CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. 2^, 7 giugno 2018 Sentenza C-671/16

VIA VAS AIA - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Nozione di “piani e programmi” – Valutazione ambientale - Effetti di determinati piani e programmi sull’ambiente – Regolamento regionale urbanistico relativo al quartiere europeo di Bruxelles (Belgio) - Direttiva 2001/42/CE – Rinvio pregiudiziale – Ambiente. 

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA – 24 maggio 2018

* VIA, VAS E AIA – RIFIUTI – PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – “Forno ecologico” – Conferenza di servizi - Art. 14 ter e quater l. n. 241/1990, come novellati dal dlgs. n. 127/2016 - Atti a contenuto provvedimentale adottati in momenti precedenti rispetto all’atto conclusivo – Competenza – Amministrazione procedente.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 24 maggio 2018

* ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE – Tutela degli interessi ambientali – Impugnazione di atti amministrativi a valenza urbanistica -  Legittimazione ad agire – Prospettazione delle temute ripercussioni su un territorio comunale limitrofo all’impianto da realizzare – Sufficienza - DIRITTO DELL’ENERGIA – Art. 12 d.lgs. n. 387/2003 – Conferenza di servizi decisoria – Struttura dicotomica – Atto a valenza esoprocedimentale – Provvedimento finale – Autorizzazione unica – Verbale della conferenza di servizi – Effetto di variante allo strumento urbanistico – Eventuale mancanza di consenso del Comune – Non ha valore ostativo – Normativa regionale toscana (art. 11, c. 2 l.r. Toscana n. 39/2005) – Autorizzazione unica – Variante urbanistica– Art. 26, c. 2 l.r. Toscana n, 39/2005 – Art. 12, c. 6 d.lgs. n. 387/2003 – Contrasto – Inconfigurabilità – Attuazione del principio di prevenzione – Misure di mitigazione dell’impatto ambientale - VIA, VAS E AIA – Divieto di insediamento di nuove fonti inquinanti in aree di risanamento ambientale – Inconfigurabilità – Bilanciamento con misure di compensazione e mitigazione ambientale.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO, Sez. 4^ - 16 maggio 2018, n. 2910

ASSOCIAZIONI E COMITATI – PROCESSO AMMINISTRATIVO – Ricorso giurisdizionale collettivo – Ammissibilità – Presupposti – Requisito positivo - Requisito negativo – Ente collettivo volto a perseguire la tutela ambientale – Posizione processuale – Sostituzione processuale di enti distinti – Esclusione – Fattispecie - VIA, VAS E AIA – Procedure di VAS, VIA e AIA avviate precedentemente all’entrate in vigore del d.lgs. n. 128/2010 – Normativa applicabile – Varianti sostanziali presentate in un secondo momento – Irrilevanza – Piani e programmi soggetti a VAS e progetti di opere sottoposti a VIA – Impatti rilevanti su regioni confinanti – Art. 30, c. 2 d.lgs. n. 152/2006, nella formulazione precedente alle riforme del 2010 – Acquisizione del parere degli enti interessati – Mera informativa – Insufficienza.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma – 14 maggio 2018

* RIFIUTI – Discarica – Provvedimenti relativi all’attivazione o all’ampliamento – Impugnazione – Cittadini uti singuli – Dimostrazione del danno e delle dirette conseguenze da essi patiti – Stabile collegamento territoriale – Vicinitas – VIA, VAS E AIA – BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Conferenza di servizi finalizzata al rinnovo dell’AIA – Dissenso tra MIBAC e altre amministrazioni – Superamento – Deliberazione del Consiglio dei Ministri – Atto di alta amministrazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. Un. 17 aprile 2018 Sentenza C-441/17

FAUNA E FLORA – Conservazione degli habitat naturali e della flora e della fauna selvatiche – Ambiente – Conservazione degli uccelli selvatici – Sito Natura 2000 “Puszcza Białowieska” – BOSCHI - Modifica del piano di gestione forestale – Aumento del volume di legname sfruttabile – Piano o progetto non direttamente necessario alla gestione del sito che può avere incidenze significative su tale sito – VIA VAS AIA - Opportuna valutazione dell’incidenza sul sito – Pregiudizio all’integrità del sito – Attuazione effettiva delle misure di conservazione – Effetti sui siti di riproduzione e sulle aree di riposo delle specie protette - Inadempimento di uno Stato (Polonia) - Direttiva 92/43/CEE - Direttiva 2009/147/CE.

Categoria: 

Autorità: 

TRGA TRENTINO ALTO ADIGE, Trento - 13 aprile 2018

* VIA, VAS E AIA - AIA - Modifiche dell’impianto - Disciplina - Distinzione tra mere modifiche e modifiche sostanziali - Artt. 5, c. 1, lett. l) ed l-bis) e 29 nonies, cc. 1 e 2 d.lgs. n. 152/2006 - Utilizzo di nuove materie prime - Potenziali variazioni quali-quantitative delle emissioni in aria e in acqua - Obbligo di comunicazione - Artt. 5, c. 1, lett. l), 29-ter, c. 1 e 29-nonies, c. 1 d.lgs. n. 152/2006 - Previsione dell’obbligo di comunicazione relativo all’utilizzo di materie prime che comportino potenziali variazioni quali-quantitative delle emissioni - Eccessiva gravosità dell’adempimento - Esclusione - Introduzione di nuove materie prime che contengano sostanze il cui utilizzo sia oggetto di specifiche disposizioni nelle BAT di settore - Obbligo di comunicazione - Art. 29-sexies, c. 4 bis d.lgs. n. 152/2006 - Settore della produzione della carta - Inquinanti AOX - Schede di sicurezza di cui all’art. 31 del regolamento REACH - Inquinanti indicati nell’allegato X - Obbligo di comunicazione - Previa valutazione dell’autorità competente - Settore della produzione della carta - COD - Modifiche che comportano l’emissione di nuove tipologie di sostanze pericolose  - Obbligo di comunicazione - Circolare ministeriale 2/AMB/2007 - Modifiche sostanziali - Aggravamento del procedimento - Previsione dell’obbligo di comunicazione della modifica delle materie prime utilizzate nel ciclo produttivo al Comune territorialmente competente - Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR ABRUZZO, Pescara - 12 aprile 2018

