiducia - Limiti - Ricorso per cassazione - Stessi motivi proposti con l'appello - Inammissibilità - Genericità delle doglianze - Difetto di specificità dei motivi - Artt. 444, 445, 581, 591, 606 655, 656, 661 e 676 c.c.p..

Il contenuto completo è disponibile solo per gli abbonati http://www.ambientediritto.it/home/abbonamenti.

Categoria: 

Autorità: