* INQUINAMENTO DEL SUOLO – Siti di interesse nazionale - Inquinamento diffuso - Accertamento presuntivo della responsabilità per inquinamento – Sentenza Corte di Giustizia 9 marzo 2010 causa C-378/08 – Presenza degli impianti nel sito – Esercizio di attività inquinante – Principio chi inquina paga – Misure di bonifica – Barrieramento fisico – Accertamenti tecnici – Approfondimenti istruttori – Misure di riparazione ambientale precedentemente imposte - Modifica – Presupposti -  Inquinamento di particolari dimensioni e gravità – Restituzione dei suoli agli usi legittimi – Preventiva adozione delle misure di bonifica – Legittimità - Presupposti – Atti del procedimento di bonifica – Competenza tecnico-gestionale degli organi esecutivi – Pareri o intese di cui agli artt. 252 TUA e 15, c. 4 D.M. 471/1999 – Acquisizione all’interno della conferenza di servizi – Legittimità – Acque di falda emunte nel corso delle operazioni di messa in sicurezza – Natura – Disciplina – Art. 243 d.lgs. n. 152/2006 – Art. 242, c. 4 d.lgs. n. 152/2006 – Decisione sul documento di analisi di rischio – Termine di sessanta giorni – Perentorietà – Esclusione – Tabelle allegate al TUA – Elencazione tassativa – Esclusione – Interpretazione analogica – Mancato inserimento di specifiche sostanze – Riferimento alla sostanza più affine tossico logicamente – MTBE – Mancata inclusione nella tabella allegata al d.lgs. n. 152/2006 – Valori limite prospettati dall’ISS – Applicabilità – Fondamento – Principio di precauzione – Messa in sicurezza di emergenza – Soglia di contaminazione  - Livelli superiori – Art. 244 d.lgs. n. 152/2006.

Il contenuto completo è disponibile solo per gli abbonati http://www.ambientediritto.it/home/abbonamenti.

Categoria: 

Autorità: