CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 2^ 04/04/2018, Ordinanza n.8234

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Esercizio della professione subordinato per legge all'iscrizione in apposito albo o ad abilitazione - Prestazione d'opera professionale di natura intellettuale - Mancanza d'iscrizione all'albo - Nullità assoluta - TUTELA DEI CONSUMATORI - Rapporto tra professionista non iscritto albo e cliente - Il professionista non iscritto all'albo non ha alcuna azione per il pagamento della retribuzione - Artt. 1418 e 2231 cod. civ..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 5^ 02/03/2018, Sentenza n.

* RIFIUTI - Rifiuti degli imballaggi terziari e secondari - Tariffa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani - Regime fiscale e normativo dei rifiuti - Esenzione parziale sull'area destinata a magazzino - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Natura tributaria della tariffa TARSU, TIA 1, TIA 2, TARES, TARI - Assenza del rapporto sinallagmaticità - Art. 238 del D.Lgs. n. 152/2006 (Codice dell'Ambiente) - Art. 13 Direttiva 2006/112/CE -  Comuni e Enti impositivi - Controversie relative alla tariffa - Raccolta differenziata - Accertamento - Rideterminazione delle somme - Assimilazione ai rifiuti urbani dei rifiuti speciali in genere - Disapplicazione del regolamento comunale - Delimitazione delle aree e quantificazione della complessiva superficie imponibile - Onere di fornire all'amministrazione comunale  - Impresa contribuente - Prova dell'obbligazione tributaria spetta all'amministrazione - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 5^ 02/03/2018, Sentenza n.

* RIFIUTI - Tariffa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani - Regime fiscale e normativo dei rifiuti -  PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Natura tributaria della tariffa TARSU, TIA 1, TIA 2, TARES, TARI - Inserimento IVA - Esclusione - Assenza del rapporto sinallagmaticità - Art. 238 del D.Lgs. n. 152/2006 (Codice dell'Ambiente) - Art. 13 Direttiva 2006/112/CE - Giurisprudenza - Comuni e Enti impositivi - Controversie relative alla tariffa - Non debenza dell'I.V.A. sul tributo - Accertamento - Rideterminazione delle somme. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 5^ 02/03/2018, Sentenza n.

RIFIUTI - Tariffa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani - Regime normativo - Regime fiscale dei rifiuti -  PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Natura tributaria della tariffa TARSU, TIA 1, TIA 2, TARES, TARI - Non assoggettabilità all'IVA - Assenza di sinallagmaticità del rapporto tra soggetto prestatore del servizio ed utenti - Art. 238 del D.Lgs. n. 152/2006 (Codice dell'Ambiente) - Giurisprudenza - Art. 13 Direttiva 2006/112/CE - Comuni e Enti impositivi - Accertamento della non debenza dell' I.V.A. sul tributo - Rideterminazione delle somme dovute a titolo di TIA. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 5^ 11/01/2018, Sentenza n.

RIFIUTI - Regime fiscale dei rifiuti - Excursus normativo (TARSU, TIA 1, TIA 2, TARES, TARI) - Art. 238 del D.Lgs. n. 152/2006 (Codice dell'Ambiente) - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Dichiarazione del contribuente - Emendabilità da parte del contribuente degli errori anche non meramente materiali o di calcolo - Principi costituzionali di capacità contributiva, di buona amministrazione nonché di collaborazione e della buona fede - Regime fiscale dei rifiuti - Prova dei presupposti relativi alla modifica della dichiarazione originaria - Poteri e doveri dell'Ufficio Tributi - Onere della prova - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 6^ 16/04/2018, Ordinanza n.9345

DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Attività di deposito telematico nel fascicolo informatico delle sentenze redatte in formato elettronico - Indispensabile l'intervento del cancelliere - Nuovo procedimento - Individuazione dell'ultimo giorno utile per proporre ricorso - Termine successivo al giorno festivo - Fattispecie: errore materiale nell'attribuzione alla sentenza della data di pubblicazione.