* AREE PROTETTE - Valutazione di incidenza - Aree contigue - Oggetto di valutazione - Effetti dell’attività che possono interferire con le esigenze di conservazione - Progetti non direttamente connessi e necessari alla gestione del sito - Effetto cumulativo - Art. 6 par. 3, dir. 92/43/CEE - Articolazione in fasi della VINCA - Individuazione dell’incidenza significativa - Fase di screening - Argomentazioni svolte al di fuori della sede procedimentale - Inammissibilità -  Deroga di cui all’art. 272 d.lgs. 152/2006 per gli impianti sperimentali di ricerca - Estensione alla valutazione di incidenza - Esclusione - Ragioni - VIA VAS E AIA - Procedimento di AUA - Applicabilità ai progetti per cui non opera l’AIA.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Napoli - 10 aprile 2018

* VIA, VAS E AIA - Deposito costiero di GPL  - Istanza di nuova autorizzazione per lavori di ampliamento -  Permanenza della validità della verifica di assoggettabilità a VIA - Esclusione -  Attualità della decisione - Direttiva 2014/52/UE - Provvedimento di esclusione dalla  VIA - Termine di validità - Scadenza del termine di efficacia del decreto autorizzatorio.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 5 aprile 2018

* VIA VAS E AIA - Valutazione di impatto ambientale - Determina di approvazione del progetto preliminare - Definitività agli effetti edilizi e paesaggistici - Decisione di non sottoporre il progetto a VIA - Impugnazione immediata - PROCESSO AMMINISTRATIVO - Art. 105 c.p.a. - Ipotesi di annullamento con rinvio - Portata tassativa o natura di clausola generale suscettibile di essere riempita nel contenuto - Erronea declaratoria di inammissibilità per difetto di interesse - Poteri del giudice di secondo grado - Remissione all’Adunanza Plenaria.

Categoria: 

Autorità: 

TAR SICILIA, Catania - 30 marzo 2018

* VIA, VAS E AIA - Procedimento di VIA - Comunicazione di avvio del procedimento - Non è dovuta - Forme di pubblicità prescritte dall’art. 24 d.lgs. n. 152/2006 - Verifica di assoggettabilità a VIA - Carattere autonomo e distinto rispetto alla VIA - Conferenza di servizi di adozione dell’AIA - Partecipazione dell’istante e del controinteressato - Non è prevista - Giudizio di compatibilità ambientale - Profili di discrezionalità amministrativa - Sindacato del giudice amministrativo - Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE COSTITUZIONALE - 23 marzo 2018, n. 58

VIA, VAS E AIA - SICUREZZA SUL LAVORO - Stabilimenti industriali di interesse strategico - Provvedimento di sequestro preventivo - Prosecuzione dell’attività di impresa - Art. 3, d.l. n. 92/2015 - Illegittimità costituzionale - Ragionevole ed equilibrato bilanciamento dei valori costituzionali coinvolti - Necessità.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 22 marzo 2018

* VIA, VAS E AIA - Realizzazione di centri commerciali - VAS obbligatoria - Art. 2, c. 6 d.lgs. n. 152/2006 - Nozione di centro commerciale ex art. 4, c. 1, lett. g) d.lgs. n. 114/1998 - Assenza di un centro di riferimento della gestione unitaria - Centro commerciale in senso proprio - Inconfigruabilità - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Strumenti urbanistici generali - Interesse ad impugnare - Mera vicinitas - Insufficienza - Pregiudizio - Esempi - Autorizzazione commerciale - Alterazione della situazione dell’area in termini di volume di traffico veicolare e di disponibilità di parcheggi.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CALABRIA, Catanzaro - 21 marzo 2018

* RIFIUTI - Impianto di trattamento - Comuni limitrofi al luogo di ubicazione - Legittimazione e interesse ad agire - Sussistenza - AREE PROTETTE - SIC e ZPS - Piano o progetto con potenziali incidenze significative sul sito - Valutazione di incidenza - Rischio di pregiudizio del sito interessato - Principio di precauzione- Valutazione di incidenza - Strumento preventivo - Impianto già in funzione da diversi anni - Obbligo di VINCA - Esclusione - VIA, VAS E AIA - AIA - Attività che comportino utilizzo, produzione o scarico di sostanze pericolose - Relazione di riferimento - Acquisizione - Linee guida della commissione europea - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Emissioni odorigene - Limiti di emissione - Non sono previsti - Rilascio di autorizzazione alle emissioni in atmosfera - Profili attinenti alle molestie olfattive - BAT.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.1^ 15/03/2018 Sentenza C-470/16

VIA VAS AIA - Procedimento di autorizzazione di progetti pubblici e privati - Valutazione dell’impatto ambientale (di determinati progetti) – Diritto di ricorso dei membri del pubblico interessato – Ricorso prematuro – Nozioni di spese non eccessivamente onerose e di decisioni, atti o omissioni rientranti nelle disposizioni della direttiva sulla partecipazione del pubblico - Rinvio pregiudiziale – Direttiva 2011/92/UE - CODICE DELL'AMBIENTE - Accesso alle informazioni ambientali - Partecipazione del pubblico ai processi decisionali e accesso alla giustizia in materia ambientale – Applicabilità della convenzione di Aarhus - Decisione 2005/370/CE - DANNO AMBIENTALE - Ricorso temerario o vessatorio - Assenza di un nesso tra l’asserita violazione del diritto ambientale nazionale e un danno all’ambiente.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.6^ 28/02/2018 Sentenza C-117/17

VIA VAS AIA - Impianto per la produzione di energia elettrica da biomasse - Autorizzazione a effettuare lavori - Annullamento - Verifica dell’assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale - Regolarizzazione a posteriori dell’autorizzazione in base a nuove disposizioni di diritto nazionale successivamente dichiarate incompatibili - Nuova procedura di valutazione - Necessità - Direttiva 2011/92/UE - DIRITTO DELL'ENERGIA - Produzione di energia elettrica da biomasse. 

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO, Sez. 4^ - 28 febbraio 2018, n. 1240

VIA, VAS E AIA - Valutazione di impatto ambientale - Complessiva e approfondita analisi comparativa di tutti gli elementi incidenti sull’ambiente - Profili di discrezionalità amministrativa - Valutazione di legittimità giudiziale - Limiti - Principio di precauzione - Esistenza di un rischio specifico - Attività foriere di rischi per la salute delle persone e per l’ambiente - Seria e prudenziale valutazione - Attuale stato delle conoscenze scientifiche disponibili - Giudizio scientificamente attendibile - Fattispecie: Attività di prospezione geofisica attraverso la tecnologia cd. “air-gun”.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 19 febbraio 2018

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Programma Integrato di Intervento (PII) - Interesse pubblico - Schema flessibile - Modifiche al PRG - VAS - Contenuto del PII costituente variante al PRG e riguardante specifici indici edificatori - Verifica di assoggettabilità a VAS- Verifica postuma di assoggettabilità a VAS - Esito negativo della verifica - Prevalenza dell’aspetto sostanziale - Ipotesi opposta - Travolgimento dell’approvazione del PII.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 4^ 09/02/2018, Sentenza n.

