DIRITTO DEL LAVORO - Lavoro subordinato - Rapporto a termine - Conversione - Indennità ex art. 32 L. n. 183/2010 - Natura - Penale “ex lege” - Liquidazione - Requisiti - Criteri - Periodo di riferimento.

Argomento: 

Autorità: 

Categoria: 

Provvedimento: 
Sentenza
Numero: 
3056
Sez.: 
Sez. Lavoro
Data deposito: 
29/02/2012
Presidente: 
Roselli
Estensore: 
Nobile
Titolo completo: 
CORTE CASSAZIONE CIVILE Sezione Lavoro, 29 febbraio 2012 Sentenza n. 3056

 

 

 

CORTE CASSAZIONE CIVILE Sezione Lavoro, 29 febbraio 2012 Sentenza n. 3056 

DIRITTO DEL LAVORO - Lavoro subordinato - Rapporto a termine - Conversione - Indennità ex art. 32 L. n. 183/2010 - Natura - Penale “ex lege” - Liquidazione - Requisiti - Criteri - Periodo di riferimento.
 
In tema di risarcimento del danno per i casi di conversione del contratto di lavoro a tempo determinato, lo "ius superveniens" ex art. 32, commi 5, 6 e 7, della legge n. 183 del 2010 configura una sorta di penale "ex lege" a carico del datore di lavoro che ha apposto il termine nullo. Pertanto, l’indennità va liquidata, nei limiti e con i criteri fissati dalla novella, a prescindere dalla costituzione in mora del datore di lavoro e dalla prova di un danno effettivo del lavoratore, trattandosi di indennità "forfetizzata" e "onnicomprensiva" per i danni causati dalla nullità del termine nel “periodo intermedio" (dalla scadenza del termine alla sentenza di conversione).
 
Pres. Roselli, Rel. Nobile