Categoria: 

Autorità: 

TAR EMILIA ROMAGNA, Bologna - 19 aprile 2018

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Interventi materiali o strutturali su beni culturali - Sovrapposizione di discipline - D.P.R. 380/2001 - D.lgs. n. 42/2004. - Art. 3 , c. 1 d.P.R. n. 380/2001 - Manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro e risanamento conservativo - Nozione e differenze - Conservazione del bene culturale - Finalità di fruizione - Artt. 3, c. 1 e 55 d.lgs. n. 42/2004 - ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE - Impugnazione di atti amministrativi - Deduzione di censure funzionali al soddisfacimento di interessi ambientali.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 4^ 16/04/2018, Sentenza n.16715

INQUINAMENTO ATMOSFERICO - AMIANTO - Fibre di amianto - Delitto contro l'incolumità pubblica - Decessi provocati da leucemia mieloide acuta - Omicidio colposo - DANNO AMBIENTALE - Condanna al risarcimento dei danni in favore delle parti civili - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Condanna al pagamento delle spese di giudizio - DIRITTO SANITARIO - SICUREZZA SUL LAVORO - Esposizione all'amianto e al benzene - Rilevanza causale rispetto ai decessi determinati da tumore polmonare - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Rigetto delle istanze istruttorie - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 4^ 05/04/2018, Sentenza n.

* ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Scarico di acque reflue recapitati in pubblica fognatura - Superamento limiti di emissione per lo scarico - Metodiche di prelievo e campionamento del refluo - Campionamento istantaneo e esame visivo - Scelta dell'organo di controllo - Particolari esigenze - Obbligo di motivazione - Art. 137, c.5, d.lgs. n. 152/2006 - Giurisprudenza - Codice dell'Ambiente.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 05/04/2018, Sentenza n.15126

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Lottizzazione abusiva - Sequestro preventivo e confisca - Causa di estinzione del reato - Effetti e doveri del giudice del dibattimento - Trasformazione e alterazione di terreni agricoli sia in via cartolare che esecutiva mediante un piano di lottizzazione illegittimo - Articoli 321 del codice di procedura penale e 44, secondo comma, lettera c), d.p.r. 380/2001 - Confisca urbanistica e legittimità costituzionale - Sanzione di carattere amministrativo - Conformità e interpretazione della sentenza della Corte EDU nel caso Varvara - Accertamento di responsabilità - Sussistenza della lottizzazione abusiva - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - DIRITTO PROCESSUALE AMMINISTRATIVO - Confisca urbanistica - Sanzione amministrativa - Articolo 129 del codice di procedura penale - Causa di non punibilità - Limiti - Accertamento dell'insussistenza della lottizzazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 05/04/2018, Sentenza n.15166

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Abuso di ufficio - Adozione di permessi di costruire in violazione del PRG - Responsabilità del funzionario responsabile dell'Area Urbanistica del Comune - Cambio di destinazione d'uso dell'edificio - Giurisprudenza art. 323 cod. pen. - DIRITTO URBANISTICO - Opere di edilizia scolastica - Iter amministrativo - Violazione delle Norme Tecniche di Attuazione (N.T.A.) e del Piano Regolatore Generale Comunale (P.R.G.C.) - Fattispecie: Cambio di destinazione d'uso dell'edificio - Contrasto con le prescrizioni dello strumento urbanistico - Abuso di ufficio.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 05/04/2018, Ordinanza n.

* RIFIUTI - Reato di abbandono incontrollato di rifiuti - Intenzione dell'autore della condotta - Irrilevanza - Deposito temporaneo - Condizioni - Luogo di produzione - Separazione per categoria - Artt. 183 e 256 d.lgs. n.152/2006 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Applicazione delle circostanze attenuanti generiche - Diritto dell'imputato - Esclusione - Stato di incensuratezza dell'imputato - Insufficiente - Declaratoria di inammissibilità del ricorso - Effetti conseguenziali.

Categoria: 

Autorità: 

TRGA TRENTINO ALTO ADIGE, Trento - 13 aprile 2018

* VIA, VAS E AIA - AIA - Modifiche dell’impianto - Disciplina - Distinzione tra mere modifiche e modifiche sostanziali - Artt. 5, c. 1, lett. l) ed l-bis) e 29 nonies, cc. 1 e 2 d.lgs. n. 152/2006 - Utilizzo di nuove materie prime - Potenziali variazioni quali-quantitative delle emissioni in aria e in acqua - Obbligo di comunicazione - Artt. 5, c. 1, lett. l), 29-ter, c. 1 e 29-nonies, c. 1 d.lgs. n. 152/2006 - Previsione dell’obbligo di comunicazione relativo all’utilizzo di materie prime che comportino potenziali variazioni quali-quantitative delle emissioni - Eccessiva gravosità dell’adempimento - Esclusione - Introduzione di nuove materie prime che contengano sostanze il cui utilizzo sia oggetto di specifiche disposizioni nelle BAT di settore - Obbligo di comunicazione - Art. 29-sexies, c. 4 bis d.lgs. n. 152/2006 - Settore della produzione della carta - Inquinanti AOX - Schede di sicurezza di cui all’art. 31 del regolamento REACH - Inquinanti indicati nell’allegato X - Obbligo di comunicazione - Previa valutazione dell’autorità competente - Settore della produzione della carta - COD - Modifiche che comportano l’emissione di nuove tipologie di sostanze pericolose  - Obbligo di comunicazione - Circolare ministeriale 2/AMB/2007 - Modifiche sostanziali - Aggravamento del procedimento - Previsione dell’obbligo di comunicazione della modifica delle materie prime utilizzate nel ciclo produttivo al Comune territorialmente competente - Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 09/04/2018, Sentenza n.15771