* RIFIUTI - Assegnazione di un CER - Codice c.d. "a specchio" - Obblighi del produttore/detentore - Presenza di sostanze pericolose e superamento delle soglie di concentrazione - Violazione - Accertamento - Principio di precauzione - Gestione dei rifiuti - Voci a specchio - VIA - Violazione delle prescrizioni dell'autorizzazione integrata ambientale - Art. 29 quattuordecies co. 3 lett. b) e co. 4, in relazione all'art. 29 sexies del d. lgs. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Misure cautelari reali - Impugnazione - C.d. "effetto devolutivo" del riesame - Requisiti della concretezza e attualità - Ricorso per cassazione contro ordinanze emesse in materia di sequestro preventivo o probatorio.

Categoria: 

Autorità: 

TAR MARCHE - 5 febbraio 2018

* VIA, VAS E AIA - Principio di precauzione - Parametro di legittimità dei provvedimenti in materia di VIA, VAS o AIA - Esclusione - RIFIUTI - Discariche - Copertura (capping) - Sostituzione dei materiali naturali con materiali geosintetici  - Possibilità - Misure necessarie a ridurre i rifiuti in discarica e ncrementare riuso e riciclo - Pertinenza degli atti pianificatori - Atti autorizzatori - Verifica della conformità a legge - AIA - Discariche - Modifica delle condizioni dell’AIA - Adeguamento del piano economico di gestione e delle garanzie finanziarie - Artt. 14 e 17 d.lgs. n. 36/2003 - Incremento del quantitativo di rifiuti abbancabili - Divieto normativo - Inconfigurabilità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR MOLISE - 15 gennaio 2018

* DIRITTO DELL’ENERGIA - Regione Molise - L.r. Molise n. 21/2000 - Competenza ad adottare il giudizio di compatibilità ambientale - Giunta regionale - VIA, VAS E AIA - Art. 12 d.lgs. n. 387/2003 - Conferenza di servizi - VIA adottata in anticipo - Art. 14 ter, c. 4 L. n. 241/1990 - Impianti destinati alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili - Procedimento autorizzatorio - Canone della massima semplificazione - Margine di intervento riconosciuto alle Regioni - Limiti - Principio dello sviluppo sostenibile - Esigenza di tutela di controinteressi ambientali effettivi e concreti - Sfruttamento delle energie rinnovabili - Art. 4, c. 3 d.lgs. n. 152/2006 - Valutazione ambientale - Giudizio di “complessiva” compatibilità  - Linee guida (D.M. 10 settembre 2010) - Individuazione di aree e siti non idonei all’installazione di specifiche tipologie di impianti - Vincoli normativi o scelte di tipo pianificatorio - Boschi  - Misure di mitigazione - Vincolo di tutela ex lege sulle aree cointermini - Insussistenza - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Destinazione agricola - Realizzazione di impianti di produzione di energia - Compatibilità - Dissenso costruttivo - Art. 12, c. 3 d.lgs. n. 387/2003 - Conferenza di servizi - Amministrazione procedente - Adozione della decisione finale - Posizioni prevalenti manifestate nella conferenza - Parere MIBACT - Natura vincolante - Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 12/01/2018, Sentenza n.888

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Realizzazione in zona agricola di distinti impianti fotovoltaici - Riconducibilità al medesimo centro di interessi - Opere artificiosamente frazionati allo scopo di eludere il rispetto dei limiti di potenza fino a 1 MW - Direttore dei lavori - Configurabilità dell'art.44 lett. b) d.P.R. n. 380/2001 - Fattispecie: realizzazione di serre a copertura fotovoltaica per il riscaldamento - VIA VAS AIA - AGRICOLTURA - Impianti fotovoltaici in zona agricola - Produzione di energia superiore a 1 MW - Assenza di autorizzazione - Valutazione di impatto ambientale - Necessità - Procedura semplificata di DIA in alternativa all'autorizzazione unica - Applicazione e limiti - Sussidiarietà dello Stato - L.R.Puglia n. 32/2008 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Pena irrogata è al di sotto della misura media - Non è necessaria una specifica e dettagliata motivazione - Richiamo al criterio di adeguatezza della pena - Art. 133 cod. pen. - Giurisprudenza - Inammissibilità dei ricorsi per cassazione - Effetti - Dichiarazione di cause di non punibilità (prescrizione del reato) - Esclusione - Art. 129 cod.proc.pen.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PUGLIA, Bari, Sez. 1^ - 11 gennaio 2018, n. 47

DIRITTO DELL’ENERGIA - Procedimento di autorizzazione ex art. 12 d.lgs. n. 387/2003 - Parere ARPA - Atto meramente endoprocedimentale - Carattere di immediata ed autonoma lesività - Assenza - Impianti eolici - Plurimi impianti sottosoglia - Unicità del centro di imputazione - Applicazione della normativa in materia di VIA - Art. 5, c. 10 l.r. Puglia n. 25/2012.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 09/01/2018, Sentenza n.221

VIA VAS AIA - Silenzio-assenso e contenuto dell'AIA - Variazioni non sostanziali - RIFIUTI - Gestione dei rifiuti - Richiesta di aumento dei quantitativi di stoccaggio massimo - Art. 29-quattordecies dlgs n.152/2006 - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Parametro della quantità di rifiuti gestiti - Violazioni delle prescrizioni contenute nell'AIA - CODICE DELL'AMBIENTE.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE Sez. Un. 29/12/2017, Sentenza n.31240

VIA VAS AIA - DANNO AMBIENTALE - Autorizzazione integrata ambientale (AIA) - Impianto denominato "termovalorizzatore ed impianto di trattamento rifiuti liquidi - Autorizzazione allo scarico - Danni sull'ambiente  - Competenza giurisdizionale - Art. 29-quater d.lgs. n. 152/2006 - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Acque pubbliche - Autorizzazione integrata ambientale - Competenze del Tribunale superiore delle acque pubbliche - Esclusione - Incidenza diretta - Limiti - Giurisdizione del TAR- Consiglio di Stato - DIRITTO DEMANIALE - RIFIUTI - Divieto di utilizzazione come discarica di un'area di proprietà del demanio idrico - Impugnazione di un'ordinanza comunale - Competenze del Tribunale superiore delle acque pubbliche - Esclusione - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Controllo della Corte di cassazione sulle pronunce giurisdizionali del Consiglio di Stato - Presupposti e limiti - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 29/12/2017, Sentenza n.57958

INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Aria e molestie olfattive - Emissioni odorigene nauseabonde ed emissioni in atmosfera di composti organici volatili - Getto pericoloso di cose e requisiti del reato - Criterio della "stretta tollerabilità" - Sequestro preventivo - Restituzione dell'intero impianto produttivo (Fonderie) - Abuso d'ufficio - Falsità ideologica e falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici - VIA VAS AIA - Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.) - Assenza - Articoli 323, 479-476,  codice penale - Artt. 29-ter, 137, 256 e 279 d. l.vo n.152/2006 - Sito natura 2000 ZPS - Art. 181 d.lgs. n.42/2004 - Emissioni da un'attività autorizzata o da un'attività prevista e disciplinata da atti normativi speciali - Presunzione di legittimità del comportamento ed evento del reato di cui all'art. 674 c.p. - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Abuso di ufficio - Prova del dolo intenzionale - Indici fattuali - Verifiche obbligatorie del giudice - Fattispecie: Sequestro preventivo di un impianto industriale - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Misure cautelari reali - violazione di legge deducibile mediante ricorso per cassazione - Preclusione processuale in materia di procedimenti cautelari - Operatività - Obbligo di una specifica motivazione - Appello cautelare - Natura devolutiva del giudizio - Poteri e limiti del giudice cautelare - Vigenza del fumus e dei pericula - Ruolo di garanzia - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 22 dicembre 2017

* LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Comitati - Perseguimento di obiettivi di tutela ambientale in modo occasionale - Mera proiezione degli interessi dei soggetti che ne fanno parte - Legittimazione ad agire innanzi al giudice amministrativo - Difetto - VIA, VAS E AIA - Tematiche ambientali - Individuazione della lesione fondante l’impugnazione - Approccio non restrittivo - Legittimazione partecipativa - Impianto a biogas - Potenza termica inferiore alla soglia prevista dalla legislazione regionale - Mancata sottoposizione a VIA - Conflitto con la normativa europea - Disapplicazione della norma interna - Valutazione di impatto ambientale - Carattere preventivo - VIA postuma - Sentenza Corte di Giustizia UE, 26/7/2017, cause C-196/16 e C-197/16 - Condizioni necessarie per l’espletamento della VIA in sanatoria.

Categoria: 

Autorità: 

TAR BASILICATA - 21 dicembre 2017

* VIA, VAS E AIA - Procedimenti di VIA o di screening - Impugnazione termine decadenziale . decorrenza - Pubblicazione integrale nel BUR - Pubblicazione per estratto - Violazione dell’art. 12 d.lgs. n. 152/2006 - RIFIUTI - Impianti di recupero - Verifica di assoggettabilità a VAS - Isola ecologica da utilizzare per l’operazione R13 di messa a riserva dei rifiuti non pericolosi, mediante stoccaggio provvisorio, con quantitativi inferiori alle 3.000 t/anno ed alle 10 t/giorno - Esclusione - Deroga all’obbligo della preventiva approvazione dello strumento urbanistico esecutivo - Valutazione di incidenza - Non è necessaria.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO, Sez. 4^ - 13 dicembre 2017, n. 5882

VIA VAS E AIA - RIFIUTI - Art. 29 decies d.lgs. n. 152/2006 - Diffide e provvedimenti di sospensione o revoca - Differenza - Riesame del titolo autorizzativo già rilasciato - Art. 29 octies d.lgs. n. 152/2006 - Sviluppi di norme di qualità ambientale o nuove disposizioni di legge - D.m. 24 giugno 2015 - Rientra - Riesame dell’AIA - Sopravvenienza di nuova normativa - Disposizione transitoria di cui all’art. 29 octies, ultimo comma, d.lgs. n. 152/2006 - Interpretazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 20/11/2017, Sentenza n.52636

CODICE DELL'AMBIENTE - VIA VAS AIA - Reati ambientali e delega di funzioni - DANNO AMBIENTALE - Autorizzazione integrata ambientale - Inosservanza prescrizioni - SICUREZZA SUL LAVORO - Prevenzione degli infortuni sul lavoro - Art. 16, c.3, d. Lgs. n.81/08 - Art. 29 quattordecies, c.3, d. Lgs. n.152/06. 

Categoria: 

Autorità: 

TRGA TRENTO - 10 novembre 2017

* VIA, VAS E AIA - AIA  - Variazioni nel funzionamento dell’impianto - Effetti sull’ambiente - Affetti negativi e significativi sull’ambiente - Modifica e modifica sostanziale - Domanda di autorizzazione - Art. 29-ter,  c. 1, lett. b) d.lgs. n. 152/2006 - Descrizione delle materie prime utilizzate - Variazione - Art. 29 nonies, cc. 1 e 2 codice dell’ambiente - Obbligo di cui all’art. 29 ter, c. 1, lett. b) - Indicazione delle materie prime per macrocategorie - Insufficienza.

Categoria: 

Autorità: 

TAR SICILIA, Palermo - 3 novembre 2017

* DIRITTO DELL’ENERGIA - Regione Siciliana - P.E.A.R.S. - Applicazione retroattiva - Esclusione - VIA, VAS E AIA - Art. 12 d.lgs. n. 387/2003 - Costruzione ed esercizio di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili - Autorizzazione unica - Previo esperimento della verifica di assoggettabilità a VIA - Autonomo sub-procedimento cronologicamente antecedente e con effetti condizionanti - Valutazione di impatto ambientale - Discrezionalità dell’amministrazione - Sindacato del giudice amministrativo - Travisamento dei fatti e difetto di istruttoria.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma - 2 novembre 2017

* VIA, VAS E AIA - Valutazioni contrastanti tra amministrazioni - Art. 5, c. 2 l. n. 400/1988 - Deferimento al Consiglio dei Ministri - Disciplina generale - Espresso richiamo normativo - Non è necessario - Procedimento di VIA avviati prima delle modifiche di cui al d.lgs. n. 127/2016 - Provvedimento negativo - Risoluzione dei conflitti - Art. 5, c. 2 l. n. 400/1988 - Superamento del dissenso tra le amministrazioni - Contrasto con la direttiva 2011/92/UE  - Inconfigurabilità - Giudizio di valutazione di impatto ambientale - Discrezionalità della P.A. - DIRITTO DELL’ENERGIA - L. n. 239/2004 - Autorizzazione unica Effetto di variante urbanistica - Parere di conformità urbanistica degli enti locali - Natura meramente consultiva - Autorizzazione unica delle opere elettriche facenti parte della RTN - Procedimento - Rispetto dei principi semplificatori di cui alla l. n. 241/1990  - Elettrodotti - Direttori generali dei Ministeri - Competenza - Fondamento.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PIEMONTE - 5 ottobre 2017