RIFIUTI - Gestione illecita di rifiuti - Attività raccolta, trasporto, recupero e smaltimento dei rifiuti - Operazioni collegate o di controllo - Fattispecie: Partecipazione come commerciante o intermediario - Nozione di deposito temporaneo di rifiuti - Presupposti e requisiti per la qualifica di: deposito preliminare, messa in riserva, discarica abusiva e abbandono - Art. 183, c.1, lett. m), d.lgs. n.152/2006 - Attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti - Assenza dell'autorizzazione o iscrizione o comunicazione prescritte dalla normativa vigente - Concorso integrato e non alternato - Art. 6, c.1, lett. d), d.l. n.172/2008 - Giurisprudenza Rifiuti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 09/04/2018, Sentenza n.15770

RIFIUTI - Discarica - Deposito incontrollato di rifiuti - Sversamento sul terreno del percolato di discarica - Cattiva tenuta del sistema di raccolta e smaltimento del percolato - Integrazione del reato di cui all'art. 256, c.2, lett. a), d.lgs. n.152/2006 - Giurisprudenza - Applicazione della disciplina in materia di rifiuti.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PIEMONTE - 11 aprile 2018

* ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO - BOSCHI - Autorizzazione idrogeologica - Mancanza di accertamenti in ordine all’alterazione dell’equilibrio geomorfologico conseguenti a disboscamento - Illegittimità - Difetto di istruttoria - Terreni boscati sottoposti a vincolo idrogeologico - Interventi di trasformazione - Art. 9 l.r. Piemonte n. 45/1989 - Presentazione di un progetto di rimboschimento - Approvazione - Competenza della Regione - Presupposto essenziale al rilascio del permesso di costruire.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 05/03/2018, Sentenza n.9870

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Tutela dei beni paesaggistici - Esecuzione di interventi (anche non edilizi) potenzialmente idonei ad arrecare nocumento alle zone vincolate - Assenza autorizzazione - Alterazione, danneggiamento o deturpamento del paesaggio - Reato formale e di pericolo - Art.181 d.lgs n.42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Motivi generici e/o mera rilettura degli elementi di fatto - Inammissibilità - Motivazione c.d. implicita - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 28/03/2018, Sentenza n.14360

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Detenzione incompatibile dell'animale con la sua natura - Comportamenti colposi di incuria - Configurabilità dell'art. 727 cod. pen. per colpa - Presupposti del reato - Condotte che incidono sulla sensibilità psico-fisica - Fattispecie: canile municipale fortemente sporco e omessa vigilanza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Causa di estinzione del reato non rilevabili in sede di legittimità - Vizi di motivazione della sentenza impugnata - Art. 129 cod. proc. pen. - Rinuncia alla prescrizione. 

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 5 aprile 2018

* VIA VAS E AIA - Valutazione di impatto ambientale - Determina di approvazione del progetto preliminare - Definitività agli effetti edilizi e paesaggistici - Decisione di non sottoporre il progetto a VIA - Impugnazione immediata - PROCESSO AMMINISTRATIVO - Art. 105 c.p.a. - Ipotesi di annullamento con rinvio - Portata tassativa o natura di clausola generale suscettibile di essere riempita nel contenuto - Erronea declaratoria di inammissibilità per difetto di interesse - Poteri del giudice di secondo grado - Remissione all’Adunanza Plenaria.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 6^ 20/03/2018, Ordinanza n.6867

INQUINAMENTO ACUSTICO - Immissioni e mezzi di prova esperibili - Rumori fastidiosi udibili nell'immobile sottostante anche in orario notturno - Superamento della normale tollerabilità ex art. 844 c.c. - Poteri del giudice di merito - Accorgimenti idonei a limitare le immissioni - Rivalutazione delle prove in Cassazione - Esclusione - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Vizio di nullità della sentenza di primo grado per carenze della motivazione e art. 354 c.p.c..