* VIA, VAS E AIA - Censure relative alla VAS - Legittimazione a ricorrere - Convenzione di Aarhus - Accesso alla giustizia ambientale - Orientamento comunitario - Carattere preventivo della valutazione ambientale - Valutazione postuma - Procedimento di valutazione ambientale - Discrezionalità amministrativa - Limiti al sindacato giurisdizionale.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO, Sez. 6^ - 27 luglio 2017, n. 3759

VIA, VAS E AIA - DIRITTO DELL’ENERGIA - Elettrodotti - Interconnesione Italia-Albania - Norme in materia di VAS contenute nel codice dell’ambiente - Matrice europea dei principi - Inapplicabilità nei confronti di Stati extraeuropei - Elettrodotto interrato in corrente continua di interconnessione tra la rete di trasmissione italiana e la rete albanese - Riconducibilità alle previsioni di cui agli allegati II e III alla parte II del d.lgs. n. 152/2006 - Esclusione - Modificazioni al progetto imposte nel corso dell’iter autorizzatorio - Carattere sostanziale - Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.1^ 26/07/2017 Sentenza riunite C-196/16 e C-197/16

VIA VAS AIA – Ambiente – Omissione di valutazione di impatto ambientale di un progetto prescritta dalla direttiva 85/337/CEE - DIRITTO DELL'ENERGIA – Possibilità di procedere, a posteriori, alla valutazione dell’impatto ambientale di un impianto per la produzione di energia da biogas già in funzione al fine di ottenere una nuova autorizzazione - Rinvio pregiudiziale - Direttiva 85/337/CEE – Direttiva 2011/92/UE - CODICE DELL'AMBIENTE - Articolo 29 del decreto legislativo del 3 aprile 2006, n. 152.

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA - 10 luglio 2017

* VIA, VAS E AIA - Procedimento amministrativo - Discrezionalità tecnica - Nozione e differenza rispetto all’accertamento tecnico - Nozione di discrezionalità mista - Controllo giudiziario - Profili - Giudice amministrativo - Controllo cd. debole - Indicazione della corretta soluzione al problema tecnico - Preclusione - Impianto di termovalorizzazione -  Istruttoria - Verifica del nesso eziologico tra aumento delle forme tumorali e presenza dell’impianto - Principio di precauzione - Prescrizioni dell’AIA - Adeguamento successivo all’avvio dell’esercizio dell’impianto - AREE PROTETTE - Interventi relativi a SIC o ZPS ricadenti in aree naturali protette.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Salerno - 5 luglio 2017

PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Principio del tempus regit actum – Momento in cui il provvedimento ha avuto avvio – Momento in cui l’amministrazione provvede - VIA, VAS E AIA – Regolamento VAS della Regione Campania - Aree già urbanizzate - Esclusione dall’assoggettamento a VAS - Aree prive di qualsiasi opera infrastrutturale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/06/2017 Sentenza n.

* CAVE E MINIERE - Coltivazione di cava di calcare per inerti - Domanda di proroga - Zona sottoposta a vincolo ambientate - Coltivazione senza la prescritta autorizzazione - Nuova autorizzazione - Necessità - Reati ex artt. 30 l. n. 394/1991, 146 e 181 d. lgs. n. 42/2004 -  DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Art. 44, lett. e),  d. P. R. n. 380/2001 - VIA VAS AIA - Istanza di verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale o a valutazione di incidenza ambientale - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Cava scadenza autorizzazione - Coltivazione subordinata alla nuova richiesta di autorizzazione - Effetti del silenzio dell'amministrazione preposta alla tutela del vincolo - Provvedimento autorizzatorio - Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

TAR MOLISE - 25 maggio 2017

* RIFIUTI – Impianti di incenerimento e coincenerimento – Artt. 237-duodecies e quattordecies d.lgs. n. 152/2006 – Limiti di emissione – Campionamento e analisi delle emissioni - Vincolo per progettisti, costruttori e gestori degli impianti – INQUINAMENTO ATMOSFERICO – BAT, BREF e BAT AEL – Nozioni – Art. 29-sexies, c. 4 bis d.lgs. n. 152/2006 – Soglia massima non superabile – Previsione di parametri più rigorosi – Principio di precauzione – Adozione di misure di protezione sovradimensionate – Incertezze scientifiche sui rischi – BAT – Parametri di cui all’art. 29-sexies, c. 4 bis d.lgs. n. 152/2006 – Parametri tecnici variabili – Migliore tecnologia – Art. 29-sexies, c. 4 bis d.lgs. n. 152/2006 – Fissazione di parametri più rigorosi di quelli associabili alle BAT – Ipotesi – VIA, VAS E AIA – Prescrizioni dell’AIA – Verifica di conformità dei valori misurati ai valori limite - Pluralità di metodiche di misurazione – Gradiente di flessibilità – Impianto di incenerimento – Superamento dei valori limite di emissione – Limite delle quattro ore consecutive – Blocco dell’incenerimento - Art. 237-octiesdecies, c. 3 d.lgs. n. 152/2006 – Fissazione di limiti più rigorosi  – Art. 237 sexies, c. 1, lett. b d.lgs. n. 152/2006 – Carico termico nominale – Nozione – Approvazione del Piano regionale di gestione dei rifiuti o di modifiche sostanziali – Sottoposizione a VAS – Necessità - VIA, VAS E AIA – Valutazione ambientale strategica – Finalità – Fasi procedimentali.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.2^ 26/04/2017 Sentenza C-142/16

FAUNA E FLORA - Tutela dell'ambiente – Conservazione degli habitat naturali - DIRITTO DELL'ENERGIA - Costruzione della centrale a carbone di Moorburg (Germania) – Zone Natura 2000 sul corridoio del fiume Elba a monte della centrale a carbone – VIA VAS AIA - Valutazione dell’incidenza di un piano o di un progetto su un sito protetto - Inadempimento di uno Stato – Art. 6, par. 3 Direttiva 92/43/CEE

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma - 11 aprile 2017

* VIA, VAS AIA – Valutazione di impatto ambientale su progetto di competenza dello Stato – Determinazioni delle amministrazioni interessate – Inerzia o dissenso – Art. 25, c. 3 bis d.lgs. n. 152/2006 – Studio di impatto ambientale – Art. 22 d.lgs. n. 152/2006 – Strumento tendenzialmente completo e autosufficiente – Mancata allegazione dei piani – Effetti - DIRITTO DELL’ENERGIA – Promozione della produzione di energia da fonti rinnovabili – Principi di derivazione europea – Necessario contemperamento con principi di uguale rango – Tutela dell’ambiente, delle bellezze paesistiche e del patrimonio storico.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma – 6 aprile 2017

* VIA, VAS E AIA – Giudizio di valutazione ambientale – Profili di discrezionalità dell’amministrazione – Obbligo di realizzare i progetti entro cinque anni dalla pubblicazione del provvedimento di VIA – Progetti per i quali la Via era in corso alla data di entrata in vigore del d.lgs. n. 4/2008 – Inapplicabilità – Opere strategiche – Differenza tra VAS, VIA e VIAS – Vincolo per la realizzazione di infrastrutture strategiche – Durata – Nuovo codice degli appalti – Abrogazione della disciplina speciale della durata settennale – Procedimenti in corso alla data di entrata in vigore del d.lgs. n. 50/2016 – Ultrattività delle procedure e competenze di cui al d.lgs. n. 163/2006

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO, Sez. 4^ - 27 marzo 2017, n. 1392

VIA, VAS E AIA – Giudizio di compatibilità ambientale – Discrezionalità amministrativa – Sindacato del giudice amministrativo – Limiti – Opere distinte collegate da vincolo teleologico – VIA autonoma – Giudizio positivo di compatibilità ambientale subordinato all’ottemperanza di prescrizioni – Legittimità – Legge nazione – Inserimento di un’opera tra quelle aventi carattere strategico – Opzione zero – Non valutabilità – Consiglio dei Ministri – Superamento del dissenso – Valutazioni tecniche emerse – Motivazione per relationem – Rischio di incidente rilevante – Impianto escluso dal campo di applicazione del d.lgs. n. 334/1999 – Fattispecie: “trans adriatic pipeline-TAP” - Principio di precauzione – Limiti - BOSCHI – Suolo boschivi interessati da incendi – Divieto di edificazione e modificazione della precedente destinazione di piano – Art. 10 l. n. 353/2000 – Opere interrate – Inapplicabilità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR BASILICATA - 22 marzo 2017

* VIA, VAS E AIA – RIFIUTI – Verifica di assoggettabilità a VIA - Art. 20, c. 2 d.lgs. n. 152/2006 – Pubblicazione del progetto preliminare sul sito web dell’autorità competente – Regione Basilicata – Applicazione diretta del d.lgs. n. 152/2006, in mancanza di adeguamento dell’ordinamento regionale – Impianti di smaltimento e recupero con capacità inferiore a 100 tonnellate giornaliere – Verifica di assoggettabilità a VIA – Criteri indicati nell’allegato V alla Parte II del d.lgs. n. 152/2006 – Autorizzazione ex art. 208 d.lgs. n. 152/2006 – Fase istruttoria del procedimento - Violazione del termine di 150 giorni – Effetti – Nuovi impianti di trattamento e/o recupero di rifiuti - Allegazione di un progetto definitivo conforme a quello contenuto nell’art. 23, c. 7, del codice degli appalti

Categoria: 

Autorità: 

TAR MARCHE - 17 marzo 2017

* VIA, VAS E AIA – RIFIUTI – Impianto soggetto ad AIA – Art. 29 nonies, c. 1 d.lgs. n. 152/2006 -  Modifica degli impianti – Modifiche progettate  - Atti (pianificatori) e provvedimenti recepiti nel provvedimento di AIA – Non rientrano – Rifiuti prodotti dal trattamento di r.s.u. – Assimilabilità ai rifiuti solidi urbani – Regione Marche – Art. 3, c. 1, lett. d) l.r. Marche n. 24/2009 e art. 182-bis lett. a), d.lgs. n. 152/2006 – Conferimento extra ambito – Accordi interprovinciali – Disposizioni del PRGR 2015.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 20 febbraio 2017

* VIA, VAS E AIA – VAS – Ricorso – Censure sulla procedura di VAS – Dimostrazione della lesione del proprio interesse derivanti da scelte pianificatorie assunte dagli esiti della VAS – Autorità competente per la VAS – Art. 4, c. 3 ter l.r. Lombardia n. 12/2005 – Scelta all’interno dell’ente competente all’adozione del piano – Adeguato grado di autonomia – Canoni comunitari.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/02/2017 Sentenza n.7166

VIA VAS AIA - Autorizzazione integrata ambientale (A.I.A.) - Inosservanza delle prescrizioni - Sanzioni amministrative e penali - Art. 29-quattordecies, d.lgs. n. 152/2006 - Direttiva 2010/75/UE - Giurisprudenza - RIFIUTI - Attività movimentazione dei rifiuti - Rifiuti di plastica trasportati dal vento - Profilo colposo dell'addebito - L'imbrattamento colposo non è previsto dalla legge come reato - Deturpamento e imbrattamento di cose altrui di cui all'art. 639, c.2, cod. pen. - Reato getto pericoloso di cose ex art. 674, cod. pen. - Qualificazione giuridica del fatto, configurabilità del reato ed esclusione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso e limite al sindacato di legittimità - Esistenza di un logico apparato argomentativo - Travisamento espressamente eccepito - Elementi necessari dell'atto processuale - Illogicità della motivazione del provvedimento - Ricostruzioni alternative del medesimo fatto.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PUGLIA, Bari - 9 febbraio 2017

* VIA, VAS E AIA  - INQUINAMENTO ATMOSFERICO – Emissioni odorigene – Sistema Odortel – Nozione – Prescrizione AIA – Costi connessi alla prevenzione, mitigazione e controllo degli impatti industriali – Operatore economico che svolge attività produttiva di inquinamento – Impianti assoggettati ad AIA -  Art. 29 sexies, c. 3, d.lgs. n. 152/2006 – Valori limite di emissione – Emissioni odorigene – Deroghe in pejus rispetto ai valori limite fissati dal legislatore regionale – Preclusione – Rispetto di standard maggiormente rigorosi – BAT – Inquinamento atmosferico – Livello di abbattimento delle emissioni odorigene – Linee guida di cui al D.M. 29/01/2007 – Riferimento al caso concreto – Tempi necessari per la messa a regime dell’impianto – Indicazione del proponente – Art. 269, c. 6 d.lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA - 19 gennaio 2017

* CAVE E MINIERE – Atti di pianificazione delle attività estrattive – Approvazione “con” stralci – Approvazione “per” stralci successivi – Condizioni - VIA, VAS E AIA – Rapporti ambientali che devono accompagnare le proposte di piani sottoposti a VAS – Informazioni da fornire – Art. 13 e allegato VI alla parte seconda del d.lgs. n. 152/2006 – L.r. Toscana n. 10/2010 – Esclusione di un progetto dalla VIA – Condizione – Assenza di impatti significativi sull’ambiente – Art. 20, c. 5 d.lgs. n. 152/2006 - Acquisizione in via istruttoria di tutti gli elementi conoscitivi necessari – Verifica di assoggettabilità – Presenza di molteplici prescrizioni e condizioni – Giudizio di disvalore – Inconfigurabilità – Verifica dell’idoneità in concreto delle prescrizioni – Rinvio a fase successiva allo screening – Illegittimità – Progetti suscettibili di produrre impatti significativi sull’ambiente – Art. 50 l.r. Toscana n. 10/2010 – Rilevanza delle ricadute economico-sociali.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/01/2017 Sentenza n.