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 10 aprile 2018

* APPALTI - Cauzione provvisoria -Finalità - Strumento di garanzia della serietà ed affidabilità dell’impresa - Escussione - Violazione dell’obbligo di diligenza avente carattere di gravità - Dichiarazione circa il possesso di requisiti di partecipazione di cui sia accertata la mancanza - Fattispecie: iscrizione all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 30/03/2018, Sentenza n.

* INQUINAMENTO ACUSTICO - RUMORE - Disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone - Effettiva idoneità delle emissioni sonore ad arrecare pregiudizio ad un numero indeterminato di persone - Necessità - Espletamento di specifiche indagini tecniche - Esclusione - Art. 659 cod. pen. - Giurisprudenza - Rumori idonei ad arrecare disturbo o a turbare la quiete e le occupazioni - CONDOMINIO - Immissioni sonore avvenute in un edificio condominiale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 04/04/2018, Sentenza n.14806

RIFIUTI - Rottami ferrosi - Applicazione e deroga della disciplina dei rifiuti - Regolamento n.333/2011/UE - Artt. 184 bis e 256 D. Lgs. n. 152/2006 - Gestione dei rifiuti in assenza del prescritto titolo abilitativo - Attività di raccolta e trasporto in forma ambulante dei rifiuti prodotti da terzi - Deroga ex art. 266, c.5 d.lgs. n.152/2006 - Condizioni - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Speciale tenuità ex art. 131 bis cod. pen. - Reato continuato - Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 11 aprile 2018

* PROCESSO AMMINISTRATIVO - Atti processuali - Limite dimensionale di sinteticità - Violazione - Effetto - Art. 13 ter norme di attuazione c.p.a. - APPALTI - Dimostrazione del requisito di esperienza - Certificazioni di collaudo - Certificazione di regolare esecuzione del servizio - Equiparabilità - Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 23/03/2018, Sentenza n.13741

RIFIUTI - Attività di gestione dei rifiuti - Mancanza dell'autorizzazione, iscrizione o comunicazione - Configurabilità del reato di cui all'art. 256, c.1°, d.lgs. n.152/2006 - Raccolta e trasporto esercitate in forma ambulante - Categorie di rifiuti autonomamente disciplinate - Esclusione dell'operatività della deroga - Artt. 208, 209, 211, 212, 214, 215 e 216 266 d.lgs. 152/2006 - Gestione di rifiuti e profilo della assoluta occasionalità - Questione probatoria - Accertamento della natura di un oggetto quale rifiuto - Valutazione del fatto - Giudice del merito - Natura di illecito istantaneo - Insindacabilità in sede di legittimità - Giurisprudenza - Artt. 183 e 256 d.L.vo n.152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Napoli - 10 aprile 2018

* VIA, VAS E AIA - Deposito costiero di GPL  - Istanza di nuova autorizzazione per lavori di ampliamento -  Permanenza della validità della verifica di assoggettabilità a VIA - Esclusione -  Attualità della decisione - Direttiva 2014/52/UE - Provvedimento di esclusione dalla  VIA - Termine di validità - Scadenza del termine di efficacia del decreto autorizzatorio.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 23/03/2018, Sentenza n.13734

RIFIUTI - Discarica abusiva o irregolare - Fase post­ operativa - Permanenza del reato - Casi di cessazione della permanenza - Rilascio dell'autorizzazione amministrativa - Rimozione dei rifiuti - Bonifica dell'area - Sequestro - Pronuncia della sentenza di primo grado - Art. 256 d. lgs n.152/2006 - Giurisprudenza - Fattispecie: attività di autodemolitore.

Categoria: 

Autorità: 

TAR UMBRIA - 9 aprile 2018

* PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Conferenza di servizi - Atto conclusivo della conferenza - Posizioni prevalenti - Superamento del dissenso - Amministrazioni dissenzienti - Impugnazione dell’atto conclusivo o riconvocazione della conferenza ai fini dell’esercizio del potere di ritiro - Riforma Madia - DIRITTO DELL’ENERGIA - Impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili - Favor legislativo - Introduzione di limitazioni all’installazione degli impianti sul territorio regionale - Preclusione.

Categoria: 

Autorità: 

Pagine