* INQUINAMENTO ACUSTICO - RUMORE - Emissioni sonore derivanti dallo svolgimento della attività imprenditoriale - Inosservanza del limite notturno di emissioni sonore - Rilevazioni fonometriche non in relazione alla stazione emittente ma alla sede ricevente - Superamento del limite della tollerabilità - Soglia di immissioni sonore penalmente rilevante - Inosservanza delle prescrizioni generali - Piano di bonifica acustica - VIA VAS AIA - Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.) - Art. 29-sexies D.L.vo n.152/2006 - Inosservanza delle prescrizioni dell’AIA - Art. 29-quattuordecies dlgs n. 152/2006 e succ. mod. del dlgs. n. 46/2014.

Categoria: 

Autorità: 

TAR MARCHE - 5 gennaio 2017

* VIA, VAS E AIA – VIA – Discrezionalità dell’amministrazione – BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Ministero dei beni culturali – Parere espresso nell’ambito del procedimento di compatibilità ambientale – Valutazione circa la compatibilità del progetto con i valori protetti - Bilanciamento o comparazione con interessi diversi dalla tutela del paesaggio – Non spetta.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma - 30 dicembre 2016

* DIRITTO DELL’ENERGIA – BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Autorizzazione unica ex art. 12 d.lgs. n. 387/2003 – Conferenza di servizi – Parere paesaggistico – Termini di efficacia previsti dall’art. 146 d.lgs. n. 42/2004 – Provvedimento conclusivo - VIA, VAS E AIA – Provvedimenti di autorizzazione adottati senza la previa valutazione di impatto ambientale – Art. 29, c. 1, d.lgs. n. 152/2006 – Annullabilità – Omessa tempestiva impugnazione – Definitività e inoppugnabilità – Conferenza di servizi – Art. 12 d.lgs. n. 387/2003 – VIA – Condizione di legittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO - 29 dicembre 2016

* VIA, VAS E AIA – RIFIUTI – Impianto di gestione di rifiuti non pericolosi – Procedimento autorizzativo – Progetto assentito sul piano edificatorio - Incardinazione della domanda di VIA – Applicabilità delle disposizioni, incompatibili con il progetto, recate dal nuovo piano regionale di gestione dei rifiuti, entrato in vigore in pendenza del procedimento – Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 29 dicembre 2016

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Approvazione di un piano attuativo di iniziativa privata – Comune – Discrezionalità valutativa – Valutazione di opportunità – Contrasto con le nuove scelte del piano regolatore generale in corso di formazione - VIA, VAS E AIA –  Art. 11, c. 3 d.lgs. n. 152/2006 – PIano Urbanistico - VAS - Deve precedere l'approvazione del piano urbanistico - AREE PROTETTE – Ente Parco - Nulla osta di cui all’art. 13 l. n. 394/1991 – Iter di formazione di un piano attuativo – Non è richiesto – Rilascio del singolo titolo edilizio.

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA - 28 dicembre 2016

* VIA, VAS E AIA  - VAS  - Verifica del rispetto dell’equa distribuzione dei vantaggi connessi all’attività economica – Analisi di fattibilità economica -  Art. 4, c. 3 d.lgs. n. 152/2006 - DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Art. 60 l.r. Toscana n. 1/2005 – Tipologie di modalità perequative – Tassatività – Esclusione – Regolamento urbanistico – Previsione di un atipico procedimento perequativo – Possibilità – Aleatorietà e non sostenibilità economica in concreto - Effetti.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO - 28 dicembre 2016

* RIFIUTI -  Mancanza di regolamenti comunitari o di decreti ministeriali relativi alle procedure di recupero di determinati rifiuti  - Autorizzazioni – AIA  - Valutazione casistica – Regioni – Definizione di criteri EoW (End of Waste) – Autorizzazioni di cui agli artt. 208, 209 e 211 d.lgs. n. 152/2006 – Rispetto dei criteri generali di cui all’art, 184-ter, c. 1.

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA - 28 dicembre 2016

* VIA, VAS E AIA – Fase preparatoria dello strumento urbanistico – VAS – Vaglio delle ripercussioni ambientali di ogni singola opera prevista – Esclusione – Valutazione complessiva delle scelte urbanistiche - DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Art. 60 l.r. Toscana n. 1/2005 – Perequazione urbanistica – Obbligatorietà – Esclusione – Discrezionalità della P.A. – Limitazioni sostanzialmente espropriative – Soluzione perequativa.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.3^ 21/12/2016 sentenza

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Nozione di uso di “piccole aree a livello locale” – Valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull’ambiente – V.I.A. - Piani e programmi obbligatoriamente soggetti ad una valutazione ambientale solo se gli Stati membri determinano che essi possono avere effetti significativi sull’ambiente – Validità alla luce del Trattato FUE e della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea – Normativa nazionale che fa riferimento alla superficie delle aree interessate»«Rinvio pregiudiziale – Direttiva 2001/42/CE - Fattispecie: progetto di interventi edilizi previsti su un’isola situata nella laguna di Venezia. 

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 16 dicembre 2016

* RIFIUTI – Impianti di smaltimento dei rifiuti – Aree non idonee – Vuoto normativo determinato dalla mancata attuazione delle prescrizioni di cui all’art. 195, c. 1, lett. p) d.lgs. n. 152/2006 – Regione Lombardia – Programma regionale di gestione dei rifiuti – Individuazione del “fattore di pressione” – Criterio negativo di localizzazione – Straripamento di potere – Inconfigurabilità - Artt. 195, 1196 e 199 d.lgs. n. 152/2006 – Compatibilità - Programma regionale di gestione dei rifiuti – Natura di atto regolamentare  - Esclusione – VIA, VAS E AIA – Autorità competente in materia di VAS in sede regionale – Art. 7 d.lgs. .n 152/2006 – Necessità di individuazione con legge regionale – Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 16 dicembre 2016

* VIA, VAS E AIA – VIA – Studio di impatto ambientale – Artt. 21 e 23 d.lgs. n. 152/2006 – Artt. 5 e 8 l.r. Puglia n. 11/2001 – Prospettazione di alternative progettuali – Proponente – Composizione del Comitato per la VIA – Art. 28 l.r. Puglia n. 11/2001 – Decesso di taluno dei componenti – Paralisi dell’organo collegiale - Esclusione - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Principio tempus regit actum.

Categoria: 

Autorità: 

TAR MARCHE - 29 novembre 2016

* VIA, VAS E AIA – RIFIUTI – Progetto di ampliamento di una discarica – Valutazione favorevole da parte dei rappresentati politici della Provincia – Garanzia di esito favorevole della VIA – Esclusione– Ricorso temporaneo a forme speciali di gestione – Art. 191 d.lgs. n. 152/2006 – Periodo massimo di durata della gestione emergenziale – Termine di 18 mesi – Derogabilità – Presupposto – Esaurimento della capacità abbancativa della discarica deputata a ricevere i r.s.u. – Parere degli organi tecnici – Natura vincolante – Esclusione – Potere di stabilire se una determinata attività richieda il rilascio di provvedimenti autorizzativi  - ARPA – Non compete – Deroga a norme di legge o a prescrizioni contenute nei provvedimenti autorizzatori (AIA).

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.6^ 24/11/2016 sentenza C-645/15

VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE -  Valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati – Progetto sottoposto alla valutazione – Accordo europeo sulle grandi strade a traffico internazionale (AGR) - Rinvio pregiudiziale – Allegato I, punto 7 Direttiva 2011/92/UE - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Nozione di «costruzione» - Realizzazione di opere prima inesistenti o modifica di opere preesistenti - Caratteristiche dell’opera - Fattispecie: Ampliamento di una strada a quattro corsie su una lunghezza di meno di 10 km - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Competenza giudice del rinvio.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.5^ 24/11/2016 sentenza C-461/14

FAUNA E FLORA - Conservazione degli uccelli selvatici – Zone di protezione speciale – VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE - Valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati – Conservazione degli habitat naturali - Inadempimento di uno Stato – Direttiva 2009/147/CE – Direttiva 85/337/CEE – Direttiva 92/43/CEE.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.1^ 17/11/2016 sentenza C-348/15

VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE - VIA di taluni progetti pubblici e privati – Ambito di applicazione – Nozione di “atto legislativo nazionale specifico” – Assenza di valutazione dell’impatto ambientale – Autorizzazione definitiva – Regolarizzazione legislativa a posteriori dell’assenza di valutazione dell’impatto ambientale – Principio di cooperazione – Articolo 4 TUE - Rinvio pregiudiziale – Direttiva 85/337/CEE – Direttiva 2011/92/UE.

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA - 8 novembre 2016

* VIA, VAS E AIA – VIA – Riferimento alla capacità massima di esercizio dell’impianto, superiore alla capacità riconosciuta dagli atti programmatori – Violazione di legge – Esclusione - ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE – Atti di pianificazione urbanistica – Danno per l’ambiente – Legittimazione all’impugnazione - DIRITTO DELL’ENERGIA – L.r. Toscana n. 39/2005 – Progetti degli impianti – Contrasto con le prescrizioni urbanistiche – Variante – Accordo di pianificazione – Art. 12, c. 4 d.lgs. n. 387/2003 – Requisito della disponibilità dell’area – Atto negoziale condizionato all’ottenimento dell’autorizzazione – Idoneità – L.r. Toscana n. 39/2005 – Rilascio o modifiche di un’autorizzazione a fini energetici – Previsione di misure di compensazione e riequilibrio ambientale – Misure compensative di cui all’art. 12, c. 6 d.lgs. n. 387/2003 – Diversità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma – 7 novembre 2016

* DIRITTO DELL’ENERGIA – Elettrodotti – Infrastrutture per il collegamento alle reti nazionali di trasporto – Procedimento di autorizzazione unica – Gestione diretta della procedura autorizzativa da parte del privato – Intesa con i Comuni interessati – Non è richiesta – Conferenza di servizi – Effetti del parere negativo del Comune - VIA, VAS E AIA – Valutazione di impatto ambientale – Profili di discrezionalità amministrativa.

Categoria: 

Autorità: 

TRGA TRENTINO ALTO ADIGE, Trento – 4 novembre 2016

* DIRITTO DELL’ENERGIA – VIA, VAS E AIA – D.M. 30/03/2015 – Progetti di competenza delle regioni e province autonome – Sottoposizione degli impianti a VIA – Potenza termica – 25 MW – Fattispecie – Direttiva n. 92/2011/UE  – Impianti elencati nell’allegato 2 – Partecipazione diffusa del pubblico – Convenzione di Aarhus – Progetti soggetti a valutazione Attività elencate nell’allegato 1.

Categoria: 

Autorità: 

TAR MARCHE - 3 novembre 2016

* VIA, VAS E AIA – Realizzazione di un sottopasso carrabile in sostituzione di un passaggio a livello - Riconducibilità ai progetti di linee ferroviarie (all. B2 della L.r. Marche n. 3/2012) – Esclusione – Approvazione di un progetto definitivo – Sottoposizione alla verifica di assoggettabilità a VIA  successivamente al progetto definitivo, ma anteriormente al progetto esecutivo – Possibilità – VAS – Localizzazione di singole opere – Non è necessaria.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.2^ 27/10/2016

* ENERGIA – RUMORE - VIA - Valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull’ambiente – Presupposti per l’installazione degli impianti eolici, fissati con decreto regolamentare – Nozione di “piani e programmi” – SICUREZZA SUL LAVORO - Disposizioni riguardanti in particolare misure di sicurezza, di controllo, di ripristino e di salvaguardia, nonché norme relative al livello acustico, definite in considerazione della destinazione delle zone - Rinvio pregiudiziale – Artt. 2, lett. a), e 3, par. 2, lett.a) Direttiva 2001/42/CE - Convenzione di Aarhus.

Categoria: 

Autorità: 

TAR EMILIA ROMAGNA, Bologna - 26 ottobre 2016

* BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Direzioni regionali per i beni culturali e paesaggistici – Art. 20, c. 4, lett. b) d.P.R. n. 173/2004 – Espressione, in conferenza di servizi, del parere su interventi che riguardano le competenze di più Soprintendenze di settore – Interpretazione - VIA, VAS E AIA – Valutazioni espresse nel procedimento di VIA – Discrezionalità tecnica – Sindacato giurisdizionale – Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

Pagine